Claudio Baglioni

Claudio Baglioni: in uscita il 4 dicembre l’attesissimo album di inediti “In questa storia che è la mia”, 16° della sua straordinaria carriera musicale

Pubblicato il 30 Nov 2020 alle 1:34pm

Esce il 4 dicembre 2020, IN QUESTA STORIA CHE E’ LA MIA, l’attesissimo album di inediti di Claudio Baglioni, già disponibile già in pre-order, in versione CD singolo (14 canzoni inedite), 2CD Deluxe (14 canzoni inedite, foto esclusive e 4 brani in versione acustica), 2LP 180gr black (14 canzoni inedite), 2LP 180gr black – Deluxe (14 canzoni inedite, foto esclusive e 2 brani in versione acustica).

Sedicesimo album – realizzato in studio – della sua cinquantennale, straordinaria, carriera artistica musicale, a sette anni di distanza dall’album di successo “ConVoi”.

14 brani, 1 ouverture, 4 interludi piano e voce, 1 finale: un “concept” che disegna la parabola dell’amore, sia personale che universale, riflettendo sul modo nel quale questa forza straordinaria che tutti viviamo senza conoscerla mai veramente, travolga le nostre esistenze, rendendole esperienze uniche e sempre degne di essere vissute. Una vita in quattordici storie che le passano attraverso.

Questa la tracklist di “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA”:

capostoria

altrove e qui

1. non so com’è cominciata

gli anni più belli

quello che sarà di noi

in un mondo nuovo

2. al pianoforte ogni giorno

come ti dirò

uno e due

mentre il fiume va

3. e firmo in fede un contratto

pioggia blu

mal d’amore

reo confesso

4. adesso è strano pensare

io non sono lì

lei lei lei lei

dodici note

uomo di varie età

finestoria

Nel formato digitale e deluxe dell’album saranno inoltre presenti le versioni acustiche – voce e piano, voce e chitarra – dei brani: “Gli anni più belli”, “Mal d’amore”, “Io non sono lì”, “Dodici note”.

Nelle radio e in versione digitale è già stato presentato e pubblicato “Io non sono lì”, il nuovo singolo inedito – dopo “Gli anni più belli”, anche colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino – uscito al cinema il 14 febbraio scorso. I due video dei due singoli diretti entrambi da Duccio Forzano.

IN QUESTA STORIA CHE E’ LA MIA può sembrare all’inizio “classico”, ma in fondo è semplicemente ispirato alla tradizione pop, nata e cresciuta negli anni ’60 e la metà degli anni ’70, a cui fa ritorno.

Un album racconto “Vero, sincero, intenso, fatto a mano e interamente suonato”, come racconta lo stesso Baglioni questa mattina in conferenza stampa in diretta su Zoom.

“Un progetto al quale ho dedicato tutto me stesso, a partire dalla scrittura, strutturata come non accadeva da tempo, su linee melodiche e processi armonici che la musica popolare. Le sonorità tutte vere – nel senso di “acustiche” – basso, batteria, pianoforte, chitarre, archi, fiati, voce e cori – e il ricorso all’elettronica dedicato, esclusivamente, alla cura degli effetti suono e delle atmosfere. Quattordici brani suonati dalla prima all’ultima nota, da un gruppo di musicisti straordinari, che hanno fatto quello che ci si aspetta da loro: suonare con tutta la loro creatività, invenzione, energia e passione – in una sola parola: musicalità – che hanno dentro”.

“Ho affidato a semplicità e immediatezza il compito di raccontare l’avventura dell’esistenza e delle relazioni umane, e alla leggerezza e alla freschezza di certe immagini il provare a sgombrare l’orizzonte dalle nubi che a volte sorvolano la nostra vita”.

“Un nuovo “concept di concept”, con la struttura di un’Opera breve: 80 minuti di musica in grado di disegnare la parabola dell’amore, personale ed universale, facendo riflettere sul modo nel quale questa forza straordinaria, che tutti noi viviamo, e che molto spesso neanche, ce ne accorgiamo, riesca a travolgere le nostre vite, esistenze, rendendole uniche, straordinarie, degne di essere vissute. Quattordici storie che le passano dentro”. Dice ancora Claudio Baglioni.

In questo album Claudio punta ad una ricerca attenta di linguaggi, sonorità e significati che ha interessato anche la scrittura dei testi, nella quale l’attenzione per i significati si è fusa alla cura del suono delle parole, le quali – attraverso un sapiente dosaggio di rime, cadenze, rimandi, assonanze, allitterazioni – sono diventate esse stesse sonorità, in grado di dare vita a un’orchestra di fenomeni capace di generare musica nella musica, intrecciare melodia e melodia, arricchendo di colori, sfumature e chiaroscuri la tavolozza delle emozioni.

