esposizione

A Inhabits le case mobili in 9 mq di confort, per le città del futuro

Pubblicato il 16 Apr 2018 alle 7:26am

Una casa mobile di soli 9 metri quadri dotata di tutti i comfort; un piccolo edificio prefabbricato in cemento completamente smontabile e rimontabile. E’ la soluzione abitativa modulare, flessibile e trasportabile. Una delle house units protagoniste di Inhabits – Milano Design City, l’esposizione del Fuori Salone dedicata alle città del futuro e alla sostenibilità ambientale, che si snoderà su un’area di 10 mila metri quadri nell’area del Castello Sforzesco.

Le living unit saranno le protagoniste della design city: facili da costruire e trasportare, innovative in termini di materiali, tecniche di montaggio, tecnologie per la domotica e per l’efficienza energetica, concepite per rispondere a diverse esigenze: da quelle residenziali alle risposte alle emergenze abitative. Tra le proposte, ‘aVOID’, la Tiny House by Leonardo di Chiara: presentata come la più piccola casa mobile mai realizzata in Italia, composto da una singola stanza grigia sviluppata longitudinalmente e priva di qualsiasi arredo. Attraverso l’apertura di specifici dispositivi a parete, lo spazio evolve orizzontalmente e si trasforma, adempiendo a tutte le funzioni abitative. Con misure che la rendono trainabile da un’auto, aVOID è pensata per lo sviluppo di “quartieri migratori” all’interno di grandi metropoli.

Mostra Versace a Berlino, aperta fino al 13 aprile

Pubblicato il 01 Feb 2018 alle 8:00am

Quattro collezionisti sono arrivati a Berlino per rendere omaggio a Gianni Versace, esponendo un migliaio di pezzi del celebre stilista italiano: con una sfilata inaugurale e una mostra inedita aperta fino al prossimo 13 aprile. Un assedio coloratissimo, che parla alla capitale tedesca anche la sua lingua: “Dalla Private Collection di Antonio Caravano abbiamo allestito la ‘Bondage room’, 16 completi di pelle e borchie dalla collezione del 1992, che fece scandalo. Versace usò infatti il linguaggio sadomaso per farlo diventare alta moda e spezzare come sempre molti equilibri”, spiega all’ANSA Sabina Albano, che di questa parte dell’esposizione è curatrice.

“Pezzi ispirati a pratiche anche scabrose finirono addosso alle donne più ricche del mondo”. E Berlino è il luogo ideale per mostrare come “una cultura underground diventi fashion. I berlinesi amano il linguaggio tagliente e sapranno certamente apprezzare”, conclude la curatrice.

Milano, è boom di prenotazioni per la mostra a Palazzo Reale dedicata a Caravaggio

Pubblicato il 25 Set 2017 alle 5:39am

Milano celebra Caravaggio con una mostra evento allestita a Palazzo Reale dal 29 settembre al 28 gennaio. Venti le opere in esposizione, provenienti da collezioni italiane e straniere.

La rassegna è organizzata dal Comune di Milano e Mondo Mostre Skira, mentre il gruppo Bracco ha sponsorizzato nuove indagini sull’artista.

indagini, sia biografiche sia sul modo di dipingere di Caravaggio, hanno portato a interessanti risultati, presentati nella stessa mostra milanese, di cui rappresentano un aspetto innovativo, determinandone lo stesso titolo: “Dentro Caravaggio”. Documenti provenienti dagli Archivi di Stato di Roma e di Siena hanno stabilito che il giovane Caravaggio pose termine nel 1588 al suo apprendistato presso Simone Peterzano, a Milano, dove era nato nel 1571, e arrivò a Roma all’inizio del 1596. Sul periodo intermedio c’è solo un riferimento a lui in un atto notarile milanese del 1592. Sulla prima attività romana di Caravaggio è stato trovato un inedito manoscritto di Gaspare Celia, in cui si parla delle difficoltà economiche del giovane artista milanese, che lavorava presso Lorenzo Siciliano, dipingendo due teste di santi al giorno per cinque baiocchi l’una. La vita di Caravaggio cambiò quando Prospero Orsi lo presentò al Cardinale Del Monte, che divenne suo mecenate.

Quanto alla tecnica dell’artista, è stato smentito il mito secondo il quale Caravaggio non disegnasse mai sulla tela prima di dipingere. I nuovi accertamenti radiologici hanno infatti stabilito la presenza di questi disegni preparatori. Sono stati individuati anche vistosi rifacimenti, testimoniati da figure nascoste.

Tra le opere in mostra, sono arrivate a Palazzo Reale dall’estero “Sacra Famiglia con san Giovannino” (Metropolitan Museum di New York), “Salomè con la testa del Battista” (National Gallery di Londra), “San Francesco in estasi” (Wadsworth Atheneum of Art di Hartford”), “Marta e Maddalena” (Detroit Institute of Arts di Detroit), “San Giovanni Battista” (Nelson Atkins Museum’of Art di Kansas City), “San Girolamo” (Museo Montserrat di Barcellona). Da collezioni italiane provengono invece tra le altre “Flagellazione di Cristo” (Museo di Capodimonte, Napoli), “Ritratto di Cavaliere di Malta” (Galleria Palatina di Palazzo Pitti, Firenze), “Fanciullo morso da serpente” (Fondazione Longhi, Firenze), “San Giovanni Battista” (Gallerie Nazionali di Arte Antica Roma), “La Buona Ventura” (Musei Capitolini, Roma), “Sacrificio di Isacco” (Galleria degli Uffizi, Firenze), “Riposo durante la fuga in Egitto” (Galleria Doria Pamphilj, Roma).

