girovita

Metabolismo, per il girovita un aiuto naturale da acqua e limone

Pubblicato il 12 Apr 2019 alle 1:06pm

«Bisogna bere tanta acqua e limone durante il giorno, specialmente la mattina appena alzati e sempre dopo avere urinato. È buona cosa prenderla come abitudine sistematica una volta usciti dal bagno. Mai bere durante i pasti». A consigliarlo è Henry Chenot, il medico di origini catalane ma francese di adozione, che all’inizio degli anni Settanta creò il primo di una serie di laboratori di fitocosmetica e fitoterapia e nel 1999 la «biontologia», il nuovo concetto per studiare l’evoluzione dell’invecchiamento psicofisico, applicando il metodo di disintossicazione che porta il suo nome.

In Franciacorta, e a Merano due oasi di benessere portano il suo nome. Secondo Chenot il vero elisir di lunga vita è semplicemente un bicchier d’acqua e limone. In quanto, oltre ad idratare riequilibra il pH sanguigno, libera dalle tossine e aiuta il fegato, inoltre, pulisce la pelle e fornisce il giusto apporto di vitamine – una buona concentrazione di vitamina C e di acido citrico – nonché sali minerali che regolano il metabolismo e stimolano la peristalsi, conferendo anche un incarnato luminoso, sano e bello.

L’attenzione, che bisogna fare, è che devono essere fette di limone con scorza (meglio, quindi, se agrumi provenienti da un’agricoltura biologica, non trattati) immerse nell’acqua. Il succo da solo non basta, mentre con la buccia il mix si esprime al meglio e con tutte le sue proprietà benefiche.

Un vero toccasana che alcalinizza e rafforza il sistema immunitario, in grado di sgonfiare la pancia e facilitare anche la perdita di peso. un binomio salutare per l’organismo anche per il girovita.

«Fa benissimo bere anche acqua e aceto di mele», sottolinea Chenot, « nella misura di un cucchiaio per litro d’acqua, perché il sidro di mele agisce sul tessuto connettivo». Un buon drenaggio dell’organismo, è indispensabile se si considera che l’acqua rappresenta per il 60 per cento il costituente principale del corpo umano, in particolare dei tessuti molli, e che la giusta idratazione rientra nei parametri di un corretto stile di vita e di un armonico benessere psicofisico.

Scoperto il settimo gusto: si tratta dei carboidrati. Attenzione a mangiarne troppi

Pubblicato il 30 Ott 2017 alle 12:19pm

Il settimo gusto – secondo alcuni ricercatori australiani della Deakin University – sono i carboidrati. Per arrivare a tale conclusione gli scienziati hanno arruolato un gruppo di 34 volontari sottoposti a precisi test di valutazione. Dai risultati raccolti è emerso infatti che vi sono alcune persone particolarmente sensibili al gusto dei carboidrati, e che non si tratta di una cosa positiva. (altro…)

La pasta non fa ingrassare, parola di esperti

Pubblicato il 06 Lug 2016 alle 9:47am

Nuovo studio italiano dichiara che la pasta non fa ingrassare. A dirlo i ricercatori del Dipartimento di Epidemiologia dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli (Isernia). Attenzione, però, raccomandano gli esperti, non superare i 50 grammi al giorno o comunque una quantità equivalente al 10% delle calorie giornaliere totali. Così, si è più “magri” di chi invece ne limita il consumo. (altro…)

Il girovita si allarga in sole 3 ore se si mangiano cibi grassi

Pubblicato il 15 Mag 2012 alle 10:15am

Bisogna stare molto attenti a ciò che si mangia. Sembra, infatti, che i grassi, possono far aumentare nel giro di qualche ora il girovita.

A rivelarlo è uno studio che è stato condotto da Fredrik Karpe della Oxford University, secondo cui, nel momento preciso in cui il corpo non riesce ad assimilare il grasso eccedente, questo si accumula tutto sul girovita. (altro…)

Novembre 2010: mese della prevenzione cardiovascolare rosa

Pubblicato il 04 Nov 2010 alle 10:07am

Prima erano soprattutto gli uomini ad avere problemi cardiovascolari. Ora invece tra le principali cause di mortalità femminile ci sarebbero proprio le malattie cardiovascolari. (altro…)