Composizione e scrittura sono frutto di una perlustrazione a cuore aperto su senso e valore del tempo. Tempo inteso in una triplice dimensione. Passato: oltre cinque decenni di vita e di musica, caratterizzati, temi, linguaggi e stili profondamente divisi tra loro; presente: animato dalla vitalità di un orizzonte che, sospeso tra il non-piu’ e il non-ancora, si apre a sviluppi imprevisti e sorprendenti; futuro, come voglia di andare a colorare di sé il tempo che viene. È al confluire di queste tre dimensioni che questi 14 brani tessono trama e ordito di un tempo ideale al di fuori del tempo, il quale diventa spazio narrativo di una storia nella storia: la storia personale e professionale di un artista di grande musicalità e sensibilità, e la storia comune delle generazioni che hanno condiviso con lui passioni, visioni, sogni, desideri, speranze, ed emozioni.

L’amore – personale e universale, reale e irreale, definito, indefinito e indefinibile – filo rosso che lega queste 14 storie, che si fondono in una parabola corale, che disegna il suo arco – ascesa, sospensione, discesa e, forse, ripresa – sempre identico eppure sempre unico, imprevedibile e insostituibile.

Ascoltando “In questa storia che è la mia”, non dobbiamo chiederci chi siano i protagonisti di “Uno e due”, la donna lontana, né a chi si rivolga la voce narrante di “Come ti dirò”, per chi si strugga di “Mal d’amore”, continuando a chiedersi “Quello che sarà di noi”.

Tutti i protagonisti delle storie-nella-storia di questo album-narrazione, infatti, non hanno un nome e cognome. O, meglio, nomi e cognomi – come anche pensieri, voci, emozioni, gesti – non sono altro che altrettante tessere di un mosaico, la cui immagine si può cogliere solo tenendosi alla distanza che serve ai nostri occhi per cogliere l’insieme formato dalle migliaia di tessere colorate – in questo caso, melodie, armonie, contrappunti, sonorità e frasi musicali – che lo compongono.

Baglioni presenterà giovedì 3 dicembre, in diretta alle ore 21, dalla sala A di Via Asiago su Rai Radio2 e RaiPlay, Radio2 in diretta streaming audio su RaiPlayRadio e in videostreaming e su RaiPlay, il nuovo album di inediti.

Baglioni sarà poi live con un tour, la prossima estate, con uno spettacolo unico nel suo genere, dal titolo “DODICI NOTE”, in cui la musica e le parole del cantautore romano si fonderanno in un’unica dimensione live pop-rock sinfonico che coniugherà la musica della grande orchestra classica, a quella del coro lirico, e di una big band con voci moderne.

Il tour “DODICI NOTE” partirà dalle Terme di Caracalla Roma, dal 4 al 18 giugno 2021 e a seguire con 4 appuntamenti live in due teatri, luoghi d’arte d’eccezione, unici al mondo: il 16 e e 17 luglio al Teatro Greco di Siracusa e l’11 e il 12 settembre all’Arena di Verona.

Il tour di Claudio Baglioni è prodotto e organizzato da Friends & Partners, in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma per le date alle Terme di Caracalla: 4 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 6 giugno 2020) 5 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 7 giugno 2020) 6 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 8 giugno 2020) 8 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 9 giugno 2020) 9 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 10 giugno 2020) 10 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 11 giugno 2020) 12 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 13 giugno 2020) 13 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 14 giugno 2020) 14 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 15 giugno 2020) 15 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 16 giugno 2020) 17 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 17 giugno 2020) 18 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 18 giugno 2020) 16 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA (recupero 17 luglio 2020) 17 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA 11 settembre 2021 – Arena di VERONA (recupero 18 settembre 2020) 12 settembre 2021 – Arena di VERONA

I biglietti sono disponibili su TicketOne.it, e nei punti vendita e prevendite abituali. I biglietti già acquistati per le date previste per il 2020 restano validi con le nuove date qui sopra indicate. Per maggiori info, visitare il sito web: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

Ph Credit Alessandro Dobici

Claudio Baglioni, da venerdì 6 Novembre in radio e in digitale “Io non sono lì”, nuovo singolo estratto da “In questa storia che è la mia”, attesissimo album di inediti in uscita il 4 dicembre

