ipertensione

Ipertensione, camminare per tenerla sottocontrollo

Pubblicato il 13 Gen 2020 alle 8:51am

L’ipertensione è tra le patologie più diffuse nei giorni nostri e nei paesi più sviluppati, dove una persona su tre ne è colpita. Nella rubrica “Carlino Salute” ne parla il dottor Vinicio Fiorani, responsabile di Cardiochirurgia a Salus Hospital. (altro…)

Ipertensione, lunghe ore alla scrivania aumentano il rischio

Pubblicato il 25 Dic 2019 alle 6:50am

Trascorrere molte ore di lavoro alla scrivania, potrebbe aumentare il rischio di ipertensione ‘nascosta’, ovvero una pressione alta anche se le misurazioni fatte nello studio medico sembrano normali. A suggerirlo è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Hypertension.

I ricercatori della Laval University, in Quebec, hanno arruolato 3.547 impiegati e ne hanno misurato la pressione sanguigna durante il primo anno, nel terzo e di nuovo nel quinto anno.

In uno studio medico allestito sul posto di lavoro hanno misurato la pressione sanguigna di ciascun volontario per ben tre volte in una stessa mattinata.

Ebbene? Per il resto della giornata, i volontari hanno indossato un dispositivo di monitoraggio della pressione, che prendeva le letture ogni 15 minuti. Complessivamente, è emerso che il 18,7% dei volontari esaminati ha sofferto di ipertensione ed era in cura mentre il 13,5% aveva ipertensione mascherata e non riceveva trattamenti per l’ipertensione.

I 5 veleni bianchi da evitare ogni giorno

Pubblicato il 10 Dic 2019 alle 7:27am

Sono 5 i veleni bianchi da evitare ogni giorno, nell’alimentazione quotidiana. Vediamo quali sono. In quanto, hanno basse quantità di proteine e vitamine e consumati in eccesso possono provocare diabete e ipertensione.

1) Farina raffinata: amido puro, subisce molte lavorazioni che comportano la formazione di una sostanza chiamata alossano che diventa pericolosa perché causa di diabete.

2) Sale: cloruro di sodio allo stato quasi puro, può portare a malattie cardiovascolari e se viene consumato in eccesso può far aumentare la pressione sanguigna. Il consiglio più logico, è non usare proprio il sale, in quanto tutto quello che mangiamo racchiude il sale.

3) Zucchero: invenzione della chimica, va del tutto evitato.

4) Riso bianco: fa aumentare il glucosio nel sangue con importanti complicanze. Se consumato troppo spesso metta a rischio di sviluppare il diabete.

5) Latte di mucca sterilizzato: la sterilizzazione di questo latte fa in modo da eliminare tutti i batteri che sono ottimi per la salute e nello stesso tempo vengono distrutti gli enzimi che fanno assorbire i nutrienti. Da alcuni studi si è evidenziato che il latte di vaccino sterilizzato è tra le cause principali a causare allergie nei bambini.

Ipertensione: dal Perù un “insaporitore” salutare con sodio e potassio

Pubblicato il 03 Ott 2019 alle 7:29am

C’è un nesso che lega l’aumento della sapidità dei cibi che consumiamo al rischio di vedere aumentare i valori della pressione sanguigna. A confermarlo uno studio condotto in Perù, presentato nel in occasione dell’ultimo congresso mondiale di cardiologia, appena conclusosi a Parigi. (altro…)

Rucola per combattere l’ipertensione

Pubblicato il 30 Giu 2019 alle 10:18am

Mangiare rucola fa bene alla salute. Soprattutto contro l’ipertensione. (altro…)

Ipertensione, un aiuto dal vino rosso

Pubblicato il 25 Mag 2019 alle 6:57am

Una celebre molecola, presente nel vino rosso, potrebbe diventare l’ingrediente di un nuovo trattamento anti-ipertensivo. A dirlo i ricercatori del King’s College di Londra, che hanno scoperto il meccanismo di funzionamento del resveratrolo, molecola ben nota e al centro di numerose ricerche scientifiche , ma i cui benefici non erano mai stati sfruttati.

I ricercatori, finanziati dalla British Heart Foundation, hanno messo in luce il meccanismo d’azione del resveratrolo, che interagisce con una proteina chiamata Pkg1a nella parete dei vasi sanguigni. Il resveratrolo aggiunge ossigeno alla proteina, portando i vasi a rilassarsi ed espandersi, provocando così ad un calo della pressione.

Tale team descrive i risultati ottenuti su topi da laboratorio, pubblicati su ‘Circulation’, aggiungendo però che occorrono ulteriori studi per verificare se la sostanza ha un effetto analogo anche sull’uomo. I quantitativi sufficienti di resveratrolo necessari per abbassare la pressione sanguigna non sono quelli di un bicchiere di vino rosso, ma l’equivalente di un migliaio di bottiglie al giorno. Ecco perché con molta probabilità si potrà creare qualche farmaco che lo contenga in dosi superiori.

Ipertensione, controllo della pressione e check up gratuiti al carrello della spesa, Sabato 18 Maggio nei centri commerciali

Pubblicato il 17 Mag 2019 alle 6:58am

Per “scoprire” l’ipertensione, in occasione della Giornata Mondiale che si celebra sabato 18 maggio, torna anche quest’anno, lo speciale appuntamento con la quinta edizione di Medico Amico Day. Un’importante iniziativa dal titolo ‘A cuor leggero’, promossa dal Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani (Snami), con il contributo di Menarini. (altro…)

Cosa mangiare quando si ha la pressione alta?

