cuba

Coronavirus, a Crema arrivano 37 medici e 15 infermieri cubani specializzati nel trattamento di malattie infettive

Pubblicato il 22 Mar 2020 alle 5:17pm

Arrivati a Crema, 37 medici e 15 infermieri cubani specializzati nel trattamento di malattie infettive per aiutare il personale sanitario che si sta occupando dei malati di COVID-19. (altro…)

Laura Pausini realizza il suo sogno, cantare a Cuba davanti a 250 mila persone

Pubblicato il 28 Giu 2018 alle 10:59am

Laura Pausini ha realizzato il suo sogno, cantare a Cuba. La cantante italiana di fama internazionale è stata l’ospite speciale del concerto che i Gente de Zona hanno regalato alla loro città. Davanti a 250mila persone, Laura ha cantato le versioni spagnole di La solitudine, Non c’è e un frammento a cappella di Strani Amori, e per la prima volta dal vivo si è esibita con il duo con la versione remix di Nadie ha dicho, il brano che ha lanciato il suo nuovo progetto.

“Il mio sogno, in questi 25 anni di carriera, era cantare per i miei fan a Cuba, uno dei pochi paesi al mondo che non avevo mai visitato. Per un cantante, il modo migliore per dire ‘grazie’ al proprio pubblico è cantare dal vivo, guardare i volti, cantare insieme le canzoni. Tutto questo è stato possibile grazie ai miei amici Gente de Zona e la nostra canzone “Nadie ha dicho”. Non dimenticherò mai questa giornata pazza e bellissima fatta in 24 ore senza dormire, ma con il cuore pieno d’amore. La musica unisce, la amo”, ha scritto la cantante su Instagram.

Foto Ufficio stampa

Video – dichiarazioni Laura Pausini esibizione a Cuba

Addio a Fidel Castro, ex presidente di Cuba. Funerali il 4 dicembre

Pubblicato il 26 Nov 2016 alle 1:52pm

Addio a Fidel Castro, líder máximo ed ex presidente di Cuba. Il leader rivoluzionario che conquistò il potere sull’isola nel 1959, rovesciando la dittatura di Fulgencio Batista, aveva 90 anni. Lo ha annunciato poco dopo la mezzanotte di venerdi (questa mattina in Italia) il fratello, Raúl Castro, attuale presidente dell’isola.

«Il comandante in capo della Rivoluzione cubana è deceduto stasera alle 22.29», ha annunciato Raúl con voce tremante. «Il corpo di Fidel Castro sarà cremato nelle prossime ore», ha aggiunto Raúl, concludendo con lo slogan tanto amato dal fratello maggiore: «Hasta la victoria, siempre».

I funerali di Fidel Castro si terranno il prossimo 4 dicembre. Ad annunciarlo è il governo. La cerimonia si svolgerà nel cimitero di Santa Ifigenia, nella città di Santiago de Cuba. Proclamati 9 giorni di lutto nazionale. Arco di tempo in cui saranno sospese «tutte le attività e gli eventi pubblici, la radio e la tv rispetteranno una programmazione informativa, patriottica e storica».

Nel corso della settimana di lutto una processione con le ceneri dell’ex presidente cubano attraverserà tutto il Paese per quattro giorni di fila.

Santiago di Cuba è la città dove si trova la caserma Moncada, il cui fallito assalto il 26 luglio 1953 viene considerato tradizionalmente l’inizio della Rivoluzione Cubana.

Chanel in passerella a Cuba con la Collezione Crociera 2016-17

Pubblicato il 05 Mag 2016 alle 8:00am

Può essere definita storica la sfilata di Chanel tenuta nel Paseo del Prado, un suggestivo viale del centro storico dell’Avana, la prima in America Latina della maison francese.

Protagonista la “Collezione Crociera 2016-17”, un mix tra il fascino di Cuba negli anni Quaranta e Cinquanta e l’eleganza del marchio Chanel.

Vestiti verde oliva ispirati alle uniformi, berretti alla Che Guevara reinventati e ricamati di paillettes e stampe etniche di ispirazione afro-cubana, ma anche grande classici: il completo bianco e nero e panama indossato dalla musa di Karl Lagerfeld, Stella Tennant.

Il designer ha voluto mettere insieme l’alta società di Cuba e la sua identità più profonda: colori, stampe con le almendrones, auto d’epoca in giro per l’isola, e un parterre d’eccezione composto da Gisele Bundchen, Vin Diesel e il cast di Fast and Furious, Geraldine Chaplin, Tilda Swinton, ma soprattutto i cubani venuti a curiosare, affacciati ai balconi sul corso.

La star della serata è stata Antonio Castro, uno dei nipoti di Fidel Castro, scelto come modello della sfilata. Noto come Tony, è il figlio 19enne di Antonio Castro, il primo dei 5 figli che il “Lider Maximo” della Rivoluzione cubana ha avuto con la seconda moglie, Dalia Soto Del Valle, con alle spalle esperienza di modello fotografico nel mondo dei blog di alta moda dell’isola.

Il Papa a Cuba “la riconciliazione con gli Usa sia da esempio al mondo intero”

Pubblicato il 20 Set 2015 alle 1:52pm

“Credo che oggi il mondo sia assetato di pace” ha detto il Papa prima di partire per Cuba ai giornalisti, raccontando di aver incontrato poco prima, una famiglia di profughi siriani ospitati nella parrocchia sant’Anna in Vaticano.

“Mi sono emozionato tanto: si vedeva il dolore nei loro volti”, e la sete di “giustizia, pace, libertà e riconciliazione”.

