collezione primavera estate 2019

Giorgio Armani, la primavera estate è ispirata dall’Art Decò, gli Anni Ruggenti e Medio Oriente

Pubblicato il 25 Gen 2019 alle 6:12am

Giorgio Armani si lascia affascinare, per la collezione Primavera Estate 2019, dalle geometrie dell’Art Decò, degli Anni Ruggenti, dalla magia dell’orientalismo e dall’attrazione per la Cina. (altro…)

Giambattista Valli, per la collezione Primavera Estate 2019 punta sulla donna dallo spirito libero e l’anima profonda, stile anni ’60/70

Pubblicato il 09 Ott 2018 alle 4:24am

Per la prossima estate, Giambattista Valli, pensa ad una donna dallo spirito libero e un’anima profonda. “C’è l’idea del viaggio nella mia testa, ascoltavo la musica di Yoko Ono, una donna potente, così pacifista. Una donna con una bellissima storia d’amore”, dice lo stilista, che racconta di essere partito guardando dalle immagini della signora Lennon, sopratutto degli anni Sessanta e Settanta. “Sono andato attraverso il suo guardaroba”, spiega Valli, che manda in passerella una prima sezione di mini e preziosi abiti bianchi iper ricamati. C’è persino un ricamo a forma di bocca, ripreso dai disegni di Yoko Ono. Poi abiti lunghi a tunica, completi composti da casacca e gonna lunga in pizzo, sete e chiffon. Tutto estremamente candido, eccetto per alcuni tocchi di rosso, dedicati al ricamo a forma di bocca. Lo spirito è assolutamente anni Settanta, le silhouette anche.

“Piano piano la donna si trasforma in un secondo atto, con Pasolini, con le texture, i ricami e i colori dell’India – spiega Valli – Tutto è ricamato, c’è un enorme lavoro di ricerca, sulle silhouette”. Il diario di viaggio in India scritto da Pasolini spinge Valli ad esplorare quei territori, a guardare usi, costumi e colori dei paesaggi. Ecco che gli abiti lunghi con le ruches e lo strascico dietro, passione della donna di Valli, questa volta sono decorati con stampe floreali, di ogni forma e colore. La seconda parte della collezione è un tripudio di fiori. “Volevo dare un senso olfattivo nelle stampe”.

E il denim? Lo troviamo nel completo giacca-pantalone, iper ricamato con una cascata di fiorellini.

I gioielli invece sono collane con ciondoli in onice o malachite che impreziosiscono ancora di più gli abiti su cui sono abbinati e dando un tocco di modernità alle donne di oggi.

Valentino, la nuova collezione primavera estate in passerella a Parigi

Pubblicato il 02 Ott 2018 alle 7:43am

Valentino, porta in passerella a Parigi la nuova collezione pret-a-porter per la prossima primavera estate 2019. La couture scende per le strade delle città, abbraccia le donne di oggi sostenendo i loro valori e la libertà di essere se stesse, qui e ora. La moda esplora dunque gli spazi interiori, un luogo in cui essere se stessi, ed ecco che è l’interiore a plasmare l’esteriore per la collezione di Valentino, in passerella a Parigi.

Il direttore creativo Pierpaolo Piccioli racconta di essere partito “dall’idea della libertà e dei paradisi dove artisti, intellettuali e poeti erano liberi di esprimersi senza filtri. Pensavo al Maverick Festival, fondato nel 1905, una colonia di artisti che si incontravano ogni estate vivendo la loro arte e condividendo performance. Di luoghi così ce ne sono tanti nella letteratura”. L’interesse è per quei posti dipinti come un immaginario fantastico, luoghi di libertà. “Oggi la grande sfida è poter essere se stessi e potersi esprimere nel luogo in cui si vive. La possibilità di essere chi sei ovunque vuoi. Oggi è un momento in cui ribadire ciò in cui si crede”, dice Piccioli.

“Valentino oggi voglio che sia un marchio che guarda ai valori, spiega ancora lo stilista italiano. Così il percorso creativo della collezione parte dall’idea della couture, calata però nella realtà contemporanea con l’obiettivo di “portare la cultura della couture nel pret-a-porter”.

Luisa Spagnoli, un libro, una sfilata e una grande festa per festeggiare i 90 anni. Kate Middleton ambasciatrice del marchio

Pubblicato il 21 Set 2018 alle 9:26am

Un libro, una sfilata e una grande festa per celebrare i 90 anni di Luisa Spagnoli, celebre brand pioniere del made in Italy che ha il suo cuore creativo a Perugia, presieduto e diretto creativamente da Nicoletta Spagnoli.

Una standing ovation ha accolto Nicoletta per una sfilata-anniversario portata in passerella con una collezione seducente e raffinata, che le clienti Luisa Spagnoli ormai anche giovanissime apprezzeranno in tutto il mondo.

Sullo sfondo della Sala delle Cariatidi in Palazzo Reale hanno sfilato colori forti ed essenziali, dal giallo al turchese, passando per il rosso, rosa confetto, sino ad arrivare ai toni classici per la gran sera, il bianco e il nero ravvivati da tocchi di oro intorno alla vita. Colori e modelli che andranno in scena la prossima primavera estate 2019. Linee morbide, eleganti, fascianti, con cinture anche di pelle e fasce in vita.

Sulle sedute degli ospiti un Bacio Perugina tutto rosa, per ricordare la grande e romantica e dolce invenzione degli inizi del Novecento di Luisa Spagnoli.

“Era giusto organizzare un evento consono”, ha spiegato l’amministratore delegato Nicoletta Spagnoli, che elegge poi Kate Middleton come “ambasciatrice” del marchio.