ginnastica

Se il tuo metabolismo è lento, ecco come accelerarlo con esercizi mirati

Pubblicato il 26 Nov 2019 alle 8:39am

Fare sport aiuta ad accelerare il metabolismo: il consumo di energia non solo lo aumenta sotto sforzo, ma lo fa anche restare elevato diverse ore dopo l’allenamento: fino a ben 12 ore in caso di attività che è particolarmente intensa.

Per accelerare al massimo il vostro metabolismo è importante variare il tipo di esercizi da praticare, associando:

– esercizi di potenziamento muscolare, per aumentare la massa magra; – esercizi aerobici e attività di resistenza, che aumentano notevolmente il consumo di energia durante lo svolgimento e riescono a mantenerlo elevato anche per 4-8 ore.

Di particolare efficacia, risulta essere, l’interval training: una nuova tecnica di allenamento, che viene molto adoperata nello sport, nel calcio, nella corsa, nel basket, tennis e molti altri che prevede un allenamento “discontinuo”, cioè una serie di esercizi eseguiti ad alta intensità intervallati da altre a intensità minore. In questo modo viene stimolato sia il metabolismo aerobico che quello anaerobico, con miglioramenti sia a livello muscolare che a livello cardiocircolatorio. Esercizi a corpo libero come flessioni, addominali, plank o affondi eseguiti ad alta intensità possono essere alternati con altri di tipo più a riposo o leggeri da praticare di circa 10 secondi, per un totale di 20 minuti di allenamento.

I 3 sport che possono accelerare il metabolismo sono:

1) Corsi total body

Se amate fare ginnastica, andare in la palestra, per dare una bella scossa al metabolismo e bruciare grassi in modo veloce e mirato, la scelta migliore è quella di optare per corsi total body. Il pilates, il body training, lo spinning, il functional training, il kalisthenics o il bodyweight training che sono sicuramente tra i corsi più adatti, grazie all’azione combinata di diversi movimenti ed esercizi.

Ma potete, naturalmente, fare anche sala pesi, alternando esercizi aerobici, come la corsa sul tapis roulant, a quelli con pesi e manubri per sviluppare la massa magra, ricordandovi sempre di variare gli esercizi e non soffermarvi solo e semplicemente su un gruppo di muscoli piuttosto che un altro. Il consiglio degli esperti è sempre quello di avvicinarsi alle attività fisiche in modo graduale.

2) Ciclismo

Tra gli sport aerobici più adatti a risvegliare il metabolismo, c’è senz’altro il ciclismo. Andare in bicicletta coinvolge numerosi gruppi muscolari e contribuisce anche ad innalzare il dispendio energetico, aiutando a bruciare grassi, soprattutto se si varia di continuo il percorso da fare e si cambia velocità di pedalata.

3) Corsa

Se fatta nel modo giusto, la corsa aiuta a perdere peso, attivando il metabolismo e sviluppando la massa magra. Ricordatevi sempre di variare andatura e ritmo di corsa oltre ad alternare allenamenti lunghi, anche di un’ora, ad altri più brevi di circa 35-40 minuti, in modo da tenere il corpo sempre attivo e continuare a bruciare calorie. L’ideale poi, sarebbe quello di alternare il running a esercizi “itineranti”, come addominali, flessioni e trazioni sulle spalliere.

I consigli

Per accelerare il metabolismo ricordatevi di:

1. fare almeno due o tre allenamenti alla settimana di durata non inferiore ai 40 minuti; 2. rispettare il giorno di riposo, che permette di ricostruire le cellule muscolari mantenendo alti i livelli di dispendio calorico; alternando attività aerobiche con esercizi di tonificazione, e attività ad alta intensità con esercizi ad intensità minore; 3. cambiare frequentemente il programma di allenamento, per impedire al corpo di abituarsi ai ritmi di attività fisica con conseguente abbassamento del metabolismo; 4. fare allenamento al mattino presto, a digiuno: correre o camminare almeno una ventina di minuti prima di colazione risveglia il metabolismo mantenendolo attivo per tutta la giornata; 5. e se avete poco tempo a disposizione da poter dedicare allo sport, adottare soluzioni alternative: parcheggiate lontano da luogo dove vi dovete recare, fate le scale a piedi, usate la scopa invece che l’aspirapolvere, e durante la giornata, cercate di contrarre attivamente la muscolatura (per esempio, muovete le gambe, contraete i quadricipiti, appiattite la pancia): le contrazioni muscolari, infatti, contribuiscono ad accelerare il metabolismo.