Tant’è che al suo arrivo a Cuba ha chiesto per questa terra proprio questi valori, cardini di un futuro migliore per l’intero popolo cubano, ripetendo nel primo discorso del viaggio “l’ardente appello” che nel 1998 fu pronunciato anche da San Giovanni Paolo II, affinché “Cuba si apra con tutte le sue magnifiche possibilità al mondo e il mondo si apra a Cuba”.

Il Santo Padre ha poi citato anche il padre dell’indipendenza cubana, Jose’ Marti’, nel suo discorso di benevenuto, per spiegare in parole povere che la vittoria che la Santa Sede auspica per Cuba è quella “di un sistema, morto per sempre, di dinastia e di gruppo”.

L’auspicio è che si realizzi un superamento delle chiusure che oggi penalizzano i cubani: quelle ideologiche e di apparato che hanno a lungo caratterizzato il regime comunista, e di tipo economico imposte dall’esterno con l’embargo.

Pronta subito la risposta del presidente Raul Castro “Abbiamo apprezzato il suo sostegno al dialogo tra gli Stati Uniti e Cuba”, ha detto al Pontefice, sottolineando che “il ripristino delle relazioni diplomatiche è stato un primo passo nel processo verso la normalizzazione dei rapporti tra i due paesi che richiederanno la risoluzione dei problemi e riparazione delle ingiustizie”.

“L’ambargo – ha scandito – ha causato danni umani e le difficolta’ per le famiglie cubane: e’ crudele , immorale e illegale. E’ necessario rimuoverlo”.

“Il territorio usurpato della Base Navale di Guantanamo deve essere restituito a Cuba”, ha continuato il presidente, elencando le questioni aperte ancora con gli Usa, partendo proprio dall’embargo.

Da parte sua Francesco ha espresso, “sentimenti di speciale considerazione e rispetto” per Fidel Castro, come primo atto della visita di oggi.

Il Papa ha poi confidato che la distensione che ha contribuito ad avviare tra Cuba e gli Stati Uniti possa essere contagiosa anche per altri stati dove sono in corso tensioni e guerre.

“Il mondo necessita di riconciliazione”, ha detto ancora evocando la prospettiva di una terza guerra mondiale a pezzi”. “Questo viaggio apostolico – ha poi ricordato il Papa – coincide con il primo Centenario della proclamazione della Vergine della Carita’ del Cobre a patrona dell’Isola”. E da quel momento la Vergine “ha accompagnato la storia del popolo cubano, sostenendo la speranza che custodisce la dignità delle persone nelle situazioni più difficili e difendendo la promozione di tutto ciò che conferisce dignità all’essere umano”.

“In questi giorni – ha concluso – avrò l’occasione di recarmi al Santuario del Cobre come figlio e pellegrino, a pregare nostra Madre per tutti i suoi figli cubani e per questa amata Nazione, perché segua l’esempio dei veterani della guerra d’indipendenza, che “mossi da sentimenti di fede e di patriottismo, chiesero che la Vergine mambisa fosse la patrona di Cuba come Nazione libera e sovrana”.

Grande accoglienza riservata a Francesco dai cubani. Decine di migliaia le persone che affollavano i bordi dell’autostrada, lunga 18 chilometri che separa l’aeroporto internazionale “Jose’ Marti'” dal centro dell’Avana. La folla salutava il papa sventolando fazzoletti bianchi, il papa in piedi sull’automobile rispondeva a tutti con un saluto con la mano.

Cuba, dopo 54 anni riapre l’ambasciata USA. Kerry ringrazia Papa Francesco per il ruolo svolto per la pace

Pubblicato il 15 Ago 2015 alle 10:38am

A distanza di 54 anni, torna a sventolare a Cuba la bandiera americana. “Siamo qui perché i nostri leader, Barack Obama e Raul Castro, hanno preso la decisione coraggiosa di smettere di essere prigionieri della storia”, ha affermato il segretario di Stato Usa, John Kerry, nel corso della cerimonia di riapertura dell’ambasciata americana a Cuba. (altro…)

Incontro tra Papa Francesco e Raul Castro. Il presidente cubano: “Leggo tutti i suoi discorsi, se continua così tornerò alla Chiesa cattolica, anche se sono comunista”

Pubblicato il 10 Mag 2015 alle 3:08pm

E’ durato cinquantacinque minuti il cordiale incontro tra il presidente Raúl Castro e Papa Francesco, durante il quale il primo ha ringraziato il secondo per quanto la Santa Sede ha fatto per favorire il disgelo nelle relazioni con gli Stati Uniti. (altro…)

Disgelo Cuba e Usa grazie a Papa Francesco, ripristinati voli e traghetti. Domenica, Raúl Castro in Vaticano

Pubblicato il 07 Mag 2015 alle 7:04am

La Santa Sede ha annunciato che il Santo Padre riceverà domenica in Vaticano, Raúl Castro in un incontro strettamente privato. I due leader parleranno a lungo dell’avvicinamento tra gli Usa e Cuba. (altro…)

Papa Francesco pensa ad un viaggio a Cuba, durante la sua visita negli States

Pubblicato il 18 Apr 2015 alle 8:23am

Il Papa “ha preso in considerazione l’idea di compiere una tappa a Cuba in occasione del suo prossimo viaggio negli Stati Uniti. Tuttavia i contatti con le autorità del Paese sono ancora ad uno stadio troppo iniziale perché oggi si possa parlare di questa tappa come di una decisione presa e di un progetto operativo”. (altro…)

Usa e Cuba fanno la pace, grazie anche a Papa Francesco

Pubblicato il 18 Dic 2014 alle 9:52am

Papa Francesco rinsalda i rapporti tra Usa e Cuba. (altro…)