gommage

Scrub viso e corpo, niente microplastiche, è l’anno di sale e caffè

Pubblicato il 24 Giu 2019 alle 10:09am

Le principali industrie di cosmetici hanno cambiato passo con nuove edizioni di scrub, attingendo dalla natura e dalle tradizioni nostrane dando vita a sostanze più naturali, gommage che molte volte vengono ideati anche col fai da te.

Nella vasta scelta di ingredienti pronti all’uso, troviamo ricette golosissime condivise anche sui social, a base di caffè e ‘sali minerali’ (da quello rosa al nero), frutti di bosco, verdure e zucchero. Seguono polveri e micro polveri di origine naturale.

I rimedi esfolianti e i gommage vivono una seconda giovinezza e sono anche prodotti di punta delle company più innovative, che operano secondo i principi dell’economia circolare, sempre più gradita ai consumatori di tutto il mondo attenti anche all’ecosistema, all’ambiente circostante. Ingredienti alternativi, spesso provenienti da scarti alimentari, sono infatti il cuore pulsante delle nuove formulazioni.

Da Lush, il brand inglese da sempre impegnato nella lotta all’inquinamento da microplastiche, arrivano ad esempio, gli scrub al 100% naturali e biodegradabili. Nella linea completa troviamo shower scrub mix a base di sale marino, carbone assorbente e olio di rosmarino e pino (Scrub Scrub Scrub), o Movies, sapone per il visto che ha nel pane integrale l’ingrediente esfoliante per togliere le cellule morte, Sandstone usa invece sabbia finissima, mentre al caffè troviamo lo scrub Cup O’ Caffee, una maschera viso e corpo con caffè macinato esfoliante.

Fra i nuovi brevetti industriali ai primi posti per consumi anche i prodotti di Novamont, rinomata marca per la produzione di sacchetti bio, che in collaborazione con il marchio Roelmi Hpc (azienda italiana leader nella produzione di ingredienti per la cosmetica) ha sviluppato una serie di prodotti a base di ingredienti interamente biodegradabili ad azione esfoliante; la londinese UpCircle Beauty che recupera i fondi di caffè e le spezie del tè chai fermentato, mescolati a erbe, fiori, menta, cannella, ginger, e mandarino e limone per ricavarne sieri, saponi e oli ad azione esfoliante e la Sud Coreana Beigic che usa invece semi di caffè per i gommage.

Insomma, ce ne è veramente per tutti i gusti e tutte le tasche. Basta fare un giro della rete e delle profumerie. Per essere ammaliati da nuove essenze, profumazioni, novità e sostanze ecosostenibili. Del tutto naturali come i rimedi fai da te fatti in casa anche dalla nostra nonna.

In profumeria riscuotono grande successo i gommage-granita per il corpo (da Sephora), i gel doccia ad azione anche esfoliante (Avene, Eau Thermale Avene), gli esfolianti alla polvere di bambù (della francese Clarins) e gli scrub marocchini con olio di argan (di Simon & Tom). Comfort zone propone un doccia scrub in gel perfetto per il post attività sportiva e fatto con estratto di te matcha, foglie di tè verde, riso nero. Per i capelli c’è l’innovativo scrub di Davines, SOLU Sea Salt Scrub Cleanser realizzato con il sale marino della salina di Paceco (Trapani), presidio Slow Food.