Grasso sulla pancia, con bruciare più calorie al mattino

Pubblicato il 02 Nov 2019 alle 6:33am

Dai risultati di un nuovo studio arriva una specifica abitudine mattutina in grado di far perdere peso e grasso sulla pancia e di bruciare più calorie velocemente. Nello specifico, secondo questo studio, fare esercizio fisico alla mattina, a stomaco vuoto dalla sera precedente – invece che dopo colazione – fa bruciare più grassi e migliorare anche la risposta all’insulina tenendo gli zuccheri sotto controllo. (altro…)

Ragazzo deceduto durante l’ora di ginnastica: ecco cosa dice la Lega Italiana contro l’Epilessia

Pubblicato il 23 Ott 2019 alle 2:29pm

In relazione alle notizie riportate da vari organi di stampa riguardo il decesso del ragazzino di 14 anni a Castelfranco Veneto durante l’ora di ginnastica all’interno della scuola, la Lega Italiana Contro l’Epilessia (LICE) fa luce su alcune precisazioni perché numerose persone che soffrono di epilessia, sconvolte dalla notizia, sono intervenute sulla pagina facebook di Fondazione LICE riportando un discreto sconcerto e tanta preoccupazione. (altro…)

Allenarsi con la fitball, come tonificare glutei e interno coscia

Pubblicato il 16 Set 2019 alle 6:56am

Allenarsi con la fitball?

Iniziamo da subito a vedere come tonificare glutei e interno coscia.

Esercizi fitball glutei interno coscia

Per noi donne glutei sodi e interno coscia tonico sono molto importanti. La fitball è un attrezzo molto apprezzato perché consente di potenziare l’allenamento coinvolgendo più fasce muscolari e più in profondità.

Ma quali sono gli esercizi per glutei e interno coscia? Ecco a voi i 4 esercizi per glutei e interno coscia molto efficaci.

Una serie d’allenamento consigliata che prevede lanci e ponte:

– 20 lanci con fitball; – 10 + 10 ponte glutei monopodalico; – 20 ponte glutei su fitball; – 10 legcurl su fitball

Ripetiamo il circuito 5 volte con una pausa di 45-60 secondi tra una serie e l’altra. Determinazione e perseveranza ci garantiranno glutei sodi e gambe toniche. Buon allenamento!

In video troverete tantissimi videotutorial.

Esercizi casalinghi per rassodare braccia e spalle

Pubblicato il 23 Mag 2019 alle 7:49am

Le spalle e le braccia sono una parte molto delicata del nostro corpo, che col passare degli anni, può diventare sempre più debole e flaccida, mettendoci in difficoltà se indossiamo un top o un abito scollato.

Per evitare di essere costrette a salutare come fa la regina d’Inghilterra, è bene svolgere degli esercizi tonificanti con una certa assiduità, che ci permettano anche di ridurre eventuali accumuli di grasso corporeo.

Un aiuto può arrivare certamente da esercizi braccia spalle da fare a casa, a corpo libero o servendosi di strumenti rudimentali, come manubri, piccoli pesi o eventuali sostitutivi fai da te, tipo bottigliette d’acqua da 1,5L, un elastico e un tappetino per i piegamenti. Qualsiasi siano gli strumenti, l’obiettivo resta sempre lo stesso: tonificare e snellire queste due parti del corpo. Vediamoli gli esercizi da fare a seconda del muscolo coinvolto.

Esercizi braccia spalle con manubri o a corpo libero Per fare gli esercizi spalle dobbiamo allenare i deltoidi e possiamo farlo sia attraverso manubri o pesi (che possiamo sostituire, ove assenti, con delle bottiglie d’acqua, piccole o grandi) o a corpo libero.

Esercizi spalle con manubri Per allenare i deltoidi con i manubri, facciamo le alzate laterali. Mettetevi in piedi, divaricando leggermente le gambe e flettendole, contraete gli addominali, mettete il petto in fuori e la schiena dritta. Piegate i gomiti leggermente e puntate i polsi verso il basso, inspirando. A quel punto alzate le braccia portando i manubri all’altezza delle spalle, espirando, e mantenete la posizione per qualche secondo per poi riscendete.

