cattura

Ex Navy Seal dovrà pagare 6,8 milioni al Pentagono per aver rivelato segreti sulla cattura e uccisione di Bin Laden

Pubblicato il 21 Ago 2016 alle 7:22am

Matt Bissonnette, ex Navy Seal, nel 2012 scrisse un libro («No easy day») sul suo ruolo avuto nel blitz che portò alla cattura e all’uccisione di Osama bin Laden ad Abbottabad in Pakistan il 2 maggio 2011. Rivelazioni che non sono piaciute al Pentagono che gli ha chiesto un risarcimento danni di 6,8 milioni di dollari.

La Difesa ha ritirato le accuse in cambio di tutti i diritti passati, presenti e futuri ottenuti da Bisonette con il libro. Diritti che finora gli avevano fruttato proprio 6,8 milioni di dollari.

Il Pentagono ha citato in giudizio Bisonette, perché aveva scritto il libro dopo essersi congedato senza aver ottenuto l’autorizzazione della Difesa.

Bisonette secondo il Pentagono avrebbe violato l’accordo di non divulgazione dei particolari della missione cui era vincolato. Cosa che però non sarebbe piaciuta ai Repubblicani, che avrebbero accusato l’amministrazione Obama di `doppiopesismo´ per la totale collaborazione invece fornita allo sceneggiatore del film «Zero Dark Thirty», della regista Kathryn Bigelow.

Bruxelles, ferito e catturato Salah Abdeslam, attentatore in fuga della strage di Parigi

Pubblicato il 19 Mar 2016 alle 9:59am

La fuga di Salah Abdeslam è terminata da dove è cominciata, a Molenbeek, il quartiere dove è nato, lo scorso 13 novembre. E’ possibile, che il terrorista più ricercato d’Europa, 26 anni, in fuga dall’attentato dagli attentati di Parigi, non si sia mai mosso da Bruxelles.

Ferito ad una gamba e arrestato dopo mesi di ricerche, nel corso di una massiccia operazione anti-terrorista condotta nel quartiere di Bruxelles. Le sue impronte e il suo Dna erano state ritrovate nell’appartamento di Forest, dove martedì scorso c’era stato un blitz delle teste di cuoio belghe.

Ecco allora che la polizia, a causa della fuga di notizie che c’era stata, ha anticipato l’operazione per la sua cattura.

Con Salah sono state arrestate altre quattro persone. Il portavoce della procura belga ha chiarito che oltre ad Abdeslam ed ad un complice, anche lui ferito, le altre tre persone arrestate sono i membri di una famiglia che ospitava il terroristia. Mentre Abdeslam ed il complice sono sotto custodia, la procura non esclude che i tre membri della famiglia potrebbero essere rilasciati se sarà dimostrato di non essere coinvolti in un favoreggiamento.

Secondo la stampa belga, l’operazione di polizia sarebbe cominciata intorno alle ore 14, ora locale. La soffiata che ha consentito di individuare Salah sarebbe provenuta da un uomo di cui non è stata rivelata l’identità. Salah, ferito a una gamba, è stato già trasferito in un ospedale dalla regione di Bruxelles, e sarà interrogato il più presto possibile. La sua difesa sarà assunta da Sven Mary, uno dei migliori avvocati di Bruxelles, la richiesta, ha spiegato lo stesso legale, è stava avanzata da persone vicine ad Abdeslam. Anche l’altro complice ferito durante il blitz e’ stato ricoverato con Salah in un ospedale di massima sicurezza nella regione di Bruxelles. Il ferito si chiama Soufyane Kayal ed è legato all’algerino Mohamed Belkaid, ucciso martedì nella sparatoria a Forest.

L’orsa Daniza non sopravvive alla cattura, aveva ferito un uomo per proteggere i suoi cuccioli

Pubblicato il 11 Set 2014 alle 1:07pm

L’orsa Daniza non ce l’ha fatta, a sopravvivere alla narcosi utilizzata per catturarla. Lo ha reso noto la Provincia di Trento. (altro…)

Camorra: arrestato il fratello del boss detto Sandokan

Pubblicato il 24 Ott 2013 alle 12:27pm

La Squadra Mobile della Questura di Caserta ha arrestato Antonio Schiavone, fratello di Francesco Schiavone, detto “Sandokan”. (altro…)