film in uscita gennaio 2016

Se mi lasci non vale, la nuova esilarante commedia di Vincenzo Salemme, dal 21 gennaio al cinema

Pubblicato il 15 Gen 2016 alle 7:20am

Dopo il film E fuori nevica! uscito due anni fa, Vincenzo Salemme ci riprova tornando dietro e avanti la macchina da presa, per una nuova commedia esilarante nelle vesti di attore – regista.

Se mi lasci non vale, questo il nome della divertente commedia, che uscirà in tutte le sale italiane giovedì 21 gennaio 2016.

Nel cast anche i bravissimi Paolo Calabresi, Carlo Buccirosso, Serena Autieri, Tosca D’Aquino e Carlo Giuffrè.

Vincenzo (Salemme) e Paolo (Calabresi) sono accomunati dallo stesso triste destino: entrambi sono stati lasciati dalle proprie compagne. Una sera, però, i due si incontrano per puro caso in un locale, si riconoscono nel proprio dolore e fanno subito amicizia. Tuttavia le delusioni amorose continuano a farsi sentire, come il primo giorno, finché Vincenzo non ha un’illuminazione: l’unico modo per smettere di star male è voltare pagina, è mettere in atto la propria vendetta! I due escogitano così un piano machiavellico per infliggere alle loro ex la stessa sofferenza subita. Ciascuno di loro dovrà avvicinare la ex dell’altro, conquistarla e fare leva sugli interessi e i punti deboli rivelati dall’amico. Farla innamorare perdutamente e poi lasciarla senza alcuna pietà. È così che Paolo dovrà fingersi un vegano convinto per avvicinare Sara (Autieri), la ex di Vincenzo, mentre quest’ultimo dovrà calarsi nei panni di un ricco magnate, per colpire al cuore Federica (D’Aquino), la ex di Paolo che sembra interessata solo al potere e al denaro. Ad aiutarli nella temeraria impresa ci penserà anche Alberto (Buccirosso), un teatrante sui generis ingaggiato per fingersi l’autista, con tanto di divisa ufficiale, e rendere più verosimile l’interpretazione di Vincenzo.

Un estratto del film che vedremo al cinema:

“Quo vado?”, Checco Zalone torna al cinema dal 1 gennaio. “Racconto il mito del posto fisso”

Pubblicato il 23 Dic 2015 alle 6:51am

Dopo tre film di incassi strepitosi, da record, Checco Zalone torna al cinema il prossimo anno, con una nuova esilarante commedia all’italiana, “Quo vado?“, in tutte le sale dal 1 gennaio.

La regia è di Gennaro Nunziante e la pellicola racconta di Checco è un ragazzo che realizza tutti i suoi sogni. Poi ad un certo punto qualcosa cambia. Vuole vivere con i suoi genitori per evitare una costosa indipendenza e ci riesce. Vuole essere eternamente fidanzato senza mai affrontare le responsabilità di un matrimonio con relativi figli e ce la fa, ma soprattutto, sogna da sempre un lavoro sicuro che riesce ad ottenere: un posto fisso nell’ufficio provinciale caccia e pesca. Con questa meravigliosa leggerezza Checco affronta una vita suscitando le invidie da quanti lo conoscono. Un giorno, però, il governo vara la riforma della pubblica amministrazione che decreta il taglio delle province. Convocato al ministero dalla spietata dirigente Sironi, Checco è messo di fronte a una scelta molto difficile: lasciare il posto fisso o essere trasferito lontano da casa. Per Checco il posto fisso è sacro e pur di mantenerlo accetta il trasferimento. Per metterlo nelle condizioni di dimettersi, la dottoressa Sironi lo fa girovagare in diverse località italiane a ricoprire i ruoli più improbabili e pericolosi ma Checco resiste anche a questo. La Sironi esausta rincara la dose e lo trasferisce al Polo Nord..

“E’ un mito che non sradichi nemmeno con le cannonate” racconta a Tv, Sorrisi e Canzoni “Io non ho mai avuto il posto fisso, ma era l’obiettivo di mia madre”.

E’ il seguito delle vicende di Checco, un impiegato statale che viene travolto dalla riforma della Pubblica amministrazione e che si trova davanti ad una scelta?.

“Mi offrono dei soldi per andarmene, oppure il trasferimento in Val di Susa – racconta – Tutti gli altri accettano i soldi ma io sono un eroe che, nella lotta per conservare i privilegi, viaggio dappertutto. Gli assegni e le proposte aumentano, ma io non cedo nemmeno di fronte all’amore”.

Nel cast anche Maurizio Micheli, Lino Banfi, Eleonora Giovanardi, Sonia Bergamasco, Ludovica Modugno

Il trailer

Il labirinto del silenzio, film tedesco all’italiana candidato agli Oscar in uscita il 14 gennaio. Il trailer

Pubblicato il 22 Dic 2015 alle 7:40am

Esce il 14 gennaio, in tutti i cinema italiani, Il labirinto del silenzio, il film tedesco all’italiana candidato nella categoria dei migliori film stranieri nell’edizione 2016 degli Oscar (insieme alle musiche del grande Ennio Morricone).

La regia è di Giulio Ricciarelli, di origini italiane: milanese di nascita di padre perugino, ma tedesco d’adozione a partire dall’età di quattro anni.

La pellicola candidata agli Oscar riflette un forte impegno civile e racconta una pagina buia della Storia, quella dell’Olocausto ma sopratutto le successive reticenze dei tedeschi nell’affrontare le inevitabili responsabilità che ne conseguirono.

Il labirinto del silenzio racconta infatti della testardaggine del pubblico ministro Johann Radmann, che nel 1958, venuto a conoscenza di alcuni documenti relativi ad Auschwitz, si occupò del processo contro le SS che operavano nel campo dell’orrore, dello sterminio.

Il protagonista è Alexander Fehling, che vestirà i panni del giovane procuratore Johann Radmann, al quale toccherà il duro compito di divulgare la scomoda verità nel Paese tedesco subito dopo la fine della guerra.

Il trailer

Creed – Nato per combattere, il trailer, Sylvester Stallone di nuovo Rocky

Pubblicato il 07 Ott 2015 alle 7:14am

“Creed- Nato per combattere”, in arrivo nelle sale cinematografiche italiane dal prossimo 14 gennaio, è il nuovo film di Ryan Coogler, che vedrà tra i protagonisti Sylvester Stallone vestire ancora una volta i panni di Rocky Balboa. Allenare Adonis Johnson, figlio del leggendario Apollo Creed, morto prima della sua nascita, la cui boxe è nel suo dna.

Adonis, interpretato da Michael B. Jordan, si metterà proprio sulle tracce del leggendario sfidante di suo padre per chiedergli di allenarlo. Rocky però gli comunicherà inizialmente di essere fuori dal giro, ma poi, resosi conto che nel ragazzo c’è qualcosa che gli ricorda Apollo, l’amico-nemico, il rivale di sempre che sempre ha rispettato, accetterà la sfida. Adonis vuole a tutti i costi vincere il titolo, anche se davanti a sé, sul ring, c’è un temibile avversario. Non servirà infatti solo saper tirare i pugni ma anche tenacia, forza, coraggio e volontà. Ce la farà Rocky Balboa a fare di Adonis un vero campione?

In rete il secondo trailer italiano, che vi proponiamo qui in basso