Esercizi spalle a corpo libero Per tonificare i deltoidi e le spalle a corpo libero facciamo il plank, un esercizio statico che contribuisce a rassodare anche gli addominali, i glutei e le cosce. Sdraiatevi a terra con la pancia rivolta verso il basso; piegate i gomiti a 90°, in maniera tale che diventino paralleli alle spalle; nel frattempo fissate la punta dei piedi a terra e iniziate a sostenere tutto il corpo restando appoggiati solo su avambracci e punta dei piedi, contraendo addominali e glutei. Mantenete la posa per almeno 30 secondi, aumentando gradualmente la resistenza fino a raggiungere, con l’allenamento costante, i 5 minuti.

Esercizi bicipiti con il manubrio In piedi, con le gambe leggermente flesse e divaricate, fissate le braccia lungo i fianchi e portate il manubrio verso la spalla muovendo solo l’avambraccio. Iniziate con il braccio destro, fate l’esercizio per 10 volte e poi proseguite ugualmente col sinistro. Potete anche alternare braccio destro e sinistro. Fate almeno due serie da 10. Alternativamente, potete svolgere questo esercizio per bicipiti sedute su una sedia, facendo attenzione alla schiena e al bacino, che non devono incurvarsi, e a non chiudere le spalle.

Esercizi bicipiti a corpo libero Possiamo fare gli esercizi per i bicipiti anche senza manubrio. Se siamo in casa, procuratevi un tappetino può essere utile, oppure anche il pavimento può andar bene. Procediamo dunque con i piegamenti sulle braccia. Abbiamo già visto i push up per i pettorali, mentre per i bicipiti manterremo le gambe stese. Quindi, mettersi proni per terra, appoggiare le punte dei piedi ben salde, mettete il corpo in asse tenendo addominali e glutei tesi e braccia stese. Mantenete la posa per 3-4 secondi e poi ritornate lentamente per terra. Se avete bisogno di un supporto, potete anche fare i piegamenti su gomiti e semplificare il movimento. Ripetete l’esercizio per circa 10 volte, facendo 2 serie di ripetizioni.

Esercizi tricipiti con manubrio Partendo da un’estensione dei tricipiti: mettetevi in piedi, gambe flesse e leggermente divaricate, schiena dritta e addominali sempre tesi per mantenere il busto in asse. Alzate le braccia dritte in alto e iniziate a piegarle sul gomito portando lentamente il manubrio indietro. Partite col braccio destro, eseguendo il movimento per 10 volte e poi attaccate col il secondo. Alternate il braccio con 2-3 serie da dieci, a seconda della vostra capacità e resistenza.

Esercizi tricipiti a corpo libero Mettetevi a terra, poggiando le ginocchia su un cuscino. Appoggiate le mani aprendole e avvicinando indice e pollice in modo tale da formare un rombo. Flettete le braccia avvicinando il petto alle mani e mantenendo la posizione per 3 secondi e poi risalite. In alternativa mettetevi di schiena ad una sedia. Mantenete le gambe tese e iniziate i piegamenti sulle braccia abbassando i glutei ma senza fargli toccare il pavimento. In entrambi i casi, fate 2-3 serie da 10.

Come eliminare la pelle flaccida

Pubblicato il 13 Mag 2019 alle 8:32am

La perdita di tono della pelle è un fattore fisiologico dovuto all’età, ma è anche la conseguenza di una dieta troppo veloce.

La si può notare più frequentemente nelle zone delle braccia e addome, ma in generale riguarda tutto il tono della pelle.

L’invecchiamento fisiologico della pelle inizia relativamente presto – già intorno ai 30 anni – e porta ad una produzione sempre minore di molecole di collagene, la principale proteina che compone il tessuto connettivo dei mammiferi responsabile del mantenimento del tono della pelle.

Se volete eliminare la pelle flaccida, è molto importante combinare diverse opzioni proposte per ottenere migliori risultati. L’idratazione e l’esercizio fisico sono i due principali da considerare e tenere sotto controllo. Vediamo anche altri.

