idee arredo

Casa, novità dal salone biennale Euroluce 2019

Pubblicato il 25 Apr 2019 alle 10:37am

Nel salone biennale Euroluce 2019 arriva la prima linea di ricerca, destinata appunto alla luce decorativa, detta una tendenza forte. Influenzata dal grande designer anglo-cipriota Anastassiades, con i suoi equilibri di aste e sfere, di linee e forme geometriche pure, ecco fare il loro ingresso in scena le nuove lampade. Come quella di Andrea Anastasio “Madre” per Foscarini dalla forma cava e ospitante, che suggerisce la metafora di una luce nel grembo. La giovane designer polacca Zsuzsanna Horvath, che scolpisce per Luceplan un aereo oggetto intagliato a laser nel multistrati (“Illan”).

Anche l’illuminazione conosce un momento di grande riscoperta del passato. Tornano infatti in scena i capolavori di un tempo, come la Tato, che ripropone oggetti di culto quali la lampada “Arenzano a tre fiamme”, disegnata da Ignazio Gardella nel 1963 per Azucena. E ancora, Santa&Cole che ripropone “Tatu”, lampada da tavolo a periscopio, progettata da André Ricard nel 1972. Allo stesso modo, la lezione del passato diviene base formale per nuove ricerche, come possiamo vedere confrontando l’iconica lampada da tavolo “Libra Lux” di Roberto Menghi (1948), prodotta da Nemo con la “Bird” di Berhard Osann per la stessa azienda e con l’applicazione del medesimo principio di bilanciamento, grazie anche ad un contrappeso. Non si tratta, però, soltanto di citazioni così dirette.

Il gruppo ceco Brokis, con “IVY” progettato da Lucie Koldova, cita invece il mondo vegetale, suggerendo la crescita, in orizzontale o in verticale, dei rami degli alberi. Il fondo marino, piante subacquee o pesci carichi di aculei (in legno), è rappresentato dagli elementi di luce di Arturo Álvarez grazie alla sospensione chiamata “Aimei” per Calor Color.

Lampadario, un elemento prezioso di arredo che torna di moda nelle nostre case

Pubblicato il 19 Feb 2019 alle 6:45am

Il lampadario è stato sempre al centro delle nostre case. In epoca recente, dopo un periodo di ripensamento il lampadario è tornato ad adornare la nostra abitazione arricchendola e completandola con finiture di arredo, anche pregiato. (altro…)

Lo specchio, un essenziale complemento di arredo

Pubblicato il 06 Nov 2017 alle 8:44am

Lo specchio diventa l’elemento centrale per molte aziende dell’arredamento, e anzi per alcune aziende diventa anche l’elemento unico! Armadi a specchio, porte a specchio, specchi a parete, vetri oscuranti che diventano specchio … la casa non è altro che un riflesso continuo del sé. Un po’ come avviene per i social e i selfie che spopolano ai tempi nostri. (altro…)

Il bagno un ambiente di design e di benessere

Pubblicato il 31 Lug 2017 alle 6:46am

Il bagno è come un living. L’ambiente un tempo considerato semplicemente uno spazio di servizio, anonimo e spesso da nascondere, oggi si eleva a regno del benessere, della bellezza e del comfort.

Una stanza da arredare e personalizzare con gusto proprio come il salotto di casa. Per farlo, basta guardare alle tante novità del momento: rubinetti dalle finiture preziose come l’oro rosa e il rame, vetrine illuminate da strisce di led per mostrare profumi e cosmetici, box doccia dai profili ultrasottili e cerniere invisibili.

Ecco allora che troviamo dettagli che migliorano il look e la funzionalità del bagno: doccia più grande, illuminazione di design, sedi rilassanti, mensole, e tanto altro ancora.