Pubblicato il 04 Nov 2020 alle 6:58pm

Esce venerdì 6 Novembre 2020, in radio e in digitale, “IO NON SONO LÌ”, il nuovo singolo di Claudio Baglioni estratto da IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA, attesissimo album di inediti composto da 14 brani, in uscita il prossimo 4 dicembre 2020. (altro…)

Claudio Baglioni, esce il 4 dicembre il nuovo album di inediti “In questa storia, che è la mia”

Pubblicato il 06 Ott 2020 alle 6:02pm

“In questa storia, che è la mia” è un invito. Una spinta a rileggere la nostra storia. La storia di ciascuno di noi, di queste pagine di musica e parole, che abbiamo scritto e vissuto insieme, e di questo tempo che – sebbene non si leggano – porta anche le nostre firme»: così CLAUDIO BAGLIONI a proposito di “IN QUESTA STORIA, CHE È LA MIA”, il suo nuovo attesissimo album, con 14 brani inediti, che uscirà il 4 dicembre, sedicesimo album in studio della sua cinquantennale straordinaria carriera, a sette anni da “ConVoi”.

“Un album ideato e composto come una volta – racconta Claudio Baglioni – Vero, sincero, fatto a mano e interamente suonato. È un progetto al quale ho dedicato tutto me stesso, a partire dalla scrittura, strutturata come non accadeva da tempo, su linee melodiche e processi armonici che la musica popolare, sembra offrire sempre meno. Le sonorità sono tutte vere – nel senso di “acustiche” – basso, batteria, pianoforte, chitarre, archi, fiati, voce e cori – e il ricorso all’elettronica è stato dedicato, esclusivamente, alla cura degli effetti suono e delle atmosfere. Ne sono venuti fuori quattordici pezzi suonati dalla prima all’ultima nota, da un gruppo di musicisti straordinari, che fanno quello che ci si aspetta da loro: suonare con tutta la creatività, l’invenzione, l’energia e la passione – in una parola: la musicalità – che hanno dentro”.

Ricordiamo che CLAUDIO BAGLIONI tornerà sulle scene live nel 2021 con lo spettacolo “DODICI NOTE”, in cui la musica e le parole del cantante e compositore italiano si fondono in una dimensione live di pop-rock sinfonico che unisce grande orchestra classica, coro lirico, big band e voci moderne.

“DODICI NOTE” partirà dalle Terme di Caracalla di Roma, dal 4 al 18 giugno 2021: 12 serate con l’orchestra sinfonica, il coro lirico, il suo gruppo di solisti e coristi.

A questi 12 concerti, seguiranno 4 appuntamenti live in due teatri luoghi d’arte unici al mondo: il 16 e 17 luglio al Teatro Greco di Siracusa e l’11 e 12 settembre all’Arena di Verona.

Queste le date di “DODICI NOTE”, prodotte e organizzate da Friends & Partners, in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma per le date alle Terme di Caracalla (per la prima volta in assoluto la stagione estiva dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla ospiterà dodici serate consecutive dello stesso artista):

4 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 6 giugno 2020) 5 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 7 giugno 2020) 6 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 8 giugno 2020) 8 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 9 giugno 2020) 9 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 10 giugno 2020) 10 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 11 giugno 2020) 12 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 13 giugno 2020) 13 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 14 giugno 2020) 14 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 15 giugno 2020) 15 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 16 giugno 2020) 17 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 17 giugno 2020) 18 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 18 giugno 2020) 16 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA (recupero 17 luglio 2020) 17 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA 11 settembre 2021 – Arena di VERONA (recupero 18 settembre 2020) 12 settembre 2021 – Arena di VERONA

I biglietti sono disponibili su TicketOne.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali.

I biglietti già acquistati per le date inizialmente previste per il 2020 rimangono validi per le nuove date corrispondenti. Per informazioni: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

Radio Italia è radio partner delle date.

TIM è sponsor unico del tour.

Foto di copertina di Alessandro Dobici.

Claudio Baglioni, tour Dodici Note, raddoppiano Siracusa e Verona

Pubblicato il 04 Set 2020 alle 1:16pm

CLAUDIO BAGLIONI tornerà sulle scene live nel 2021 con lo spettacolo “DODICI NOTE”, in cui la musica e le parole del cantante e compositore italiano si fondono in una dimensione live di pop-rock sinfonico che unisce grande orchestra classica, coro lirico, big band e voci moderne.

“DODICI NOTE” partirà dalle Terme di Caracalla di Roma, dal 4 al 18 giugno 2021: 12 serate con l’orchestra sinfonica, il coro lirico, il suo gruppo di solisti e coristi.

