George Clooney

George Clooney in Sardegna: “Pecorino e Mirto il mio elisir di giovinezza”

Pubblicato il 27 Ago 2019 alle 7:33am

George Clooney considera il mirto e il pecorino suoi elisir di giovinezza. Durante le riprese tenute ad Olbia per la serie «Catch-22», andata in onda su Sky Atlantic, sia lui che lo staff della Paramount sono stati omaggiati del tipico liquore sardo nel catering del set che era stato allestito dalla squadra del festival Mirtò: Nicola Mancini, l’ideatore, Salvatore Pinducciu e Giovanni Pirina. « Clooney è un amico di Mirtò – raccontano gli organizzatori dell’evento – ed è diventato un ottimo testimonial: non solo per le bellezze della Sardegna, ma anche le sue eccellenze agroalimentari, che hanno fatto breccia nel cuore dell’attore e regista». Il primo ‘amorè è stato il pecorino sardo, che ora Clooney punta ad importare negli Usa. Dopo averlo assaggiato in Sardegna dal pastore Peppino, ne avrebbe già spediti 32 chili a Los Angeles per farlo assaggiare ad amici e futuri clienti.

Ma la sua seconda passione è il mirto. In un’intervista al settimanale Oggi in occasione delle riprese della serie Sky all’aeroporto di Olbia, Clooney aveva raccontato anche «Adoro il pane Carasau! Ne mangerei a quintali. E poi il mirto: lo conosco da 20 anni, ma bevendolo tutti giorni per mesi, guardami: non mi ha fatto ringiovanire?», aveva scherzato con il giornalista.

George Clooney preoccupato per la famiglia: la moglie Amal porta in tribunale l’Isis

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 9:04am

L’attore hollywoodiano George Clooney teme per le sorti della sua famiglia. La moglie Amal, avvocato, sta conducendo una causa contro l’Isis davanti alla corte francese,. e per questo motivo il divo di Hollywood si è detto seriamente preoccupato per la sicurezza dei propri figli, i gemellini Alexander ed Ella, di quasi due anni. “Non vogliamo che i nostri figli siano dei bersagli, quindi dobbiamo prestare attenzione”, ha spiegato.

L’attore, in un’intervista a The Hollywood Reporter, ha sottolineato che “mia moglie sta portando il primo caso contro l’Isis in tribunale, quindi abbiamo un sacco di problemi, problemi di sicurezza reali, che dobbiamo affrontare quotidianamente”.

Il caso di cui si sta occupando Amal Clooney è la causa è stata intentata in Francia contro Lafarge, colosso francese del cemento, che avrebbe pagato i militanti dell’Isis per poter tenere attivo un impianto nel nord della Siria. L’accusa per la società è quella di complicità nei crimini dell’Isis. Un gruppo di donne yazide, assistite dalla signora Clooney, si è costituito parte civile nel procedimento chiedendo un risarcimento: le vittime, infatti, sono state rapite dall’Isis e trasformate in schiave sessuali per mano dei miliziani.

“Questo processo – aveva sottolineato Amal a novembre, quando è stata intentata la causa – è un’opportunità per stabilire che l’Isis, e tutti coloro che l’assistono, sarà considerato responsabile dei crimini commessi, e che alle vittime sarà riconosciuto un giusto risarcimento”.

La moglie di George è contemporaneamente impegnata in un altro processo contro l’Isis, questa volta in Germania, contro una 27enne tedesca che si era unita all’Isis in Siria, e che è accusata di non aver fatto nulla per salvare una bimba, utilizzata come schiava, che il marito ha lasciato morire di sete.

Amal Alamuddin, parla del marito George Cloone definendolo “Un raro gentiluomo”

Pubblicato il 10 Giu 2018 alle 10:36am

Amal Alamuddin per la prima volta accetta di parlare in pubblico del marito George Clooney. E lo fa nel corso di una cerimonia per ‘Afi Life Achievement Award’, il riconoscimento alla carriera e alla vita quest’anno consegnato appunto alla star.

“E’ un gentiluomo nel vero senso della parola – continua – e in un modo cosi’ raro in questi giorni da sembrare persino superato”.

L’avvocatessa per i diritti civili ha sottolineato che Clooney non abbandona le sue maniere neanche sul set e ad esempio durante le riprese di ‘Confessioni di una mente pericolosa’ in Canada nonostante ci fosse una temperatura di -40 gradi si rifiuto’ di indossare una giacca invernale senza che tutti gli altri attori ne avessero una uguale. Ha detto anche che e’ una persona generosa e che prima di conoscerlo si era rassegnata a rimanere single.

