fondi

Ricercatrice italiana Francesca Sacco scopre proteina chiave del diabete: “Cerco finanziamenti per continuare”

Pubblicato il 21 Mar 2019 alle 12:04pm

A soli 34 anni, la ricercatrice italiana Francesca Sacco dell’Università Tor Vergata di Roma ha scoperto un possibile nuovo bersaglio per la cura al diabete di tipo 2, la forma più comune della malattia. “Con la ricerca sui topi sani e malati, ho notato che è centrale il ruolo della proteina GSK3 – dice all’Adnkronos -. Abbiamo visto che nel pancreas dei topi diabetici è praticamente sempre accesa, mentre in quelli sani è spenta. Abbiamo scoperto che il GSK3 controlla la produzione di insulina da parte del pancreas. Se è sempre acceso come nei topi diabetici non è in grado di produrla”.

Arrivata a tale scoperta grazie alla sua esperienza avuta all’estero: la tecnologia della proteomica, utilizzata nel prestigioso laboratorio Max Planck di Biochimica a Monaco, dove ha lavorato per cinque anni con il Professor Matthias Mann. “Abbiamo usato, allora, un inibitore per vedere se, bloccando l’attività di GSK3, riuscivamo a ripristinare la normale abilità di questi pancreas nel produrre insulina”. Il risultato? “I pancreas dei topi diabetici, trattati con questa molecola, sono di nuovo in grado di produrre insulina” spiega con grandissimo entusiasmo la ricercatrice, il cui studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Cell Metabolism. “Questi sono ancora studi preliminari, fatti sui topi. Da qui ad arrivare a una cura ci sono ancora tanti passi da fare”. Tornata in Italia nel settembre del 2017, grazie alla borsa di studio ‘L’Oréal Italia per le donne e la scienza’, la biologa ha cominciato a lavorare all’ateneo capitolino di Tor Vergata.

Qualche mese dopo è arrivato il reclutamento per Giovani Ricercatori ‘Rita Levi Montalcini’ del MIUR che le ha offerto la possibilità di diventare ricercatore. Oggi, grazie a un finanziamento AIRC Grant Start-Up, conduce un gruppo di ricerca per lo studio della resistenza alla chemioterapia di leucemie mieloidi acute, usando la tecnologia della proteomica. L’assurdo è che, per ora, il suo studio sul diabete è fermo perché non ci sono fondi. “Allo stato attuale non ho un finanziamento per continuare la ricerca sul diabete, ma combatto per trovare uno ‘sponsor’ – conclude – . C’è tutta l’intenzione di continuare a perseguire questa strada, però, come al solito ci vogliono i soldi. Io, comunque, non mi arrendo”.

Sicurezza scuole, strade ed edifici pubblici: Ministero dell’Interno sblocca 400milioni di euro per 7402 comuni italiani sotto i 20mila abitanti

Pubblicato il 24 Gen 2019 alle 8:45am

Il ministro dell’Interno ha sbloccato finanziamenti per 400 milioni di euro, indirizzati a 7.402 Comuni italiani sotto i 20mila abitanti. Destinatari del contributo statale per le opere di messa in sicurezza per scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. (altro…)

Cultura e Turismo, Legge Stabilità circa 20 novità. Franceschini, Mibact oltre 2 mld, fondi anche per ciclabili

Pubblicato il 28 Dic 2015 alle 6:36am

Con la legge di stabilità approvata in questi giorni dal Parlamento, il ministro dei beni culturali Dario Franceschini annuncia che il bilancio del Mibact torna a superare dopo anni i 2 miliardi di euro, facendo registrare un aumento del 27% nel 2016 rispetto al 2015.

Queste in sintesi le principali misure del governo per incentivare cultura e turismo: concorso per l’assunzione di 500 professionisti, fondi in più per musei, archivi e biblioteche, card di 500 euro per i 18enni, sgravi fiscali al 65 per cento per i mecenati dell’arte, incentivi per cinema e audiovisivo, 50 mln per le piste ciclabili.

Scontro tra Italia e Bruxelles. Ue boccia aiuti all’Ilva e al salvataggio della Banca Tercas

Pubblicato il 25 Dic 2015 alle 7:15am

Braccio di ferro tra Italia e Bruxelles. Al centro della disputa più argomentazioni: Ilva, salvataggio di Banca Tercas, banca di Teramo, ultimo capitolo dello scontro sul fronte banche che ha già raggiunto il suo apice nella polemica sulla lettera inviata dalla commissione per impedire il salvataggio degli obbligazionisti delle 4 banche salvate per decreto poche settimane fa.

Ma non è tutto. Pochi giorni fa è stata recapitata al governo italiano anche la lettera formale con cui l’Ue preannuncia l’apertura della “procedura di infrazione” per i finanziamenti forniti all’Ilva.

Un documento che è stato firmato dal commissario alla Concorrenza, Margrethe Vestager e che vuole puntare l’indice sull’ultimo prestito da trecento milioni considerato anche quest’ultimo un “aiuto di Stato”.

Sul caso Ilva il governo insiste, e sottolinea che si tratta di una operazione finalizzata al risanamento ambientale, per la quale esiste proprio una disciplina europea che prevede l’intervento pubblico da parte dell’Unione europea.

Al momento la procedura di infrazione non è stata ancora completata, ma qualora l’esito dovesse risultare negativo, Palazzo Chigi sarebbe pronto ad attivare un ricorso davanti alla corte di Giustizia.

Wikipedia è riuscita a raccogliere donazioni per 25 milioni di dollari

Pubblicato il 09 Gen 2013 alle 11:36am

Wikimedia Foundation è riuscita ad ottenere fondi per 25 milioni di dollari. La fondazione che gestisce l’enciclopedia online può ritenersi pertanto soddisfatta, potrà continuare a operare in tutta autonomia, senza preoccuparsi di dover sostenere altre spese. (altro…)