1. Assumete proteine Per garantire una corretta alimentazione, se volete perdere peso, dovete eliminare il grasso, non il muscolo. Per cui dovete consumare proteine, che troverete nei seguenti alimenti:

– Uova – Pollo – Tacchino – Salmone – Mandorle

Vi basterà assumerne in quantità appropriate in base alle vostre necessità e al vostro stile di vita.

2. Antiossidanti Non potete mai e poi mai eliminare dalla dieta alimenti antiossidanti, perché essenziali per ringiovanire la pelle e mantenerla più elastica.

Mangiate dunque:

– Frutti rossi – Agrumi e kiwi (ricchi di vitamina C e collagene) – Mele – Cetrioli – Olive – Verdure di colore arancione (zucca, carote, ecc.)

3. Eliminate il cibo spazzatura Giacché possiede una grande quantità di grassi saturi che favoriscono la ritenzione idrica, uno dei fattori che influisce sull’aumento di peso e sulla perdita di elasticità cutanea, evitate il cibo spazzatura.

4. Bevete acqua con frequenza e proteggetevi dal sole

Bere acqua con una certa frequenza è importante per idratarsi. Tenete presente che la perdita di collagene rende più flaccida la vostra pelle e ciò può essere evitato idratandola dall’interno. Per mantenerla inoltre più giovane ed elastica è importante evitare di esporsi continuamente al sole, perché ciò la farà perdere il collagene naturale. Usate sempre una protezione alta, soprattutto per la pelle del viso.

5. Fare sport Oltre a seguire una dieta equilibrata e adeguata al proprio fabbisogno fisico, e giornaliero, per eliminare la pelle flaccida bisognerà mantenere tonico il proprio organismo. Come? Facendo sport. Ideale attività aerobica, nuoto, cyclette, stepper, corsa, pylates. E per chi non ha tempo, ci sono sempre gli esercizi casalinghi fai da te. con elastici, funi, pesi, bottiglie, ecc. In rete ci sono molti video tutoral per allenare e tonificare le diverse parti del corpo, provate per credere!.

6. Ghiaccio Il ghiaccio può trasformarsi in un vero e proprio alleato di bellezza per l’elasticità e tonicità cutanea. Seguite questo trattamento casalingo. Vi stupirà.

– Avvolgete il ghiaccio in un panno, in modo tale che non entri a contatto diretto con la pelle. – Realizzate delicati massaggi circolari sul seno con delicatezza, ma esercitando al contempo una lieve pressione su di esso. – Eseguite il massaggio per 5 minuti e ripetetelo ogni giorno per raggiungere i risultati sperati.

7. Abbandonate le cattive abitudini Abbandonate cattive abitudini come ad esempio sedentarietà, reggiseni troppo lenti, una dieta ricca di grassi, il fumare, il bere alcolici, eccedere con l’abbronzatura.

8. Assumere semi di lino Semi di lino Una maschera ai semi di lino è un’alleata contro la pelle flaccida.

– 2 cucchiai di semi di lino (20 g) – 4 cucchiai di acqua calda (40 ml) – 2 gocce di olio essenziale di cipresso

Preparazione Macinate i semi di lino. Riscaldate l’acqua e mescolatela con la polvere ottenuta dai semi. Aggiungete l’olio essenziale di cipresso. Prendete la quantità necessaria del composto ottenuto e applicatelo sulla pelle flaccida. Successivamente ricopritela con della plastica. Trascorsi 15 minuti, rimuovete con abbondante acqua tiepida. Ripetete il trattamento due volte alla settimana.

8. Trattamenti cosmetici mirati

L’utilizzo di cosmetici e trattamenti, uniti ai consigli su sport e alimentazione, può aiutarvi a mantenere e migliorare il tono della pelle. I più efficaci sono:

– Creme rassodanti a base di glutammina (amminoacido) ed elastina. Se usata con costanza può aiutare a migliorare sensibilmente l’aspetto della pelle.

– Creme con acido ialuronico e collagene.

– Oli essenziali. Tra i migliori c’è l’olio di ricino: per godere dei suoi benefici, mischiate qualche cucchiaino di questo olio con del succo di limone e massaggiatelo ogni sera sulla vostra pelle. Molto efficace è anche l’olio essenziale di lavanda, da utilizzare ogni sera. E poi l’olio di mandorla, un eccellente idratante naturale, ottimo anche contro le smagliature.