A questi 12 concerti, si aggiungono ora 2 nuovi appuntamenti live in due teatri luoghi d’arte unici al mondo: una seconda data al Teatro Greco di Siracusa il 17 luglio (dopo quella del 16 luglio) e una seconda data all’Arena di Verona il 12 settembre (dopo quella dell’11 settembre). L’annuncio arriva sulla pagina ufficiale del cantautore romano.

Queste le date di “DODICI NOTE”, prodotte e organizzate da Friends & Partners, in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma per le date alle Terme di Caracalla (per la prima volta in assoluto la stagione estiva dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla ospiterà dodici serate consecutive dello stesso artista):

4 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 6 giugno 2020)

5 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 7 giugno 2020)

6 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 8 giugno 2020)

8 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 9 giugno 2020)

9 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 10 giugno 2020)

10 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 11 giugno 2020)

12 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 13 giugno 2020)

13 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 14 giugno 2020)

14 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 15 giugno 2020)

15 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 16 giugno 2020)

17 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 17 giugno 2020)

18 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 18 giugno 2020)

16 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA (recupero 17 luglio 2020)

17 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA (NUOVA DATA)

11 settembre 2021 – Arena di VERONA (recupero 18 settembre 2020)

12 settembre 2021 – Arena di VERONA (NUOVA DATA)

I biglietti per le nuove date di Siracusa e Verona saranno disponibili in esclusiva in prevendita per gli iscritti a Clab On Line dalle ore 11.00 di venerdì 4 settembre. Dalle ore 11.00 di sabato 5 settembre, invece, saranno disponibili su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di sabato 12 settembre nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.friendsandpartners.it).

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

Claudio Baglioni: “Esce il 4 dicembre il mio nuovo disco di inediti. Un album come una volta, vero, sincero, fatto a mano e interamente suonato”

Pubblicato il 02 Set 2020 alle 1:43pm

“Un album ideato e composto come una volta. Vero, sincero, fatto a mano e interamente suonato”. Sono le parole che CLAUDIO BAGLIONI sceglie per parlare, per la prima volta, del suo nuovo attesissimo album di inediti, il primo, dopo sette anni di riflessione e scrittura, che uscirà il 4 dicembre 2020.

Baglioni non rivela ancora il titolo del suo nuovo lavoro discografico (sedicesimo album in studio della sua cinquantennale straordinaria carriera). “Solo alla fine – spiega – ascoltandolo parlare e guardandolo negli occhi, saprò che nome dargli”.

“È un progetto – racconta – al quale ho dedicato tutto me stesso, a partire dalla scrittura, strutturata come non accadeva da tempo, su linee melodiche e processi armonici che la musica popolare, sembra offrire sempre meno. Le sonorità sono tutte vere – nel senso di “acustiche” – basso, batteria, pianoforte, chitarre, archi, fiati, voce e cori – e il ricorso all’elettronica è stato dedicato, esclusivamente, alla cura degli effetti suono e delle atmosfere. Ne sono venuti fuori dodici pezzi suonati dalla prima all’ultima nota, da un gruppo di musicisti straordinari, che fanno quello che ci si aspetta da loro: suonare con tutta la creatività, l’invenzione, l’energia e la passione – in una parola: la musicalità – che hanno dentro”.

Per quanto riguarda i testi, spiega: “ho affidato a semplicità e immediatezza il compito di raccontare l’avventura dell’esistenza e delle relazioni umane, e alla leggerezza e alla freschezza di certe immagini quello di provare a sgombrare l’orizzonte dalle nubi che a volte sorvolano la vita”.

“Un album – conclude Baglioni – che, in un certo senso, si potrebbe definire “classico”. Non per il genere di musica, naturalmente, ma per il fatto che rappresenta una sorta di ritorno alle origini di quella grande tradizione pop – fiorita tra metà anni Sessanta e metà anni Settanta – nella quale ogni vinile che si pubblicava era come il miracolo di una nascita”.

CLAUDIO BAGLIONI tornerà sulle scene live nel 2021 con lo spettacolo “DODICI NOTE”, in cui la musica e le parole del cantante e compositore italiano si fondono in una dimensione live di pop-rock sinfonico che unisce grande orchestra classica, coro lirico, big band e voci moderne.

“DODICI NOTE” partirà dalle Terme di Caracalla di Roma, dal 4 al 18 giugno 2021: 12 serate con l’orchestra sinfonica, il coro lirico, il suo gruppo di solisti e coristi.