«Il bagno è diventato lo spazio a cui si dedica molta attenzione, sia per quanto riguarda la quantità di superficie che gli viene destinato, sia per la cura con la quale viene progettato e costruito», afferma Marinella Santarelli di Castiglia Associati, studio che collabora da anni con Scavolini Bathrooms e ha dato vita a collezioni come Rivo, Aquo e Idro. «Grazie alla costante ricerca oggi sul mercato ci sono soluzioni innovative sul piano formale e prestazionale. I nuovi prodotti si avvicinano sempre di più allo stile della zona living: i piani per i lavabi da appoggio assomigliano alle basi degli scrittoi, i mobili a giorno sembrano delle vetrinette per esporre saponi, asciugamani, candele e piante. Strisce di led evidenziano i volumi e illuminano i contenitori, mentre le finiture di legno e gli abbinamenti colore ripropongono in bagno lo stesso look del soggiorno o della camera da letto. Tutto per creare un linguaggio unitario all’interno della casa».

Il bagno si trasforma, si eleva a stanza da arredare come gli altri ambienti, un posto intimo che rispecchia la personalità di chi lo vive, come continua l’architetto Marinella Santarelli: «Negli ultimi dieci anni si è registrata una evoluzione sia dal punto di vista tipologico che funzionale. Da servizio orientato all’igiene a paradiso del benessere e del relax dedicato solo a sé, dove è possibile ritrovare l’equilibrio tra corpo e spirito. Il messaggio finalmente sdoganato è che avere cura del nostro corpo non ha solo un valore di carattere edonistico ma è legato alla sfera della salute fisica e mentale. Il nuovo bagno continuerà ad evolversi verso un interno domestico emozionale dove ciascuno potrà dedicare a se stesso tutto il tempo che desidera, lasciandosi il mondo alle spalle».

Ecco alcune idee per voi

Salone Internazionale del Mobile, a Milano design e tecnologia fino al 9 aprile

Pubblicato il 06 Apr 2017 alle 9:02am

In occasione della 56esima edizione del Salone del Mobile.Milano, che ha aperto i battenti ieri 4 aprile e li chiuderà il prossimo 9 aprile, sono attesi oltre 300mila visitatori provenienti da oltre 165 paesi del mondo. (altro…)

Casa, come abbinare tavolo e sedie in modo del tutto inusuale

Pubblicato il 12 Mar 2017 alle 8:42am

Se non sapete ancora come abbinare il tavolo alle sedie potete farlo in maniera del tutto creativa ed insolita. Come? Sbizzarrendovi con la fantasia.

Nella scelta di tavoli e sedie non ci sono delle regole ben precise da seguire, anche se dovrete stare attenti a stile e arredo generale.

In genere la scelta della sedia segue quella del tavolo, ma questi due complementi di arredo possono anche non essere necessariamente abbinati e coordinati tra loro.

Vediamo allota alcuni trucchi e i consigli per abbinare tavolo e sedie in maniera del tutto inusuale!

Secondo una nuova tendenza è possibile accostare sedie di diverse tipologie e forme al tavolo della zona pranzo.

Il risultato finale dovrà naturaalmente risultare molto elegante ed armonioso.

L’accostamento del tavolo può essere in linea o in netto contrasto con le sedie. Per questo, sarà bene, mixare con gusto stile antico e moderno, vintage e classico, contemporaneo e tradizionale. Per la zona pranzo, ad esempio, potete optare per un tavolo in legno dal gusto classico e scegliere delle sedie moderne nel più innovativo plexiglass, o in ecopelle.

Se il tavolo è molto semplice e lineare, le sedie potranno essere fantasiose, dai toni più accesi per dare più risalto all’ambiente e al tavolo stesso.

Altra moda in fatto di arredo è quella di abbinare il tavolo a sedie di diversi colori tra loro. E lo stesso tavolo potrà essere di colore diverso dalle sedie.

Infine, un’altra tendenza è quella di accostare sedie che hanno stile uguale al tavolo, ma scelte in finiture e materiali differenti.

Se avete le idee confuse, date un’occhiata a queste immagini o fate un giro per negozi e siti web che vendono mobili. E’ possibile già trovare l’abbinamento giusto che fa per voi.

class=”alignnone size-full wp-image-89378″ />

Cassette della frutta che diventano mensole per pianti e libri, ecco come

Pubblicato il 16 Dic 2016 alle 7:00am

Per dare un tocco di originalita’, personalita’ in piu’ alla vostra casa, libreria, o terrazzo, potete utilizzare delle cassette da frutta che andrete a restaurare e ridipingere, nei colori che piu’ vi aggradano. (altro…)