collezione donna autunno inverno 2016 2017

Chanel, Lagerfeld dedica alle sarte la collezione autunno inverno 2016/17

Pubblicato il 07 Lug 2016 alle 7:29am

Chanel come se fosse in diretta dal suo atelier sulla passerella di Paris Haute Couture per l’autunno-inverno 2016-2017 ha organizzato una sfilata in cui non solo abiti, accessori e modelli erano i grandi protagonisti, ma anche tutto quello che è dietro le quinte.

In passerella sono infatti sbarcate sarte e manichini. Karl Lagerfeld per Chanel, al Grand Palais, ha voluto raccontare come nascono quegli abiti da sogno che vediamo in passerella, puntando tutto sul savoir faire dell’Haute Couture.

La nuova collezione porta in scena il trionfo del ricamo su capi dal taglio definito da una silhouette essenziale, grafica, filo conduttore di uno stile strutturato. Le giacche presentano spalle dal taglio angolare smussato, che si tiene in piedi con i punti e incornicia un profilo piatto senza imbottitura. Le maniche a 3/4 rispondono alle lunghezze 7/8 degli orli dei pantaloni wide-cut indossati sopra gli stivali di pelle altissimi drappeggiati. Le giacche di tweed evidenziano la vita con sporgenti tasche ricamate ad intarsi sui fianchi. Le stesse che appaiono su abiti cappotti in tweed intarsiato in trompe-l’oeil. Le modelle hanno i capelli tirati in alto e sorretti da un nastro di grosgrain con fiocco vezzoso.

Per spalle e orli sono decorati con cammei di pietre e piume, la vita è alta, i profili sono di cristalli colorati che punteggiano tasche sporgenti. Sfilano abiti-gabbia morbidi, gonne-anfora che tracciano una linea a matita. Tessuti ziberline, mikado, taffetas, faille, chiffon, crêpe georgette, organza, tulle di seta, pizzi ricamati e grosgrains trasparenti.

I colori sono quelli tipici autunnali: marroni, marron glacé, arancio chiaro, beige e grigio alla tavolozza di rosa, bianchi e neri a tinta unita o abbinati. La perfezione esigente dell’haute couture si riflette nei dettagli: fodere delle tasche sporgenti cuciture con spirali frange e intrecci di tulle e tweed. Il ricamo di pietre, paillettes opache, perline e piume viene moltiplicato per creare incantevoli fiori, cinghie da collo, alamari e polsini preziosi.

Gucci, la moda donna autunno inverno 2016/2017

Pubblicato il 28 Feb 2016 alle 7:50am

La moda di Gucci firmata Alessandro Michele per il prossimo autunno inverno 2016 parte dal Rinascimento e arriva fino allo studio 54.

Un viaggio iniziato nelle corti italiane e che si è spinto fino a Brooklyn, dove lo stilista ha incontrato Trevor (ma si fa chiamare anche Trouble) Andrew, musicista, artista, ma soprattutto “logomane folle”, tanto appassionato del marchio da farsi chiamare ‘Gucci Ghost’.

Un rappresentante dello street style che disegna fantasmini con il simbolo della maison e usa la parola Gucci come sinonimo di cool.

Sulla passerella si vede sfilare una creatura sofisticata, a tratti malinconica, dall’animo eccentrico, che ruba i colori vivaci di quadri dell’800 e li rivisita, inaspettatamente, in chiave contemporanea, o per essere più precisi, street.

Gli abiti da grand soir sono accompagnati da sensuali serpenti nel pizzo nero, ruches importanti che decorano l’orlo della veste verde indossata dalla bellissima Julia Nobis, o ispirazioni asiatiche che definiscono il lungo abito di Yumi Lambert.

E che dire delle scarpe? Subiscono in alcuni casi una rivisitazione bizzarra. Le classiche mary jane si impreziosiscono di gemme e di code pelose, mentre i platform estremi si abbinano alle collant, ton sur ton.