A questi 12 concerti, si aggiungono ora 2 nuovi appuntamenti live in due teatri luoghi d’arte unici al mondo: una seconda data al Teatro Greco di Siracusa il 17 luglio (dopo quella del 16 luglio) e una seconda data all’Arena di Verona il 12 settembre (dopo quella dell’11 settembre).

Queste le date di “DODICI NOTE”, prodotte e organizzate da Friends & Partners, in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma per le date alle Terme di Caracalla (per la prima volta in assoluto la stagione estiva dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla ospiterà dodici serate consecutive dello stesso artista): 4 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 6 giugno 2020); 5 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 7 giugno 2020); 6 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 8 giugno 2020); 8 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 9 giugno 2020); 9 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 10 giugno 2020); 10 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 11 giugno 2020); 12 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 13 giugno 2020); 13 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 14 giugno 2020); 14 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 15 giugno 2020); 15 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 16 giugno 2020);17 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 17 giugno 2020); 18 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 18 giugno 2020); 16 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA (recupero 17 luglio 2020); 17 luglio 2021 – Teatro Greco di SIRACUSA (NUOVA DATA); 11 settembre 2021 – Arena di VERONA (recupero 18 settembre 2020); 12 settembre 2021 – Arena di VERONA (NUOVA DATA).

I biglietti per le nuove date di Siracusa e Verona saranno disponibili in esclusiva in prevendita per gli iscritti al Fan Club dalle ore 11.00 di venerdì 4 settembre. Dalle ore 11.00 di sabato 5 settembre, invece, saranno disponibili su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di sabato 12 settembre nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.friendsandpartners.it).

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

Radio Italia è radio partner delle date.

Seat Music Awards 2020, il 2 e 5 settembre all’Arena di Verona in diretta su Rai 1 con Carlo Conti e Vanessa Incontrada e il 6 settembre speciale terzo appuntamento condotto da Nek

Pubblicato il 25 Ago 2020 alle 6:30pm

Il 2 e il 5 settembre all’Arena di Verona si terrà la quattordicesima edizione dei MUSIC AWARDS, che per la seconda volta denominati SEAT MUSIC AWARDS, in diretta in prima serata su RAI 1 con la conduzione di CARLO CONTI e VANESSA INCONTRADA.

In un anno così imprevedibile e sospeso per il mondo intero, la musica continua a farsi sentire e reagisce più unita che mai, con un’edizione molto speciale dei consueti premi della musica italiana: per la prima volta non saranno gli artisti a essere premiati, ma saranno loro a dedicare simbolicamente la propria presenza e le esibizioni ai lavoratori dello spettacolo. Ed è così che i “Premi della Musica” diventano i “Premi DALLA Musica”, un riconoscimento a tutti i musicisti e ai lavoratori dietro le quinte che, anche adesso che il mondo si sta preparando a ripartire, continuano a rimanere sospesi e invisibili.

Oltre 50 artisti si alterneranno sul palco nel corso delle due serate di diretta di Rai1.

Gli artisti presenti sul palco il 2 settembre saranno: ALESSANDRA AMOROSO, BIAGIO ANTONACCI, CLAUDIO BAGLIONI, ANDREA BOCELLI, RICCARDO COCCIANTE, FRANCESCO DE GREGORI e ANTONELLO VENDITTI, ELISA, EMMA, TIZIANO FERRO in collegamento da Los Angeles a causa del lockdown, LIGABUE, FIORELLA MANNOIA, GIANNI MORANDI, GIANNA NANNINI, EROS RAMAZZOTTI, ZUCCHERO e AMADEUS, GIORGIO PANARIELLO, LEONARDO PIERACCIONI e FICARRA e PICONE.

Gli artisti presenti sul palco il 5 settembre saranno: ACHILLE LAURO, ANNALISA, MALIKA AYANE, BOOMDABASH con ALESSANDRA AMOROSO, GIGI D’ALESSIO, FRED DE PALMA e ANITTA, DIODATO, FRANCESCO GABBANI, GHALI, IL VOLO, IRAMA, J – AX, LEVANTE, MAHMOOD, MARCO MASINI, ERMAL META, MICHELE BRAVI, MIKA, MODÀ, FABRIZIO MORO, NEK, ENRICO NIGIOTTI, TOMMASO PARADISO, PIERO PELU, MAX PEZZALI, RAF E TOZZI, FRANCESCO RENGA ed ENRICO BRIGNANO.

