Gabriele Detti

Gregorio Paltrinieri regala un altro oro all’Italia. Padrone assoluto dei 1500 metri di stile libero

Pubblicato il 14 Ago 2016 alle 10:50am

Gregorio Paltrinieri è padrone assoluto dei 1.500 metri stile libero. Il campione del mondo in carica porta a casa un altro oro per l’Italia, sfiorando anche il record mondiale in 14’34″57.

Poi c’è anche nella finale per il nuoto italiano la medaglia di bronzo di Gabriele Detti in 14’40″86. Medaglia d’argento va invece all’americano Connor Jaeger (14’39″48). Otto anni dopo Federica Pellegrini, un atleta azzurro torna campione olimpico di nuoto.

Paltrinieri ha nuotato per quasi tutta la gara su tempi da primato mondiale per rallentare solo verso la fine. Ha resistito al record del cinese Sun Yang, stabilito quattro anni fa ai Giochi di Londra.

Molto bella anche la prestazione di Detti, partito più lentamente rimontando sul finale.

Per l’Italia quindi si tratta della sesta medaglia d’oro e diciotto in totale considerando anche quelle di argento e bronzo di questi giochi olimpici di Rio 2016.

Per Detti, si tratta della seconda medaglia personale, dopo l’altro bronzo nei 400.

Paltrinieri, 22 anni a settembre, ha dichiarato dopo la vittoria: “È stata veramente dura da un punto di vista psicologico. Un’emozione incredibile. È una bella cosa. Tutti si aspettavano questa medaglia, ma non c’è nulla di scontato. Io non avevo paura di nulla, ma è sempre una finale olimpica. Questa medaglia l’ho sempre voluta come volevo il record del mondo, so di valerlo e prima o poi lo farò. Sono partito forte per scavare un gap con gli altri e farli scoraggiare”.

Olimpiadi 2016, Nuoto: medaglia di bronzo per l’Italia grazie a Gabriele Detti

Pubblicato il 07 Ago 2016 alle 9:31am

Dal nuoto arriva la seconda medaglia. E’ un bronzo, conquistato da Gabriele Detti. Straordinaria la prova del livornese che con una rimonta eccezionale negli ultimi 50 metri ha battuto l’australiano Horton salendo sul gradino più basso del podio.

Oro all’australiano Horton e argento al cinese Sung. Una gara tattica quella del livornese che ha girato con tempi alti: 26.27 alla prima virata e settimo posto, poi ottavo posto fino alla quarta vasca quando ha progressivamente ingranato la marcia per la sesta posizione, 3.16.83. All’ultima virata ha poi dichiarato l’atleta ha messo il turbo bruciando metri e tagliando l’acqua in modo perfetto.