droghe

Nuove droghe, 730 nuove sostanze, allarme psichiatri: “Effetti devastanti”

Pubblicato il 24 Giu 2019 alle 6:49am

Sono 730, secondo l’ultimo report dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (Emcdda), le nuove sostanze psicoattive in vendita in Europa, 55 delle quali segnalate nell’ultimo anno.

Dal congresso della Società italiana di psichiatria (Sip) in corso a Firenze, gli esperti parlano di un vero e proprio allarme a causa degli effetti terribili che spesso si hanno sui giovani e giovanissimi.

«Di frequente – spiega Massimo Di Giannantonio, presidente eletto Sip – sono frutto del ‘riciclaggio di prodotti sintetizzati in passato per scopi farmacoterapeutici e spesso abbandonati a causa dei notevoli effetti avversi. Da un punto di vista farmacologico, le Nps sono estremamente eterogenee. Una loro possibile classificazione muove dalla categoria di sostanze delle quali esse mimano gli effetti. Ad esempio i cannabimimetici sintetici o catinoni sintetici. Ma anche all’interno di questi macrogruppi, le differenze rendono la predizione dei rischi per la salute estremamente complessa».

Altre difficoltà sono dovute al loro dubbio status legale, all’impossibilità di rintracciarle con i comuni test tossicologici e al loro ‘marketing sul web’, che consente di raggiungere infiniti potenziali acquirenti, molto spesso giovani o giovanissimi.

«Gli effetti sulla salute fisica e mentale – aggiunge Enrico Zanalda, presidente Sip – sono estremamente variabili. A porre i maggiori rischi sono sostanze stimolanti come catinoni sintetici e fenetilamine, responsabili di episodi di delirio paranoide, agitazione psicomotoria grave, aggressività, allucinazioni, nonché ipertensione, crisi convulsive, disturbi cardiovascolari, addirittura coma. Ma sono pericolosi anche i cannabimimetici sintetici, spesso causa di intossicazioni potenzialmente fatali, ma anche di sintomi psicotici non transitori».

«Non da ultimo – conclude Di Giannantonio – ricordiamo la comparsa nel gruppo delle Nps dei nuovi oppioidi sintetici, a partire dal 2009: tali molecole sono estremamente potenti, e comportano una seria minaccia per la salute pubblica. Si tratta di prodotti dalla notevole potenza: il fentanyl, capostipite di questa famiglia, ha una azione circa 100 volte maggiore rispetto a quella della morfina».

Tra le sostanze più utilizzate ai giorni nostri ci sono, dicono gli esperti, il fentanyl, un potente oppioide sintetico, è uno dei più noti, soprattutto negli Stati Uniti. Viene utilizzato da solo o come adulterante di partite di sostanze classiche, soprattutto eroina, causando così scie di decessi per overdose. Ma sono tante le cosiddette Nuove Sostanze Psicoattive (Novel Psychoactive Substances), quelle che vengono definite nuove droghe, difficili da riconoscere e da trattare. Si calcola che in generale siano circa 88 milioni (il 25%) gli europei che hanno consumato sostanze illecite almeno una volta nella vita. Cannabis e cocaina sono ancora quelle più consumate (rispettivamente il 24,8 e il 5,1%).

Istituita una mappa dei decessi per overdose in Italia, si chiama Geovedose

Pubblicato il 02 Apr 2018 alle 8:00am

Si chiama Geovedose ed è una mappa che serve a tracciare le morti per overdose – anche i ricoveri e i decessi sospetti- in Italia. Nel 2017 le morti italiane per overdose sono state 194, nel 2018 fino ad oggi, 48. La mappa illustra la posizione, il sesso la provenienza e l’età media delle vittime morte per overdose. (altro…)

Robbie Williams: “Ho paura per la mia salute mentale”

Pubblicato il 01 Mar 2018 alle 6:52am

Una dolorosa battaglia con la salute mentale quella di Robbie Williams. Confessioni shock quelle fatte in un’intervista rilasciata a The Sun. (altro…)

Scott Weiland, viagra, psicofarmaci e cocaina nel tour bus dove è morto. La ex moglie “Non glorificate questa tragedia”

Pubblicato il 12 Dic 2015 alle 3:38pm

Nuovi dettagli emergono in queste ore sulla morte di Scott Weiland.

