gara

In Svizzera, per i bambini lezioni di democrazia

Pubblicato il 02 Feb 2021 alle 6:00am

A lezioni di democrazia. Un ambiziosissimo progetto per i bambini che viene organizzato in Svizzera, nella zona di Losanna a Sauvabelin, creato da tre scuole materne private.

“L’idea è che i bambini imparino la democrazia”, ​​ha detto all’Afp Olivier Delamadeleine, capo del gruppo Educalis che gestisce le scuole materne. “Riteniamo che sia importante imparare i ‘riflessi giusti’ fin dalla tenera età”. C’è stata una crescente spinta in Svizzera a tali sforzi, ma il progetto Educalis si distingue per la giovanissima età dei suoi partecipanti. Una volta alla settimana, circa 35 bambini di tre e quattro anni provenienti dalle tre scuole dell’infanzia si riuniscono nel “villaggio” del gruppo in una zona boschiva alla periferia della città. Come si svolgono le lezioni? Come un gioco di ruolo. Alcuni bambini interpretano ruoli come capo del villaggio, infermiera o agente di polizia, indossando uniformi fatte in casa. “Prendono i loro ruoli molto sul serio”, dice Demadeleine mentre una delle “infermiere”, che indossa una maglietta bianca con una croce rossa sulla tuta da neve, si precipita in aiuto di un bambino che piange caduto faccia a faccia nella neve . Le giornate nel villaggio si trascorrono all’aperto, indipendentemente dal tempo. Infagottati in tute colorate, i bambini si siedono irrequieti sui gradini in attesa del grande evento della giornata: un referendum.

Eve L’Eplattenier, a capo di due scuole dell’infanzia, si inginocchia nella neve dietro un tavolo con un’urna di metallo e indica una bandiera bianca con uno stemma adornato da una grande “E”.

“Questa è la tua nuova bandiera”, ricordando ai bambini della prima votazione svoltasi nel villaggio a novembre, quando è stato chiesto loro di scegliere tra due disegni. Come allora, i bambini hanno ricevuto, ora, di nuovo per posta, una busta con materiale di voto identico a quello che gli adulti ricevono prima di ogni votare.

Questa volta, ai bambini è stato chiesto loro di decidere come preferirebbero votare: mettendo una X accanto ai disegni che illustrano l’attuale sistema di voto a scrutinio segreto, o per alzata di mano. Per aiutare a organizzare il voto, L’Eplattenier chiama dunque due ragazze, Olivia e Layla, che indossano magliette dipinte a mano sopra tute per la neve, identificandole come i capi villaggio. Le due ragazze, distribuiscono le buste sigillate con le schede che i bambini avevano compilato a casa, e ogni bambino inserisce uno dei voti segreti nell’urna con le mani guantate.

Prossimo voto: dovremmo eliminare i sonnellini? – Successivamente, cinque bambini e tre adulti entrano in un piccolo rifugio solitamente utilizzato per i pasti che ora sfoggia un cartellone che lo dichiara “ufficio per il conteggio dei voti”. Seduta intorno a un grande tavolo, L’Eplattenier spiega come aprire ogni busta e disporre le schede in due pile. Quindi contano attentamente ogni pila insieme: 19 voti per alzare la mano e 17 a favore di continuare con il voto segreto. “Alzare la mano ha vinto”, dice Layla ai bambini riuniti fuori.

“Amici Speciali”, da questa sera, 12 cantanti e ballerini in gara per la solidarietà, il Covid-19

Pubblicato il 15 Mag 2020 alle 6:14am

Quattro appuntamenti in diretta in prima serata su Canale 5, a partire da questa sera, venerdì 15 maggio per la solidarietà legata all’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Al via, la prima edizione di “Amici Speciali”, il nuovo show di Maria De Filippi, che vuole guardare al futuro con ottimismo. Con Tim insieme per l’Italia attraverso la musica e la danza in un’avvincente sfida a squadre che coinvolge dodici beniamini del mondo del ballo e del canto.

In gara, 5 ballerini professionisti di diverse edizioni di “Amici”: il vincitore di categoria della 15° edizione Gabriele Esposito, il finalista della 15° edizione Alessio Gaudino, il vincitore della 16° edizione Andreas Muller, il ballerino latino-americano semifinalista della 18° edizione Umberto Gaudino e per finire il vincitore di categoria dell’edizione appena conclusasi, la 19°, il ballerino Javier Rojas.

