doping

Doping, svolta nell’inchiesta sul culturista 30enne morto a Foggia: arrestato titolare palestra

Pubblicato il 06 Mag 2016 alle 8:58am

Il titolare di una palestra di Foggia è stato arrestato dalla Polizia e dalla Guardia di finanza perché ritenuto colpevole del del commercio illegale di sostanze dopanti, nell’ambito dell’inchiesta sulla morte, di un giovane culturista di 30 anni, Gianni Racano, avvenuta lo scorso 17 aprile, dopo un ricovero in ospedale.

I particolari dell’operazione -si legge in una nota congiunta della Polizia e delle Fiamme Fialle – saranno diffusi domani mattina.

Intanto un altro atleta di cinquant’anni è stato ricoverato. Secondo gli investigatori è altamente fondato il sospetto che entrambi gli sportivi abbiano assunto sostanze dopanti anche in vista di una gara agonistica di body building che si disputerà a Foggia nel prossimo mese di giugno.

Doping: Carolina Kostner “Ho sbagliato ma mi rimetto in gioco”

Pubblicato il 07 Ott 2015 alle 6:00am

Carolina Kostner parla per la prima volta alla stampa dopo che il tribunale arbitrale dello sport di Losanna le ha dato l’ok per gareggiare a partire dal prossimo primo gennaio, 2016.

“Ho fatto un errore. Lo riconosco e sono consapevole di averlo commesso. Ma l’ho fatto in buona fede. Il doping non va tollerato. Va combattuto”.

Queste le parole della 28enne ed ex campionessa mondiale di pattinaggio artistico su ghiaccio.

“Oggi torno a respirare. Ho imparato molto da questo periodo – ha spiegato ieri la pattinatrice in conferenza stampa – come la capacità di accettare le critiche se costruttive. Ho passato momenti difficili e duri. La vita prima ti fa cadere e poi ti insegna”. “Nell’ultimo periodo sono circolare voci fantasiose. Io non sto male, anzi sto molto bene e sono felicissima di tornare a dedicarmi alla mia vita sportiva e professionale”.

“Le gare – ha concluso la Kostner – mi sono mancate. Mondiali di Boston? Ci sono ancora molte cose da valutare. Ma sento di avere tutte le porte aperte, spero che tutto finisca anche per Schwazer”.

Doping, squalifica e condanna per Carolina Kostner

Pubblicato il 18 Gen 2015 alle 7:48am

La procura Antidoping condanna ad un anno e mezzo di squalifica e mille euro di spese processuali Carolina Kostner.

La pattinatrice di Ortisei è stata condannata a causa dell’ex fidanzato e marciatore Alex Schwazer, implicato in una brutta vicenda di doping.

L’azzurra avrebbe evitato di denunciarlo. E dopo la sentenza ha prontamente annunciato: “Sono molto amareggiata, ma non mi arrendo, andrò fino in fondo”.

Carolina non perderà i tanti trofei vinti, tra cui il mondiale, i cinque europei e il bronzo olimpico a Sochi, ma la sentenza è, per lei, un macigno, come la vicenda doping lo fu per l’ex fidanzato marciatore di Vipiteno.

La Procura aveva inizialmente chiesto quattro anni e tre mesi, ma le ha poi abbassato la condanna.

Armstrong: “Ero dopato in tutti e sette i Tour vinti”

Pubblicato il 18 Gen 2013 alle 10:36am

Lance Armstrong ha rivelato di aver assunto sostanze dopanti per vincere i suoi sette Tour de France. (altro…)

The Sunday Time chiede i danni ad Armstrong, vuole 1,2 milioni di euro

Pubblicato il 31 Dic 2012 alle 8:28am

Il settimanale britannico “The Sunday Times” ha intenzione di fare causa a Lance Armstrong per 1,2 milioni di euro, a distanza di sei anni dal primo accordo avvenuto nel 2006. (altro…)