Il tour bus dove la star è stata trovata morta lo scorso 3 dicembre era pieno di sostanze e medicinali di diverso tipo.

La polizia ha rinvenuto tra i tanti cocaina, marijuana, viagra, calmanti, antidolorici, sonniferi e uno psicofarmaco che probabilmente l’ex leader degli Stone Temple Pilots assumeva dal lontano 2001, quando gli era stato diagnosticato una patologia da disturbo bipolare.

Durante la sua carriera il cantante aveva spesso avuto problemi di dipendenza da droghe e da alcol. Si attendono ora i risultati dell’esame tossicologico che non arriveranno prima di un mese.

Così a pochi giorni dalla sua morte, l’ex moglie e modella Mary Forsberg Weiland scrive, a nome suo e dei figli avuti con il musicista, Noah e Lucy, adolescenti di 15 e 13 anni, una lettera aperta. Un monito per la comunità della musica, parole crude che emanano senso di rivalsa, affidate al quindicinale Rolling Stone Usa.

La missiva datata 9 dicembre dice: “Il 3 dicembre 2015 non è il giorno in cui è morto Scott Weiland. È il giorno ufficiale in cui il pubblico lo piangerà, ed è stato l’ultimo giorno in cui è stato messo davanti a un microfono per i benefici economici o il divertimento di altri. Il fiume di condoglianze e preghiere offerte ai nostri figli, Noah e Lucy, è stato travolgente, apprezzato e anche di conforto. Ma la verità è, come per molti altri bambini, che loro hanno perso il loro papà anni fa ”.

“ Non vogliamo svilire il formidabile talento di Scott, la sua presenza o la sua abilità di accendere qualsiasi palco con il suo sfavillante entusiasmo. Molte persone sono state così gentili da lodare il suo talento. Ma, a un certo punto, c’è bisogno che qualcuno si alzi e sottolinei che certo, questo accadrà ancora perché siamo noi intesi come società a incoraggiarlo. Leggiamo critiche di concerti orrendi, vediamo video con artisti che cadono letteralmente a terra, incapaci di ricordare i loro testi anche se scorrono su un gobbo elettronico a pochi metri di distanza. E quindi clicchiamo su ‘aggiungi al carrello’ perché ciò che in realtà è roba da ospedale in genere viene considerata arte”.

Chiusi 10 siti internet illegali che vendevano farmaci e droghe dannose per la salute

Pubblicato il 24 Dic 2013 alle 10:46am

Sono almeno 10 i siti internet che vendevano in rete stupefacenti, anabolizzanti e farmaci per la cura della disfunzione erettile, e che sono stati chiusi da parte della procura di Roma, sulla base di una segnalazione fatta dai carabinieri del reparto analisi del Nas. (altro…)

Demi Lovato: parlando del suo libro rivela “Sniffavo coca ogni mezz’ora e bevevo già alle 9 del mattino”

Pubblicato il 12 Dic 2013 alle 9:46am

Demi Lovato, 21enne pop star americana, conosciuta anche per essere stata protagonista in diversi film Disney, attualmente impegnata nella promozione del suo libro Staying Strong: 365 Days a Yea, ha affrontato il tema “sostanze stupefacenti” nel corso dell’intervista rilasciata a Access Hollywood Live, rivelando la sua trascorsa dipendenza da droga e alcol. (altro…)

Allarme in Italia: 280 nuove droghe tra i giovani, reperibili da internet e difficili da rintracciare

Pubblicato il 24 Set 2013 alle 10:37am

Il Ministro della Salute, attraverso la Lorenzi, ha presentato a Palazzo Chigi, un piano per la prevenzione e l’individuazione di droghe, lanciando un allarme. (altro…)

Cannabis: se usata prima dei 15 anni causa seri danni al cervello

Pubblicato il 05 Giu 2011 alle 8:39am

Le funzionalità del cervello di coloro che iniziano a fumare cannabis prima di aver compiuto i 15 anni risultano essere molto più danneggiate e compromesse rispetto a quelle di coloro che iniziano più tardi. (altro…)