consulta

Corte Costituzionale, giudicato inammissibile i ricorso presentato da 37 senatori del Pd

Pubblicato il 11 Gen 2019 alle 7:12am

La Corte Costituzionale ha giudicato “inammissibile” il ricorso presentato da 37 senatori del Partito democratico sul conflitto tra poteri durante l’approvazione della manovra in Parlamento a fine dicembre, e stabilito le future modalità di decisione e approvazione che comportino forti e gravi compressioni dei tempi di discussione, le quali “dovranno essere abbandonate altrimenti potranno non superare il vaglio di costituzionalità”. Il ricorso era stato annunciato durante l’iter di discussione e approvazione della legge di bilancio al Senato. (altro…)

“Jobs Act sbagliato, il governo dia risposte”, le parole di Roberto Speranza leader della sinistra democratica

Pubblicato il 15 Gen 2017 alle 11:07am

Ci sono punti del Jobs Act che vanno cambiati. La Consulta ha bocciato il quesito sull’articolo 18, ma non si può assistere impotenti alla crescita dei licenziamenti disciplinari “. Così Roberto Speranza, leader della sinistra dem, dice la sua chiedendo modifiche urgenti sul lavoro al governo. “Se nulla si muoverà – annuncia Speranza – il mio sarà un Sì ai due referendum e una sfida sull’articolo 18“. (altro…)

Jobs act, Consulta boccia referendum su art.18; sì a voucher e appalti. Camusso: “Ricorreremo alla Corte Europea”

Pubblicato il 11 Gen 2017 alle 5:41pm

No al referendum sull’articolo 18, sì invece a quelli sui voucher e sugli appalti. È quelloc che si è deciso oggi con il verdetto emesso dalla Consulta al termine delle due ore di udienza a porte chiuse. (altro…)

Lavoro, permessi legge 104 estesi anche ai conviventi

Pubblicato il 25 Set 2016 alle 7:12am

Anche il convivente di persona disabile potrà occuparsi d’ora in poi, dell’ assistenza in favore del partner malato o invalido. Ad usufruirne – al pari dei coniugi e dei parenti fino al secondo grado – dei tre giorni di permesso mensile retribuito, coperto da contribuzione figurativa previsti dalla legge 104 del 1992.

A deciderlo la Consulta con la sentenza 213 depositata venerdì 23 settembre – camera di consiglio del cinque luglio – che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della legge 104 del 1992, e successive modifiche del 2010, nella parte in cui «non include il convivente» tra i «soggetti legittimati a fruire del permesso mensile retribuito per l’assistenza alla persona con handicap in situazione di gravità, in alternativa al coniuge, parente o affine entro il secondo grado».

I giudici della Consulta hanno ritenuto che le questioni sollevate dal giudice del lavoro di Livorno relativamente ad una causa intrapresa da una dipendente dell’Asl, il cui compagno è affetto da morbo di Parkinson, erano fondate.

Napoli: accolto ricorso rimborso a pensionato dopo sentenza Consulta

Pubblicato il 01 Giu 2015 alle 6:25am

Un’ingiunzione di pagamento di 3.074 euro a titolo di arretrati è arrivata dopo la bocciatura del blocco delle indicizzazioni delle pensioni da parte della Corte Costituzionale. (altro…)

Bocciato dalla Consulta il taglio delle Province “Riforme non si fanno per decreto”, sì taglio tribunali

Pubblicato il 04 Lug 2013 alle 10:20am

I giudici della Corte Costituzionale, riuniti a palazzo della Consulta hanno sentenziato che la legge che riforma e ‘taglia’ il numero delle Province è incostituzionale. (altro…)

Sanremo 2012: Celentano attacca la Chiesa e i giornali di Famiglia Cristiana e Avvenire

Pubblicato il 15 Feb 2012 alle 10:40am

Lo si può benissimo soprannominare il “re” del nulla. Ha portato avanti, nella prima serata, del Festival di Sanremo, un discorso senza logica, un senso preciso. E’ arrivato sul palco, nel mezzo di un video, con tanto di scene violente di bombardamenti e uccisioni di giovani, che subito, è partito all’attacco, toccando dai preti ai giornali cattolici come Avvenire e Famiglia Cristiana, passando poi per il critico del Corriere Aldo Grasso fino ad arrivare alla Consulta che ha bocciato il Referendum e alla dg Rai Lorenza Lei, che avrebbe allontanato Santoro.

Ha affermato che il popolo dovrebbe avere un potere sovrano, ma invece non comanda nulla. Duri i commenti del popolo di Facebook e Twitter. Tutti contro di lui.

I cantanti che si sono visti emarginati già nella prima serata del Festival, per un suo show durato oltre 38 minuti, affiancato anche da Morandi, Papaleo, Pupo ed infine da Elisabetta Canalis.

Non sono mancati, neppure i problemi con il sistema del televoto, tanto che alla fine nessuno è stato eliminato e tutti i cantanti dovranno esibirsi nuovamente questa sera. Disapprovazione anche da parte della giuria.