Un terzo speciale appuntamento dei SEAT MUSIC AWARDS, andrà in onda il 6 settembre alle ore 16.00 su Rai 1: “SEAT MUSIC AWARDS – Viaggio nella musica”.

Narratore del viaggio sarà Nek in una veste insolita ma a lui molto congeniale, amato e stimato dai suoi colleghi, divertente intrattenitore partirà dalla sua casa di Sassuolo alla volta di Verona per immergersi nella settimana che riaccenderà le luci sulla musica dall’Arena di Verona. Nek incontrerà e presenterà i suoi colleghi cantanti e le loro hit, oltre ad alcuni dei protagonisti dei delle puntate precedenti, ma anche i lavoratori dello spettacolo, a cui tutto questo progetto è dedicato.

Gli artisti protagonisti dello show del terzo appuntamento “SEAT MUSIC AWARDS – Viaggio nella musica” saranno: IL VOLO, GIGI D’ALESSIO e CLEMENTINO, BUGO e ERMAL META, MARIO BIONDI, THE KOLORS, ROCCO HUNT e ANA MENA, GAIA, AIELLO, GIUSY FERRERI, MR. RAIN e tanti altri ospiti, protagonisti della “Settimana della Musica”.

Dall’1 al 21 settembre sarà inoltre attivo il numero solidale 45588 che, insieme all’incasso della vendita dei biglietti, al netto dei costi, andranno a costituire un aiuto concreto. Il ricavato complessivo, infatti, andrà a confluire nel fondo “COVID 19 – Sosteniamo la musica” di MUSIC INNOVATION HUB, con il supporto di Spotify e promosso da FIMI – Federazione Industria Musicale Italiana, a fianco della filiera musicale italiana con lo scopo di supportare musicisti e professionisti del settore in questo momento di crisi globale.

Inoltre, per la prima volta nella storia dei SEAT MUSIC AWARDS, il palco sarà posizionato al centro dell’Arena di Verona, dando quindi una visione a 360° che permetterà al pubblico, posizionato distanziato su tutte le gradinate circolari, di vivere appieno la grandiosità e la magia dell’Anfiteatro! Proprio come fatto da Claudio Baglioni con il suo tour AL CENTRO.

Sono disponibili in prevendita i biglietti per assistere all’evento SEAT MUSIC AWARDS su www.ticketone.it e nei punti di vendita e nelle prevendite abituali.

Radio Italia e Radio 2 sono le radio ufficiali dei SEAT MUSIC AWARDS 2020.

I SEAT MUSIC AWARDS daranno il via alla settimana “Da Verona accendiamo la musica”: un progetto artistico e sociale di ampio respiro lanciato da Music Innovation Hub Spa – Impresa Sociale (MIH), organizzato e prodotto da Friends&Partners, Live Nation e Vivo Concerti, in collaborazione con Arena di Verona Srl e Gianmarco Mazzi e con i contributi di Vertigo e Magellano.

Oltre ai SEAT MUSIC AWARDS, nella settimana “Da Verona accendiamo la musica” sono previsti anche altri appuntamenti tra cui quelli con la Partita del Cuore, edizione speciale “Chi Vincerà La Partita Del Cuore”, il 3 settembre in diretta su Rai 1 dallo Stadio Marcantonio Bentegodi di Verona con la conduzione di Carlo Conti.

Claudio Baglioni, “Dodici Note”: rinviati al 2021 anche i due concerti al Teatro Greco di Siracusa e Arena di Verona

Pubblicato il 23 Lug 2020 alle 1:05pm

Dopo il rinvio a giugno 2021 dei concerti per voce, solisti, orchestra e coro “DODICI NOTE”, 12 serate, che CLAUDIO BAGLIONI avrebbe dovuto tenere alle Terme di Caracalla di Roma, a causa dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica in merito ad assembramenti di persone, sono rinviati al prossimo anno anche gli altri due appuntamenti previsti in due teatri luoghi d’arte unici al mondo: il TEATRO GRECO di SIRACUSA e l’ARENA di VERONA.

Claudio Baglioni porterà “DODICI NOTE” al Teatro Greco di SIRACUSA venerdì 16 luglio 2021 (recupero del concerto previsto il 17 luglio 2020), mentre sarà all’ARENA DI VERONA sabato 11 settembre 2021 (recupero del concerto previsto il 18 settembre 2020). “DODICI NOTE” avrà inizio con i 12 appuntamenti alle Terme di Caracalla di ROMA, dal 4 al 18 giugno 2021, prima volta in assoluto che la stagione estiva dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla ospiterà dodici serate consecutive dello stesso artista.

