Helena Janeczek

Premio Strega 2018, la vincitrice è Helena Janeczek con ‘La ragazza con la Leica’

Pubblicato il 07 Lug 2018 alle 6:00am

Il Premio Strega 2018 è stato vinto dalla scrittrice tedesca, naturalizzata italiana, Helena Janeczek con ‘La ragazza con la Leica’ (Guanda). Che ha battuto Marco Balzano con il libro ‘Resto qui’ (Einaudi).

Era dal 2003, quando vinse Melania Mazzucco con ‘Vita’, che una donna non si aggiudicava il più importante premio letterario italiano organizzato da 72 anni dalla Fondazione Bellonci.

Una vittoria molto significativa perché sono state solo 10 le donne le donne che hanno vinto da quanto è stato istituito il premio. Si parla infatti di solo 10 donne contro i 61 uomini delle passate edizioni.

Un prestigioso riconoscimento, il premio Strega, che è stato assegnato nella serata finale del 5 luglio e che quest’anno si è svolta al Ninfeo di Villa Giulia, trasmessa in diretta su Rai3, presentata da Eva Giovannini, con ospite speciale Giampiero Mughini.

In corsa per la vittoria del premio letterario italiano, più ambito di sempre, c’erano anche Carlo D’Amicis con ‘Il gioco’ (Mondadori), Sandra Petrignani con ‘La corsara, ‘ritratto’ di Natalia Ginzburg’ (Neri Pozza) e Lia Levi con ‘Questa sera e’ già domani’ (Edizioni e/o).

Grande era l’attesa e numerosi i motivi d’interesse per questa edizione. Da 20 anni infatti, non c’era una maggioranza di donne in gara e l’ultima vincitrice era del 2003.

Helena Janeczek, vincitrice dell’edizione 2018, (54 anni), ha ambientato il suo romanzo nella Spagna degli anni ’30.

Racconta di Gerda Taro Pohorylle, fotografa tedesca nota per i suoi reportage di guerra e conosciuta per essere stata la compagna di Robert Capa con cui ha stabilito un forte sodalizio professionale.

Premio Strega 2018, la cinquina finalista con in testa Helena Janeczek e il suo libro ‘La ragazza con la Leica’

Pubblicato il 16 Giu 2018 alle 6:18am

Il 13 giugno sono stati annunciati i cinque libri in finale all’edizione 2018 del premio Strega, il più importante premio letterario italiano: la cosiddetta “cinquina”. Tre sono scritti da scrittrici, due da scrittori. Si tratta di quattro romanzi – lo Strega premia la narrativa – e una biografia. Due delle case editrici in finale appartengono al gruppo Mondadori, due al gruppo GeMS e una è indipendente.

Ecco chi sono i 5 finalisti e i libri in gara: Helena Janeczek con La ragazza con la Leica (Guanda) 256 voti, Marco Balzano con Resto qui (Einaudi) 243 voti, Sandra Petrignani con La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza) 200 voti, Lia Levi con Questa sera è già domani (Edizioni E/O) 173 voti, Carlo D’Amicis con Il gioco (Mondadori) 151 voti.

Il premio Strega viene assegnato ogni anno a un autore o autrice che ha pubblicato un libro di narrativa in Italia tra il primo aprile dell’anno precedente e il 31 marzo dell’anno in corso. I libri della cinquina sono stati scelti tra i semifinalisti della “dozzina” dalla giuria complessiva: i 400 Amici della domenica (cioè i giurati a vita) insieme a scuole, università e 15 circoli di lettura delle Biblioteche di Roma e 200 studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da venti Istituti Italiani di Cultura all’estero. Il vincitore sarà annunciato il 5 luglio prossimo.

L’anno scorso il premio è stato vinto da Paolo Cognetti con Le otto montagne.

Altre notizie

Archivio notizie

dicembre: 2020
lun mar mer gio ven sab dom
« Nov    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031