“George – spiega – è la persona che ha la mia più completa ammirazione e che mi fa morire dal ridere ogni volta. Amore (rivolgendosi a lui, ndr), ciò che ho trovato in te è il grande amore che ho sempre sperato esistesse”. Infine ha detto che vederlo con i due figli è la gioia più grande della sua vita.

George Clooney sul red Carpet con moglie e suocera

Pubblicato il 25 Ott 2017 alle 8:48am

George Clonney e la moglie Amal Alamuddin sono apparsi, bellissimi e felicissimi, sul red Carpet, della premiere del film “Suburbicon“, l’ultimo in uscita, dell’attore americano, il 27 ottobre.

Per l’occasione, i due neogenitori dei due gemellini (un maschietto e una femminuccia), hanno sfilato accanto alla suocera di lui, la giornalista Baria Alamuddin. Vestita di verde (Amal sfoggiava un abito azzurro e bianco).

George Clooney ha il volto più bello del mondo, ecco perché

Pubblicato il 01 Ago 2017 alle 9:59am

Le caratteristiche del viso di George Clooney, 56 anni, sono state trovate per il 91,86 per cento coincidenti al Golden Golden Ratio di Beauty Phi che è stato pensato per creare la formula segreta della perfezione maschile. (altro…)

George Clooney pronto a tornare negli Usa insieme alla moglie e ai gemellini

Pubblicato il 09 Lug 2017 alle 6:20am

George Clooney sarebbe pronto a tornare con la moglie Amal e i due gemelli appena nati negli Stati Uniti per ragioni di sicurezza. Secondo quanto riportato da una fonte ai media Usa, l’attore 56enne ritiene che “la campagna inglese non sia sicura per loro dopo la serie di attacchi terroristici in Gran Bretagna, e preferisce tornare a Los Angeles, in California”. (altro…)

George Clooney e Amal Alamuddin genitori di due gemelli

Pubblicato il 07 Giu 2017 alle 7:35pm

George Clooney è diventato papà di due gemelli, Ella e Alexander.

Per la nascita dei bimbi il divo di Hollywood ha prenotato una camera privata all’interno del Chelsea and Westminster Hospital di Londra. Una notte nella suite costa quasi 10mila euro.

La moglie Amal Alamuddin ha potuto così godere di un salottino privato, un letto con tutti i comfort, assistenza personalizzata 24 ore su 24.

Nell’ospedale ci sono 16 camere progettate perché le neomamme, affinché si sentano protette e coccolate, proprio come a casa loro. Con assistenza dei migliori specialisti e la massima tranquillità.

Il portavoce dice ironicamente che l’attore hollywoodiano “è sedato e dovrebbe riprendersi tra pochi giorni”, mentre la mamma e i bimbi stanno bene. E se non sarà possibile fotografarli in clinica, c’è da scommettere che i paparazzi faranno a gara per accaparrarsi lo scatto della famiglia al completo.

George Clooney attacca il presidente Trump, ecco perché

Pubblicato il 28 Feb 2017 alle 6:37am

George Clooney ha ricevuto il premio del cinema francese alla carriera e in tale occasione ha attaccato il presidente americano Donald Trump alla cerimonia dei César. (altro…)

George Clooney a marzo padre di due gemelli

Pubblicato il 04 Gen 2017 alle 5:43am

George Clooney sarà presto genitore di due gemelli. Sua moglie Amal partorirà nel mese di marzo. È quel che rivela il quotidiano libanese The Daily Star che cita anche una fonte vicina alla famiglia di Amal a Beirut.

Nei giorni scorsi si erano diffuse voci su una presunta gravidanza dell’avvocatessa, o comunque sul desiderio della coppia di avere presto un figlio.

Nel maggio del 2015 l’attore aveva dichiarato che un figlio “non era una sua priorità”, poi il mese successivo aveva annunciato l’esatto contrario.

Risalirebbe invece al mese di agosto, la notizia, mai confermata, che la coppia avrebbe iniziato un percorso di inseminazione artificiale.

George Clooney, Richard Gere e Salma Hayek premiati in presenza del Papa con la medaglia Ulivo della Pace

Pubblicato il 31 Mag 2016 alle 7:42am

George Clooney, Richard Gere e Salma Hayek sono stati premiati ieri in Vaticano davanti a Papa Francesco e a oltre 400 partecipanti con la medaglia dell’Ulivo della Pace, a conclusione del convegno di Scholas Occurrentes. (altro…)