diete

“Il Metodo Wellbeing – La dieta che ti allunga la vita”, da ieri 9 novembre in tutte le librerie

Pubblicato il 10 Nov 2016 alle 6:44am

Che cos’è il Metodo Wellbeing?, il Metodo Wellbeing è un nuovo stile alimentare ideato da Luca Naitana e da Anna Masi, fondato sul principio che occorre mangiare bene per stare bene in salute. (altro…)

In arrivo il piatto assorbi calorie, invenzione che promette di rivoluzionare il mondo delle diete

Pubblicato il 25 Mag 2016 alle 7:12am

Si chiama AbsorbPlate ed è un’invenzione che promette di rivoluzionarie il mondo delle diete. Messo a punto da un’azienda thilandese, è un piatto che ha dei piccoli fori che asciugano fino a 7 millilitri di olio dalle pietanze. Risultato? Si riducono le calorie di ogni pasto del 30 per cento.

Il piatto, sviluppato da BBDO Bangkok in collaborazione con il ministero della Salute thailandese, non è stato ancora lanciato sul mercato.

Spiegano gli ideatori, “Si tratta comunque di un rimedio parziale. Per perdere peso. Occorre prestare però molta attenzione ai cibi che vengono ingeriti, senza creare squilibri nutrizionali”.

Il funzionamento del piatto è molto semplice: la plancia è formata da circa cinquecento piccoli fori che fanno colare l’olio in punti inaccessibili alle posate.

“Il meccanismo è simile a quello di una spugna” e l’effetto “è lo stesso della compressione di un pezzo di carta contro la pietanza”.

Olio extravergine di oliva rimedio naturale per il diabete

Pubblicato il 25 Lug 2015 alle 6:45am

L’olio l’extravergine d’oliva ottimo rimedio naturale nella cura del diabete. (altro…)

Obesità: il peperoncino, per restare in forma anche mangiando grassi

Pubblicato il 11 Feb 2015 alle 7:02am

I ricercatori dell’Università del Wyoming hanno scoperto che l’aggiunta di capsaicina, sostanza contenuta nel peperoncino, può aiutare a prevenire l’obesità nei topi e non solo. (altro…)

Perdere peso digiunando 12 ore al giorno

Pubblicato il 21 Gen 2015 alle 7:18am

Secondo un nuovo studio, condotto dal Salk Institute for Biological Studies di San Diego e pubblicato sulla rivista Cell Metabolism, che ha analizzato il comportamento di alcuni topi di laboratorio alimentati con quattro differenti diete dal medesimo apporto calorico, mangiare a orari fissi influenza il ritmo circadiano più di quanto non faccia il ciclo di luce e buio.

I ricercatori hanno sottoposto le cavie a quattro “diete” diverse che prevedevano il medesimo apporto calorico ma una differenziazione delle sostanze introdotte: ad alto contenuto di grassi, ad alto contenuto di fruttosio, ad alto contenuto di grassi e di saccarosio e crocchette, imponendo ad alcuni roditori di mangiare quando volevano, mentre ad altri di farlo solo a determinati orari, periodi di alimentazione di 9, 12 o 15 ore.

Ebbene, l’esperimento che è durato 38 settimane ha fatto emergere che un orario fisso per i pasti garantisce una ”protezione” contro problemi metabolici e obesità.

I topi, infatti, che hanno mangiato “quando volevano”, seppure nelle stesse quantità degli altri, tendevano ad essere obesi e a sviluppare problemi metabolici. Mentre, i roditori che si alimentavano ogni nove o dodici ore non accusavano alcun problema.

Da qui i ricercatori sono arrivati alla conclusione che chi mangia a intervalli di tempo limitati alle prime dodici ore della giornata non solo previene l’accumulo di grasso, ma riesce anche a perdere peso.

Obesità: si può combattere anche solo con esercizio fisico

Pubblicato il 12 Apr 2012 alle 9:54am

Si può pure evitare di mettersi a dieta per perdere peso, ricorrendo solo ad un costante esercizio fisico che possa ridurre i grassi in eccesso. (altro…)