E’ boom di prenotazioni.

Per info costi biglietti e orari visita, consultare il sito web www.caravaggiomilano.it e il link seguente http://www.caravaggiomilano.it/orari-e-informazioni-mostra-caravaggio-milano.html

Londra, una mostra dedicata alla maison Missoni

Pubblicato il 09 Mag 2016 alle 10:08am

Il 6 maggio a Londra è stata inaugurata la mostra “Missoni Art Colour”. Il Fashion and Textile Museum della capitale britannica ha voluto rendere omaggio alla maison italiana con un’esposizione molto suggestiva e molto attesa.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al prossimo 4 settembre, rappresentando un percorso iniziato lo scorso anno al MA*GA di Gallarate.

Un percorso espositivo che si sviluppa attraverso 40 opere di grandi artisti del Novecento come Crippa, Depero e Carla Accardi che mettono in luce le radici storiche ed estetiche della celebre casa di moda italiana fondata da Ottavio Missoni.

Milano, XXI edizione della Triennale dedicata a design con 27 mostre e tantissimi eventi

Pubblicato il 04 Apr 2016 alle 9:11am

L’Esposizione Internazionale della Triennale di Milano torna quest’anno dopo vent’anni dall’ultima manifestazione, tenuta nel 1996, organizzata grazie al sostegno del Bie, del Governo, del Comune e della Regione, oltre che della Camera di Commercio.

La XXI edizione, dal titolo ’21st Century offre design after design’ ed è in programma sino al prossimo 12 settembre.

Ventisette le mostre, a cui si vanno ad aggiungere eventi, festival e convegni in 19 differenti sedi milanesi.

Al centro dell’esposizione il tema del design, posto di fronte alle nuove sfide della modernita’: l’impatto della globalizzazione sul design, le trasformazioni conseguenti la crisi del 2008, la relazione tra citta’ e design, i rapporti con le nuove tecnologie, l’informazione.

Undici le mostre curate dal Comitato scientifico, e 16 quelle allestite in collaborazione con altri soggetti (musei, istituzioni, aziende). Per le sedi si va dalla stessa Triennale, l’Accademia di Brera, l’Area Expo, la Fabbrica del Vapore, il Grattacielo Pirelli, il Mudec – Museo delle culture, l’Hangar Bicocca. Presenti anche installazioni, come ‘Arch and Art’ un progetto di Assolombarda curato da Domus.

Palazzo Madama: dal 4 Febbraio al 2 Maggio ‘Fashion’, le 62 foto di National Geographic tra moda e costume

Pubblicato il 04 Feb 2016 alle 7:45am

Dal 4 Febbraio al 2 Maggio, una grande mostra fotografica ideata e prodotta da National Geographic Italia, sarà ospitata a Palazzo Madama.

FASHION, è il percorso artistico che lega immagini e moda in una nuova prospettiva alla ricerca di un significato storico – culturale di abbigliamento e ornamento.

Trentasei fotografi, provenienti da ogni parte del mondo, hanno raccolto 62 scatti nella suggestiva Corte Medievale del Palazzo, realizzati in realtà sociali, religiose e culturali totalmente differenti.

Uno sguardo globale all’evoluzione del concetto di stile e antichissimo decorare del corpo, che spiega come gli abiti di oggi, che sfilano sulle passerelle del mondo, in realtà abbiano molto in comune con realtà che crediamo lontanissime da noi.

Tra i fotografi in mostra: Clifton R. Adams, William Albert Allard, Stephen Alvarez, James L. Amos, Alexander Graham Bell, Horace Brodzky, John Chao, Jodi Cobb, Greg Dale, Mitch Feinberg, Georg Gerster, Robin Hammond, David Alan Harvey, Chris Johns, Beverly Joubert, Ed Kashi, Keenpress, Lehnert & Landrock, Mrs. Mary G. Lucas, Horst Luz, Luis Marden, Pete McBride, Charles O’Rear, Randy Olson, Steve Raymer, Roland W. Reed, Reza, J.Baylor Roberts, Joseph F. Rock, Eliza R. Scidmore, Stephanie Sinclair, Tino Soriano, Maggie Steber, Anthony B.Stewart, Amy Toensing, Maynard Owen Williams.

Per info orari e biglietti visitare il sito web di Palazzo Madama.

Il genio Modigliani in mostra a Pisa dal 3 ottobre al 15 febbraio 2015

Pubblicato il 03 Ott 2014 alle 1:45pm

Una bellissima mostra su Amedeo Modigliani e sui suoi amici della ville lumie’re sarà aperta al pubblico sino dal 3 ottobre 2014 sino il 15 febbraio 2015 a Pisa a Palazzo Blu. (altro…)

L’esposizione al sole abbassa il rischio di ictus e di infarto

Pubblicato il 17 Giu 2014 alle 12:18pm

Il sole sarebbe un prezioso alleato per la nostra salute. Oltre a migliorare l’umore, permettere la formazione di vitamina D utile a fissare il calcio nelle ossa e a combattere l’ipertensione. I raggi Uva abbasserebbero infatti anche la pressione sanguigna. (altro…)

Milano Salone del Mobile: biglietto integrato anche con trasporto

Pubblicato il 17 Apr 2012 alle 8:40am

Grazie alla collaborazione tra l’ATM e la Fiera Milano, parte con il Salone Internazionale del Mobile edizione 2012 una bella iniziativa in fase sperimentale, che prevede un biglietto integrato per l’accesso sia al trasporto pubblico che al polo espositivo di Rho Fiera. (altro…)