– Oli drenanti da usare sotto la doccia, da applicare con un massaggio, per drenare i liquidi e favorire la pelle tonica e liscia.

– Creme e maschere tonificante homemade Potete preparare delle creme e delle maschere tonificanti anche a casa.

Provate a mischiare un cucchiaino di miele con del rosmarino finemente tritato e un cucchiaio di acqua di amamelide, una pianta con proprietà astringenti: spalmate la crema sullo stomaco e lasciate assorbire bene, poi sciacquate. Usate un albume sbattuto come maschera per lo stomaco: aspettate che sia secco prima di sciacquarlo e ripetete il trattamento almeno 3 volte a settimana.

Superjump hot dance: per combattere la cellulite si balla sul tappeto elastico

Pubblicato il 31 Dic 2018 alle 8:12am

Jill Cooper ha messo a punto un nuovo format nella famiglia dei suoi variegati workout sui trampolini circolari e l’ha presentato all’ultima edizione Riminiwellness: Superjump hot dance, una lezione ancora più allegra e divertente delle altre.

Una sorta di “linfodrenaggio in azione”.

Come spiega il master trainer Davide Tumiotto, è il primo corso sui tappeti elastici interamente dance-inspired, accompagnato da una colonna sonora di ritmo latinoamericano. Nella sua messa a punto si è data molta importanza all’impatto della musica e al fattore emozione, perché sono stati utilizzati brani molto noti, di ieri e di oggi, che creano un’atmosfera molto coinvolgente.

Come si svolge la lezione Nella lezione si susseguono brevi coreografie, semplici e accessibili a tutti, un lavoro che si basa sulle combinazioni di saltelli e rimbalzi. Un lavoro che raggiunge picchi di intensità cardiorespiratoria anche elevata ed è una continua sfida, ma i risultati sculpt & shape sono evidenti. Il vantaggio principale è che il tappeto elastico riduce dell’85% gli impatti sulle articolazioni, quindi lo si può provare anche se si è in sovrappeso, senza temere eventuali traumi alle articolazioni.

Riduce inoltre l’accumulo di acido lattico nei muscoli e a fine lezione non si sente stanchezza, non si hanno dolori nonostante l’intenso lavoro effettuato da parte di tutto l’organismo.

Uno sport dunque molto divertente ed efficace!

Sei mesi di sport ringiovaniscono cervello di 9 anni

Pubblicato il 23 Dic 2018 alle 6:00am

Lo sport fa bene alla salute e porta innumerevoli benefici al fisico e alla mente. Due recenti studi scientifici ne sono una conferma. La prima ricerca pubblicata su Neurology, rivela che svolgere attività fisica aerobica (camminata, corsa, bicicletta) in modo regolare per tre volte alla settimana per sei mesi di seguito può ringiovanire il cervello di nove anni, migliorando così anche le funzioni cognitive in chi ha lievi deficit. Una seconda ricerca, pubblicata sul British Journal of Sports Medicine, basata sulla revisione di dati relativi a 40 mila pazienti, suggerisce poi che lo sport potrebbe essere efficace anche come i farmaci per combattere la pressione alta.

Nella prima indagine, condotta da James Blumenthal, della Duke University Medical Center a Durham, sono stati coinvolti 160 partecipanti di età media sui 65 anni e tutti con lievi deficit cognitivi (problemi di memoria e di organizzazione mentale, capacità decisionale) e sedentari. I volontari hanno diviso il campione in 4 gruppi, il primo doveva svolgere 45 minuti di sport (10 di riscaldamento e 35 su un tapis roulant correndo o camminando) per tre volte a settimana, il secondo la dieta contro l’ipertensione (DASH) che è un’alimentazione ricca di fibre, legumi, frutta secca, frutta e verdura e povera di sale e carne; il terzo doveva seguire entrambe le “prescrizioni” e l’ultimo nessuna. Tutti i partecipanti sono stati valutati prima e dopo l’intervento con test cognitivi ad hoc.

