diversità

Barbie e Ken senza capelli o con vitiligine o disabilità

Pubblicato il 02 Feb 2020 alle 6:15am

Senza capelli, con vitiligine, con protesi (dorata) sono solo alcune delle nuove bambole inclusive di Barbie lanciate nel programma orientato all’accoglienza della diversità. Le nuove bambole si uniscono a più di 170 diverse dolls e anche a Ken lontani dal modello perfettissimo e plasticoso degli ultimi anni, soprattutto: un Ken dai capelli lunghi e fluenti e il primo Ken dai capelli rossi.

Barbie Fashionistas è la linea entro la quale il brand offre più diversità ed inclusione. Le bambine e i bambini possono scegliere fra una grande varietà di tonalità di pelle, colori di occhi, texture e colori di capelli, corporature e look. La varietà offerta è stata creata con l’intento di ispirare la bambola con cui si è più in sintonia.

Differenti forme del corpo a seconda della corporatura, tra cui Tall, Petite, Curvy e una doll con un busto più piccolo, un punto vita meno definito e braccia più robuste. Dolls che riflettono disabilità permanenti, come nel caso di una bambola con una protesi e una con sedia a rotelle e rampa di risalita.

Esistono poi per Barbie 5 tipologie di corporatura diverse, 22 carnagioni, 76 acconciature, 94 colori di capelli e 13 colori di occhi, mentre Ken è disponibile in 4 corporature, 18 tipi di lineamenti, 13 incarnati, 9 colori di occhi e 22 colori di capelli.

Michael Kors, per l’autunno inverno 2018/19, una collezione all’insegna della diversità

Pubblicato il 16 Feb 2018 alle 5:41am

Al Vivian Beaumont Theatre di Lincoln Center, Michael Kors ha portato in scena una antologia “delle sue cose preferite”: come nella canzone di “Tutti Insieme Appassionatamente” ed ha chiuso la sfilata per il prossimo autunno inverno 2018/19. Iconico/eclettico e’ il leitmotiv di questa collezione all’insegna della diversità’: dall’eta’ delle modelle, dai 16 ai 48, alle taglie, da extra-small alla 56.

Alle clienti, Kors vuole offrire “un nuovo migliore amico su cui poter contare, ma le possa anche sorprendere”. Lo stilista, che ha invitato il britannico David Downton a creare una “capsule” collection” nella collezione ispirandosi al volto di tre donne simbolo (“Claudia, una leonessa, Brooke, una gran dama e Lola,l’iconoclasta”), ha proposto un guardaroba dallo stile personale: tartan e strisce, grandi fiori romantici e i pois, golf a motivi Fair Isles portati sopra i pantaloni di seta del pigiama maschile, argyle a rombi impreziositi di fiori di paillettes. In omaggio al movimento #MeToo c’e’ tanto nero per la sera, come durante il red carpet dei Golden Globes: “Ho sperimentato con il nero perche’ sono d’accordo con questa presa di posizione”.

Foto Ansa