Con loro in gara 7 cantanti: Irama, vincitore di Amici 17; Michele Bravi, vincitore della settima edizione di “X Factor” e Giordana Angi, vincitrice del Premio della critica di Amici 18 e seconda classificata; Alberto Urso, vincitore di Amici 18; la band The Kolors, vincitori di Amici 14; Random e Gaia Gozzi, vincitrice di Amici 19.

Gli artisti, divisi in due squadre da sei elementi ciascuna, si sfideranno per raggiungere obiettivi utili all’emergenza sanitaria da coronavirus. In ogni puntata sarà decretata la vittoria di una delle due squadre in gara e di un vincitore assoluto della serata.

A valutare le esibizioni una giuria d’eccellenza composta da Gerry Scotti, Sabrina Ferilli, Giorgio Panariello e Eleonora Abbagnato.

Oltre al parere della giuria saranno determinanti le valutazioni espresse grande Direttore d’Orchestra Peppe Vessicchio dalla Maitre de ballet Alessandra Celentano e l’esperto di discografia Rudy Zerbi, tre volti storici di Amici che hanno visto nascere e crescere professionalmente la maggior parte degli artisti in gara.

In studio a giudicare le performance anche quattro rappresentanti dei quattro piu’ grandi network radiofonici: Anna Pettinelli per RDS Radio Dimensione Suono, Daniela Cappelleti per RADIO ITALIA Solo Musica Italiana, Federica Gentile per RTL 102.5 e Alessandro Sansone per Radio 105.

Sanremo: Ermal Meta e Fabrizio Moro riammessi in gara, non c’è plagio. Stasera Negramaro, Paoli, Rea, James Taylor e Giorgia

Pubblicato il 08 Feb 2018 alle 2:45pm

La Rai ha reso noto questa mattina in conferenza stampa, che “a seguito delle valutazioni effettuate, ritiene che non si debba escludere dalla gara la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro, in quanto conforme al requisito di novità previsto dal regolamento”. Dopo la scoperta della somiglianza tra “Non mi avete fatto niente” e una canzone presentata a Sanremo Giovani 2016, il duo era stato sospeso dalla seconda serata del Festival di Sanremo. Al suo posto si era esibito Renzo Rubino. (altro…)

Sanremo 2018: duetti ed ospiti internazionali

Pubblicato il 19 Gen 2018 alle 11:57am

Fervono i preparativi per il Festival di Sanremo 2018, ed è un susseguirsi di scoop e notizie. (altro…)

Standing Ovation, Francesco Gabbani superospite della seconda puntata, domani alle 21:25 su Rai1

Pubblicato il 23 Feb 2017 alle 2:06pm

Standing Ovation, il nuovo spettacolo musicale di Rai1, in onda venerdì 24 febbraio alle 21.25, primo show in cui ragazzi tra di 8 – 17 anni si mettono in gioco insieme ai loro genitori di fronte a 3 giurati d’eccezione e ad un pubblico composto da 300 persone chiamate ad esprimere le proprie preferenze con “standing ovation” mozzafiato, questa settimana avrà come guest star Francesco Gabbani. Il vincitore del 67° Festival di Sanremo con il tormentone Occidentali’s Karma che ha conquistato italiani e non solo anche all’estero.

A lui il compito di aprire la puntata duettando con la coppia che la scorsa settimana ha ottenuto il punteggio più alto, composta da Elsa e papà Stefano (di Carloforte – CA).

Ma c’è di più. Nella puntata di domani, assisteremo anche alla sfida tra le 8 coppie rimaste in gara.

Antonella Clerici introdurrà le esibizioni della serata e accompagnerà il pubblico in studio e a casa lungo le manche di gioco, tra emozioni, musica e grandi sorprese.

In studio la giuria composta da Loredana Bertè, Nek e Romina Power seguirà tutte le esibizioni da una postazione molto speciale. Una tecnologica music box per non farsi influenzare dal pubblico presente.

Foto ufficio stampa Sebastiano Stringola

Spending review: chiusa gara Consip, ora prezzo unico di siringhe ed aghi sarà lo stesso in tutta Italia

Pubblicato il 29 Gen 2017 alle 6:08am

Arriva ora il prezzo unico nazionale di aghi e siringhe, simbolo della spending review nella sanità. (altro…)

Gara tra infermieri su uso flebo più grande, sospeso il medico che denunciò

Pubblicato il 26 Set 2016 alle 10:40am

Facevano a gara a chi usava gli aghi da flebo più grossi nelle corsie del pronto soccorso dell’ospedale San Bortolo di Vicenza e poi scherzavano su di un gruppo Whatsapp, dove registravano i rispettivi punteggi. (altro…)