flash mob

Flash mob a Milano, richiesta più attenzione per il cancro al seno

Pubblicato il 15 Ott 2018 alle 7:05am

Si sono sdraiate a terra sul selciato di Piazza Gae Aulenti a Milano mentre dall’altoparlante venivano scanditi i nomi, di oltre 130 donne morte di tumore al seno metastatico negli ultimi tre anni. Si è svolto così il flash mob-die in, il primo in Italia, per dare voce alle donne con tumore al seno metastatico organizzato dal Comitato Oltre il nastro rosa.

Le partecipanti avevano nastrini fucsia con le estremità nere sfilacciate, cartelli con le scritte “scusate se non siamo guarite” e “io non mi nascondo”, o con foto di giovani donne mancate recentemente: “È stata una partecipazione superiore alle aspettative – hanno commentato le organizzatrici dell’evento – Una partecipazione che ci ha commosse vista la difficoltà, anche fisica, per donne sottoposte a terapie pesanti, a spostarsi”.

Tra le richieste avanzate, vi è anche l’istituzione della giornata per il tumore al seno metastatico, un osservatorio statistico specifico a esso dedicato, l’umanizzazione delle cure, l’accesso facilitato ai trial clinici.

Francesco Gabbani, Occidentali’s Karma disco d’oro e flashmob nella sua Carrara

Pubblicato il 21 Feb 2017 alle 9:25am

Francesco Gabbani è l’artista del momento. Il suo brano “Occidentali’s Karma” piace davvero a tutti. Come del resto anche il balletto con tanto di scimmia che Francesco ha portato sul palco dell’Ariston vincendo il Festival della canzone Italiana, sta letteralmente facendo impazzire grandi e piccini. (altro…)

Pino Daniele, due anni dalla morte: un flash mob, un documentario e un concerto per ricordarlo

Pubblicato il 30 Dic 2016 alle 11:40am

Sono trascorsi già quasi due anni dalla morte del cantautore partenopeo Pino Daniele, ma i napoletani e la città di Napoli non smettono mai di ricordarlo e di omaggiarlo. Come del resto hanno fatto molti colleghi, da Enzo Avitabile ad Eros Ramazzotti, James Senese, Lorenzo Jovanotti, Biagio Antonacci, e tanti altri. (altro…)

Teatro San Carlo di Napoli: flash mob degli artisti e inno d’Italia contro la Legge Bray

Pubblicato il 10 Feb 2014 alle 11:49am

I lavoratori del San Carlo e dell’Opera di Roma hanno partecipato uniti ad un flash mob contro la legge Valore Cultura nella Galleria Umberto I di Napoli.

Sono usciti dalle mura del Teatro mettendo in scena un flash mob in pubblico, suonando e cantando nella Galleria Umberto. Un modo questo, per coinvolgere i cittadini sulla difficile condizione dell’ente lirico, soprattutto dopo le dimissioni dei membri del Cda e il conseguente commissariamento voluto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Accanto a loro c’erano anche i colleghi del Teatro dell’Opera di Roma, giunti a Napoli per “dimostrare che i lavoratori delle Fondazioni lirico-sinfoniche ci sono, sono uniti e sono molto combattivi”.

Ben 500 i partecipanti, senza colori e sigle sindacali. Applausi per il sindaco De Magistris, definito in uno striscione come il “presidente dell’Opera di Roma” in quanto contrario alla scelta fatta dal sindaco Marino di aderire alla legge Valore Cultura.