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.

“DODICI NOTE” sarà un concerto di pop-rock sinfonico, che spazia dalle sonorità della grande orchestra classica con coro lirico a quelle di una poderosa big band con voci moderne. Un insieme, a volte sperimentale, che fonde i molteplici linguaggi musicali alla cui base ci sono 12 note: i 12 mattoncini con i quali riedificare, in un luogo simbolo di bellezza e arte millenaria, una casa virtuale di musica e parole.

Queste a seguire, le nuove date di “DODICI NOTE”, prodotte e organizzate da Friends & Partners e in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma per le date alle Terme di Caracalla:

4 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 6 giugno 2020)

5 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 7 giugno 2020)

6 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 8 giugno 2020)

8 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 9 giugno 2020)

9 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 10 giugno 2020)

10 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 11 giugno 2020)

12 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 13 giugno 2020)

13 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 14 giugno 2020)

14 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 15 giugno 2020)

15 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 16 giugno 2020)

17 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 17 giugno 2020)

18 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 18 giugno 2020)

16 luglio 2021 – Teatro Greco – SIRACUSA (recupero 17 luglio 2020)

11 settembre 2021 – ARENA DI VERONA (recupero 18 settembre 2020)

Radio Italia è radio partner delle date.

50 anni vissuti in musica, 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Sono i numeri essenziali di una carriera unica e irripetibile: quella di CLAUDIO BAGLIONI, musicista, autore, interprete, che, dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a conquistare una generazione dopo l’altra, grazie a un repertorio pop, melodico e raffinato, nel quale ha saputo fondere canzone d’autore e rock, sonorità internazionali, world music e jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – il primo a inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1991, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.

Per saperne di più visita il sito web dell’artista www.baglioni.it

Proto credit Ufficio Stampa – Alessandro Dobici

Baglioni in concerto per la Polizia di Stato. Prove tra i passanti a Roma

Pubblicato il 11 Lug 2020 alle 6:57am

A sorpresa tra i passanti, ieri sera, nei pressi del Viminale. I quali hanno potuto assistere alla sua bellissima esibizione non annunciata con tanto di orchestra di seguito.

Claudio Baglioni si è presentato alle prove del Concerto della Polizia di Stato, in programma questa sera alle ore 20.30 (LIVE) proprio in piazza del Viminale, di fronte al Ministero dell’Interno. Accompagnato dagli elementi dell’orchestra della Polizia di Stato, ha fatto ascoltare alcuni dei suoi più grandi successi, da “Strada facendo” a “La vita è adesso”, passando per “Avrai” e “Mille giorni di te e di me”, per la gioia di fan e curiosi, che si sono radunati di fronte alla piazza per assistere allo show.

Foto Credit Messaggero

Ennio Morricone, i messaggi di cordoglio sui social al grande compositore

Pubblicato il 06 Lug 2020 alle 7:57pm

E’ morto nella notte in una clinica romana per le conseguenze di una caduta il premio Oscar Ennio Morricone. Il grande musicista e compositore, autore delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale da “Per un pugno di dollari” a Mission a “C’era una volta in America” da “Nuovo cinema Paradiso” a Malena , aveva 91 anni. I funerali si terranno in forma privata “nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza”. Lo annuncia la famiglia del premio Oscar attraverso l’amico e legale Giorgio Assumma. Ha salutato l’amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli e’ stato accanto fino all’estremo respiro ha ringraziato i figli e i nipoti per l’amore e la cura che gli hanno donato. Ha dedicato un commosso ricordo al suo pubblico dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto la forza della propria creatività”.

L’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova ha annunciato che la sera prima dell’inaugurazione del nuovo ponte suonerà un brano che Morricone ha composto in memoria delle vittime del crollo del Ponte Morandi.

Numerosi i messaggi di cordoglio per la scomparsa del maestro da parte del mondo della musica, della politica e della cultura. Oltre a comporre musica cosiddetta “colta”, Morricone ha confezionato – soprattutto tra gli anni ’60 e ’70 – una serie di collaborazioni con cantanti di musica cosiddetta “leggera”, firmando le musiche delle loro canzoni o arrangiandone i dischi.

Per citarne alcuni…

Claudio Baglioni sui social scrive: “Ennio caro quanti regali di musica e poesia ci hai fatto. La tua arte magnifica, potente e sensibile è unica e resta per sempre con noi. Mancherai al bene di tantissimi e al mio. Io che ho avuto l’onore e il privilegio di conoscerti e lavorare con te, ti mando un saluto e mi firmo come ti piaceva chiamarmi Audio Bagliori #EnnioMorricone”.

