farmaci biologici

Dermatite atopica, Dupilumab il farmaco biologico che la cura

Pubblicato il 02 Mag 2019 alle 7:00am

La dermatite atopica non è semplicemente uno stato infiammatorio della cute ma anche una malattia complessa, vera e propria, che ha a che fare con una alterata funzionalità immunitaria e di barriera della pelle di chi ne è affetto.

Ed è proprio dalla comprensione della dermatite atopica come patologia con cause di tipo immunologico che è stata sviluppata la possibilità di utilizzare per la cura una nuova classe di farmaci chiamati “farmaci biologici“. I farmaci biologici, ampiamente utilizzati nella cura di svariate malattie, da quelle oncologiche, reumatologiche a quelle cutanee come la psoriasi, sono farmaci innovativi ottenuti secondo metodiche di laboratorio estremamente avanzate e che hanno caratteristiche molecolari molto più complesse dei farmaci in commercio tradizionali.

La FDA (Food and Drugs Administration) americana ha recentemente approvato per la dermatite atopica dell’adulto, da moderata a severa un farmaco biologico chiamato Dupilumab disponibile ora, da qualche mese anche in Italia.

Il farmaco in questione, è stato inserito dall’AIFA (Agenzia Italiana per il Farmaco) nell’elenco dei “Farmaci innovativi”, e si tratta del primo farmaco biologico indicato in una patologia dermatologica non oncologica, a rispondere ai criteri di innovatività. Può essere prescritto e somministrato dai medici specialisti nei reparti di dermatologia in pazienti adulti con dermatite atopica da moderata a forme in cui il trattamento con ciclosporina risulti controindicato o non efficace.

Il farmaco agisce rapidamente e con risultati mantenuti nel tempo sulla dermatite e sul prurito, migliorando così la qualità della vita dei pazienti che ne sono affetti. L’effetto principale del Dupilumab è su due importanti proteine (Interleuchina 13 e 4) che contribuiscono alla persistenza dei fenomeni infiammatori cutanei nei pazienti con dermatite atopica. Ancora in fase di studio la possibilità di utilizzare il farmaco nei bambini e in altre malattie allergiche come l’asma.

Reumatologi italiani chiedono un Fondo nazionale per i farmaci biologici

Pubblicato il 10 Mag 2017 alle 9:15am

La Società Italiana di Reumatologia (SIR) alla luce dei dati epidemiologici raccolti negli ultimi 20 anni, intende creare una rete reumatologica in tutte le regioni per garantire un’assistenza migliore ai malati reumatici e istituire, al più presto, un apposito fondo nazionale per i farmaci biologici. (altro…)