I Am and I Will giornata di prevenzione

World Cancer Day, 4 febbraio: studio Airc: con il 30% in meno di calorie si riduce il rischio

Pubblicato il 03 Feb 2019 alle 6:27am

In occasione del World Cancer Day (lunedì 4 febbraio) l’AIRC lancia la campagna “I Am and I Will”. L’appello che viene lanciato ai fini della prevenzione è quello di mangiare bene e sano.

Un messaggio veicolato nell’ambito della campagna ma anche sottolineato da parte dell’immunologo italiano più citato al mondo, Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Istituto Humanitas di Rozzano (Milano) e dal suo team di esperti che sono riusciti a dimostrare che «la diminuzione di circa il 30% dell’apporto calorico riduce la produzione di fattori di crescita e citochine che favoriscono l’infiammazione e la comparsa di tumori». Risultati ottenuti anche grazie al sostegno dell’Airc.

Altro studio che indaga sul rapporto fra alimentazione e cancro è quello citato da Carlo La Vecchia, università degli Studi di Milano. Si tratta di un lavoro condotto dal consorzio internazionale Inhance, a cui l’Italia partecipa sempre con il sostegno di Airc, che ha quantificato il contributo di una dieta ricca di fibre alla riduzione del rischio di ammalarsi di tumore della testa e del collo. La ricerca conferma che consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno e quantità elevate di cereali ricchi di fibre può aiutare a diminuire le probabilità di essere colpiti da questo gruppo di neoplasie che possono svilupparsi nella bocca, nella gola, nel naso, nei seni paranasali, nella laringe (alle corde vocali), nella faringe, nelle ghiandole salivari e nella tiroide. I risultati dello studio sono pubblicati sull’ International Journal of Cancer.