A sei mesi dall’intervento, chi aveva praticato sport e chi aveva sia praticato sport che seguito la dieta, avevano dimostrato un miglioramento considerevole nelle loro «funzioni esecutive» (capacità di riflettere, decidere, organizzare, portare a termine un compito), comparabile a nove anni di invecchiamento in meno. In particolare se il campione partiva da un cervello con un’età stimata di 93 anni, 28 anni in più della loro vera età anagrafica a causa dei deficit cognitivi, dopo sei mesi i partecipanti che hanno sia fatto sport sia seguito la dieta DASH hanno mostrato di avere funzioni esecutive pari a quelle di un 84enne. Nessun miglioramento è stato riscontrato negli altri due gruppi, segno che la dieta da sola non è sufficiente a sortire cambiamenti significativi; ma per confermare questo dato, concludono gli esperti, lo studio va ripetuto su un più ampio campione di individui.

Noemi in bikini mostra una splendida forma fisica: colleghe e fan in delirio

Pubblicato il 18 Lug 2018 alle 6:00am

Noemi è in splendida forma fisica e si gode le tanto meritate vacanze. La prova costume sembra essere stata superata alla grande.

Su Instagram la cantautrice posta una foto. Nella quale appare sorridente, molto dimagrita, in costume a due pezzi, e in splendida forma fisica.

L’artista con questo post chiede ai fan: «Prova costume superata?». E ancora: «…per me con qualche debituccio a settembre».

Immediati i commenti da parte di colleghe e fan.

«Stai benissimo!» ha scritto Laura Pausini. Sei «Top», le ha fatto eco Emma.

E a chi le chiede come sia arrivata ad avere una forma fisica così invidiabile, Noemi risponde: «Non ho fatto niente di particolare, solo attività fisica e ho mangiato poco la sera», rivelando anche di essersi affidata a una nutrizionista.

Mal di schiena, cosa fare e come prevenirlo

Pubblicato il 17 Apr 2018 alle 8:25am

Secondo un’indagine globale Global Pain Index (Gpi), promossa da Gsk Consumer Healthcare (Gsk CH) che ha coinvolto oltre 19 mila persone in 32 Paesi, tra cui l’Italia, nel nostro Paese, sei lavoratori su dieci sono regolarmente affitti dal dolore muscolo-scheletrico (62%), che si traduce spesso in 3,3 giorni di malattia in media ogni anno e un impatto economico pari a 7,9 miliardi di euro. Questo dolore si manifesta in diversi modi: in maniera più frequente con il mal di schiena (33%); quindi con dolore a livello lombare (27%); e dolore cervicale (25%).

Dolore muscolo-scheletrico che colpisce la quasi totalità della popolazione, indipendentemente dall’età, dal luogo di residenza o dal tipo di attività che si svolge.

Gli esperti hanno spiegato che le tipologie di dolore muscolo-scheletrico sono molteplici e possono derivare da: posture scorrette; stress e tensione per un stile di vita frenetico; sovrappeso o obesità; una vita troppo sedentaria o, al contrario, un’attività fisica troppo intensa.

Tra i possibili rimedi attività sportiva, ma anche yoga e pilates, movimenti che hanno il grande vantaggio di allungare e rafforzare l’intera muscolatura senza sottoporre l’organismo a particolari stress. Ottimo anche il nuoto, purché correttamente praticato.

Ecco allora che proprio per diffondere notizie, informazioni ulteriori e possibili cure e rimedi, GSK Consumer Healthcare ha annunciato il lancio di una piattaforma d’azione globale per imparare a ridurre l’impatto del dolore muscolo-scheletrico, a partire dall’informazione. Nel nostro Paese, infatti, si prepara a prendere il via la campagna ‘Fermi mai! Via libera al movimento’ per far conoscere alla popolazione causa, rimedi e soluzioni del dolore muscolo-scheletrico, dalla prevenzione al trattamento.

Campagna che farà tappa in diverse farmacie e sarà consultabile sul sito www.vialiberaalmovimento.it.

Ma allora cosa fare per difendersi dal mal di schiena?

Come prima cosa, consigliano gli esperti, è di provare a correggere stili di vita sbagliati. Fare attenzione alla propria postura, a non assumere atteggiamenti viziati, sia quando si lavora davanti al pc, che quando si studia o quando si è impegnati in una qualsiasi attività giornaliera o professionale.

Ma se queste precauzioni non dovessero bastare il parere di un medico può avere la meglio ed indicare la strada giusta da seguire.