Pubblicato il 24 Feb 2019 alle 11:48am

L’ipertensione, è uno stato patologico in cui i livelli di pressione arteriosa sono superiori alla norma. Tale condizione fisica può provocare conseguenze anche serie sulla salute delle persone che ne sono affette. Una giusta alimentazione può però prevenire e curare tale stato.

Alimenti che curano l’ipertensione sono quelli ricchi di potassio: ad esempio le banane, le patate, i pomodori, le arance e le mandorle. Il potassio è fondamentale per un corretto funzionamento delle cellule e per la regolarizzazione della pressione arteriosa. Questo minerale bilancia l’eccesso di sodio, uno dei principali responsabili dell’ipertensione.

Il pesce è un altro elemento i cui grassi ricchi di omega 3 risultano essere antinfiammatori e in grado di regolarizzare la pressione arteriosa. Il salmone , altro alimento ideale per chi soffre alta.

E ancora, sedano, zafferano, semi e spezie utilissimi per far abbassare la pressione sanguigna. La frutta e le verdure fresche (con poco condimento) in quanto contengono molti sali minerali e acqua e non permettono l’eccesso di sodio.

Molto efficace nell’alimentazione anche l’aglio , uno dei principali alleati contro l’ipertensione, in quanto è in grado di rilassare la muscolatura e dilatare i vasi sanguigni. Preferibilmente se mangiato a crudo, onde evitare l’alito cattivo. Basta tagliare un piccolo spicchio ed inghiottirlo come fosse una pastiglia! In alternativa potete sempre assumere delle pastiglie che trovate in commercio.

Cosa non mangiare

Chi ha problemi di pressione alta deve assolutamente evitare di mangiare alimenti che contengono sale aggiunto.

In caso di pressione alta è infatti sconsigliato mangiare pane, salumi, insaccati, piatti già pronti, formaggi, salse di soia, pizza.

Chi soffre di questo disturbo deve abolire la saliera dalla tavola, deve cucinare personalmente i propri pasti e mangiare cibi freschi e mai confezionati e pronti. Condirli con spezie, peperoncino o limone.

Se concedete al vostro corpo una sana alimentazione, vedrete che starete meglio e il vostro organismo vi ringrazierà!

Ipertensione: un alimento naturale può aiutare a regolarla

Pubblicato il 07 Gen 2019 alle 8:00am

Dalla spirulina arriva una nuova sostanza naturale per combattere l’ipertesione. E’ il risultato a cui è giunta di recente una ricerca condotta dal Irccs Neuromed di Pozzilli (Iss) sulla cosiddetta ‘alga azzurra’ e la sua capacità di contrastare l’ipertensione arteriosa attraverso la dilatazione dei vasi sanguigni.

Gli esperimenti, descritti sulla rivista scientifica Hypertension, condotti su arterie isolate e su modelli animali di ipertensione, rivelano che la spirulina, spesso definita ‘supercibo’ per via delle numerose proprietà benefiche che le vengono attribuite, è un cianobatterio, ovvero un batterio capace di fotosintesi.

Ebbene, questo estratto di spirulina, per i ricercatori molisani, che hanno lavorato insieme con le università di Salerno, Sapienza di Roma e Federico II di Napoli, è un peptide (una molecola composta da aminoacidi, come le proteine, ma molto piccola) che si è rivelato essere poi capace di provocare un rilassamento delle arterie e di portare a un’azione antipertensiva.

“La nostra ricerca – riferisce Albino Carrizzo, primo firmatario del lavoro scientifico – è partita sottoponendo l’estratto grezzo di spirulina alla digestione gastrointestinale simulata. In altri termini, abbiamo riprodotto ciò che accade nell’intestino umano dopo aver ingerito la sostanza. In questo modo possiamo ottenere i peptidi che poi verranno realmente assorbiti dal nostro organismo”.

Da qui si è arrivati a identificare per la prima volta la molecola denominata SP6. Somministrata a vasi sanguigni isolati, in laboratorio, la quale ha dimostrato come un’azione vasodilatatoria, abbia un effetto potenzialmente antipertensivo. Cosa che molto positiva che ha spinto i ricercatori a sperimentare il peptide in animali affetti da ipertensione, ottenendo un effettivo abbassamento della pressione arteriosa.

“Sappiamo – dice Carmine Vecchione, professore nell’Università di Salerno presso l’Irccs Neuromed – che i pazienti ipertesi hanno spesso un difetto nel naturale processo di regolazione dell’endotelio (la parete interna dei vasi sanguigni) da parte dell’ossido nitrico. La molecola da noi individuata nell’estratto di spirulina agisce in modo positivo proprio su questo meccanismo. Saranno naturalmente necessarie ulteriori ricerche, ma SP6 potrebbe rappresentare un adiuvante naturale alle comuni terapie farmacologiche per migliorare la funzione endoteliale e, quindi, combattere l’ipertensione”.

Ipertensione, ecco quali sono le migliori tisane per abbassarla

Pubblicato il 08 Ago 2018 alle 8:18am

Per combattere l’ipertensione bisogna partire dalla tavola e da quello che si mangia. Il miglior aiuto può arrivare dall’aglio che si può assumere anche sotto forma di tisana. (altro…)