I Nomadi, con Beppe Carletti: “Continueremo a sognare attraverso le tue note… Ciao Maestro salutaci le stelle”.

Vasco Rossi

“Il privilegio dell’artista è morire sapendo che la sua arte non morirà mai.. W il Maestro Ennio Morricone!”, seguito da un cuore per dare la dimensione di un dolore immenso.

Laura Pausini

“Ennio… Maestro mio e di tutti. Questa è la nostra prima foto di tante altre che segnano ricordi bellissimi passati insieme. Dolce e ironico, affettuoso e premuroso, immenso artista… ti vorremo per sempre bene.. il tuo nome è nella storia e nell’orgoglio del nostro paese. È stato un onore averti conosciuto, averti guardato mentre scrivevi, averti sentito dire tante volte al telefono : Paola come sta? Tutta la mia famiglia si unisce alla tua con tutto il cuore e l’affetto in questo momento. Riposa in pace meraviglioso Artista, marito e padre. Foto del 30 aprile 2013 Roma, Forum Recording Studio. A seguire, lo spartito originale de La Solitudine scritta dal Maestro”

Il direttore d’orchestra Riccardo Muti:

“Un Maestro verso cui nutrivo amicizia e ammirazione. Di lui ho diretto una importante composizione “Voci dal silenzio” a Ravenna e a Chicago suscitando vera emozione tra il pubblico. Musicista straordinario non solo per le musiche da film ma anche per le composizioni classiche. Ci manchera’ come uomo e come artista”.

Photo Credit Riviera24.it

Claudio Baglioni: rinviati a giugno 2021 i 12 concerti alle Terme di Caracalla, inizialmente previsti a giugno 2020

Pubblicato il 18 Mag 2020 alle 3:25pm

A causa del perdurare dello stato di emergenza legato alla pandemia da Covid-19, i concerti per voce, solisti, orchestra e coro “DODICI NOTE” – le 12 serate che CLAUDIO BAGLIONI avrebbe dovuto tenere alle Terme di Caracalla di Roma – sono rinviati al prossimo anno. I concerti si terranno da venerdì 4 a venerdì 18 giugno 2021.

Sarà la prima volta in assoluto che la stagione estiva dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla ospiterà dodici serate consecutive dello stesso artista.

Un concerto di pop-rock sinfonico, che spazia dalle sonorità della grande orchestra classica con coro lirico a quelle di una poderosa big band con voci moderne. Un insieme, a volte sperimentale, che fonde i molteplici linguaggi musicali alla cui base ci sono 12 note: i 12 mattoncini con i quali riedificare, in un luogo simbolo di bellezza e arte millenaria, una casa virtuale di musica e parole.

Queste le date di “DODICI NOTE”, prodotte e organizzate da Friends & Partners e in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma per le date alle Terme di Caracalla:

4 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 6 giugno 2020)

5 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 7 giugno 2020)

6 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 8 giugno 2020)

8 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 9 giugno 2020) 9 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 10 giugno 2020)

10 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 11 giugno 2020)

12 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 13 giugno 2020)

13 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 14 giugno 2020)

14 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 15 giugno 2020)

15 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 16 giugno 2020)

17 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 17 giugno 2020)

18 giugno 2021 – Terme di Caracalla – ROMA (recupero 18 giugno 2020)

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

È possibile rivendere i biglietti utilizzando la piattaforma Fansale di TicketOne: https://www.fansale.it/fansale/

È possibile, inoltre, modificare il nominativo sul biglietto in proprio possesso, seguendo la procedura di cambio nominativo disponibile all’interno dell’area MyTicketOne sul sito www.ticketone.it.

Per tutte le informazioni: friendsandpartners.it

CLAUDIO BAGLIONI avrebbe portato “DODICI NOTE” in altri due teatri luoghi d’arte unici al mondo: il TEATRO GRECO di SIRACUSA e l’ARENA di VERONA. Anche questi show sono rinviati al 2021 e le nuove date verranno comunicate entro il 31 luglio 2020.

Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

50 anni vissuti in musica, 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Sono i numeri essenziali di una carriera unica e irripetibile: quella di CLAUDIO BAGLIONI, musicista, autore, interprete, che, dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a conquistare una generazione dopo l’altra, grazie a un repertorio pop, melodico e raffinato, nel quale ha saputo fondere canzone d’autore e rock, sonorità internazionali, world music e jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – il primo a inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1991, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.