dengue

Conegliano, giovane torna dall’Asia con febbre a 40: è “dengue”

Pubblicato il 31 Lug 2018 alle 8:49am

Probabile virus del dengue in un giovane coneglianese, rientrato da un lungo soggiorno in un Paese del Sud est asiatico. I sintomi della malattia si sono manifestati lunedì 23 luglio, due giorni dopo il ritorno.

Il giovane presentava febbre alta che superava i 40°, cefalea e dolori articolari diffusi.

Recatosi al Pronto Soccorso è stato immediatamente ricoverato all’Ospedale di Conegliano. Le sue condizioni sono apparse tuttavia buone. La conferma laboratoristica del probabile caso di Dengue si avrà lunedì. Di origine virale, la dengue è trasmessa all’uomo dalle punture di zanzare tigre che hanno, a loro volta, punto una persona infetta.

Non si ha quindi un contagio diretto tra esseri umani, anche se l’uomo è il principale ospite del virus. Nell’area in cui risiede il giovane saranno effettuati due trattamenti di disinfestazione, così come previsto dal Piano regionale di lotta ai vettori.

L’Ulss procederà poi ad effettuare, per due settimane, campionamenti delle zanzare nella zona circostante l’abitazione del giovane.

Utilizzo di nanoparticelle d’oro per sconfiggere i virus

Pubblicato il 21 Dic 2017 alle 6:10am

Arriva una nuova arma per combattere i virus: arrivano le nanoparticelle d’oro. All’ospedale San Luigi i ricercatori dell’Universita’ di Torino e dell’Ecole Polytechnique Federale de Lausanne sono riusciti a creare delle nanoparticelle non tossiche che esercitano una pressione locale sulla particella virale fino a causarne la distruzione. (altro…)

Allarme Virus Dengue a Trento, un uomo infetto

Pubblicato il 14 Lug 2017 alle 8:45am

A San Pio X, un quartiere di Trento, è stato segnalato un caso di Dengue che ha mandato in tilt tutto il quartiere. Il Comune di Trento, ha però diramato un avviso nel quale ha comunicato che darà l’avvio ad una disinfestazione straordinaria delle zanzare, veicolo attraverso il quale viene trasmessa appunto la malattia. (altro…)

Dengue, malattia delle zanzare, dopo Bologna un caso anche a Firenze

Pubblicato il 17 Ago 2015 alle 6:03am

Dopo il caso di Dengue identificato alcuni giorni fa nel quartiere Santo Stefano a Bologna, per cui è partita subito profilassi volta ad eliminare qualsiasi presenza di zanzara tigre o di larve annidate nell’area tra via Cartoleria e via Castiglione, anche nelle abitazioni private, scatta ora una nuova profilassi a Firenze.

La disinfestazione anti-zanzare è stata eseguita, in via precauzionale, in due aree del centro storico, dopo che un giovane ventiduenne rientrato dal Brasile, ha dichiarato ai medici che stanno curando di essersi recato in un ospedale brasiliano dove i medici gli hanno diagnosticato la malattia infettiva.

La Dengue è una patologia che si trasmette tramite le punture delle zanzare tigri della specie Aedes.

E’ molto diffusa nel centro/sud America, e provoca febbre alta e vomito.

In genere la patologia scompare nel giro di una settimana, ma può causare anche dolori muscolari che durano per più di un mese.

La Dengue è arrivata in Italia, tramite le zanzare tigre, giunte alcuni anni fa per caso (forse con qualche viaggiatore di ritorno dal centro America) che hanno trovato un habitat ideale nella Pianura Padana e in altre zone del paese, e che ogni estate proliferano anche da noi.

Al momento contro la Dengue non esiste ancora un vaccino, pertanto, l’unico modo per prevenirla è quello di disinfettare i luoghi dove possibile che le zanzare si annidino e procreino.

Per questo, asl di Firenze ha fatto sapere che la disinfestazione riguarda “un’area di 100 metri intorno ai luoghi dove ha soggiornato e soggiorna” il giovane tornato dal Brasile.

Dagli squali un antivirale contro dengue ed epatiti

Pubblicato il 22 Set 2011 alle 8:00am

Secondo uno studio pubblicato su Pnas da un gruppo di studiosi della Georgetown University (Stati Uniti) con a capo Michael Zasloff la squalamina, una sostanza che è presente nel fegato degli squali, sarebbe in grado di contrastare le infezioni caustae dai virus della febbre gialla, della febbre dengue nonché di alcuni tipi di epatiti come la B e la D, che possono generare insufficienza epatica e cancro. (altro…)