Istituto Cervantes

Cuore lontano, cuore messicano: 6 artisti in Italia, in mostra al Cervantes di Napoli dal 28 gennaio

Pubblicato il 26 Gen 2016 alle 9:36am

L’arte messicana arriva a Napoli, nella città di Partenope: inaugura all’Instituto Cervantes, giovedì 28 gennaio ore 18, la mostra “Cuore lontano, cuore messicano. 6 artisti in Italia”.

Un’esposizione organizzata dall’Ambasciata del Messico in collaborazione con l’Instituto Cervantes, per la prima volta in Italia.

Trentanove opere esposte di diversa dimensione. Realizzate tra il 2000 e il 2015 da Ana María Serna, David Beuchot, Jehsel Lau, Karla Guajardo Ro, Ricardo Macías e Santos Badillo. Sei tra i più interessanti artisti messicani residenti in Italia.

Al vernissage interverranno, oltre agli autori delle opere, anche Juan José Guerra Abud, ambasciatore designato del Messico in Italia, María Teresa Cerón Vélez, addetto culturale dell’Ambasciata del Messico, José Luis Solano, console generale di Spagna e Luisa Castro, direttore dell’Instituto Cervantes di Napoli.

L’esposizione si potrà visitare in forma gratuita fino al prossimo 31 marzo, dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 19 e il sabato dalle ore 10 alle ore 13.

Nata dall’idea di far conoscere il talento di sei artisti messicani giunti in Italia per motivi diversi, la mostra è una conferma della ricchezza dell’arte contemporanea messicana.

I lavori sono un caleidoscopio pulsante di arte e creatività. Ricordano la vitalità della società messicana in tutte le sue molteplici declinazioni, dalla pittura alla fotografia, dalla ceramica al disegno di moda con rivisitazioni ed influenze derivanti dai percorsi di vita degli artisti, che rendono queste opere altamente rappresentative, oltre che per il talento, anche per l’amore per la madre patria, il Messico.

Per info INSTITUTO CERVANTES di NAPOLI via Nazario Sauro, 23 Napoli – tel 081 195 63311 – www.napoles.cervantes es

Inaugurata a Roma, per la prima volta in Italia, “Espai d’art fotogràfic” con le opere di Emilio Andrés Codina, Sandra Sasera Cano e Jaime Belda. Ingresso gratuito

Pubblicato il 27 Nov 2015 alle 10:07am

Ieri giovedì 26 novembre, è avvenuta a Roma l’inaugurazione, nella nuova sala esposizioni dell’Istituto Cervantes in piazza Navona, della mostra dedicata a Salvador Dalí, la collettiva “Espai d’art fotogràfic”.

Per la prima volta in Italia, 70 opere appartenenti a tre lavori fotografici vincitori del master della prestigiosa scuola internazionale di Valencia, Espai d’art fotogràfic dal titolo: “Consumismo e abbandono. Impatto dell’uomo nel suo habitat” di Emilio Andrés Codina (20 foto, 2010), “The Unknown” di Sandra Sasera Cano (30 foto, 2011) e “New York. Lato B” di Jaime Belda (20 foto, 2012).

Tre lavori selezionati da Francesc Vera, Romà della Calle e Tomàs Llorens, che resteranno esposti a Roma, al pubblico fino al prossimo 7 gennaio 2016 ad ingresso gratuito.

Il filo conduttore, la visione critica dell’iconosfera contemporanea occidentale.

I tre fotografi infatti, analizzano gli elementi sui quali si fonda il discorso della post-modernità, ognuno con le proprie idee estetiche e preoccupazioni, offrendo una chiave di lettura capace di arricchire e decodificare la nostra visione del mondo.

Per la prima volta in Italia, la mostra “Miguel EN Cervantes”: la vita del grande scrittore spagnolo raccontata a fumetti da Miguelanxo Prado e David Rubín

Pubblicato il 17 Ott 2015 alle 6:26am

Per la prima volta in Italia, e a Napoli, arriva la mostra “Miguel EN Cervantes. El retablo de las maravillas” curata da due grandi nomi del fumetto e dell’illustrazione spagnoli: Miguelanxo Prado e David Rubín. Allestita negli spazi espositivi dell’Istituto Cervantes (via Nazario Sauro, 23) di Napoli e organizzata con Acción Cultural Española (AC/E) e la Comunidad de Madrid, l’esposizione va a svelare al pubblico la figura di Miguel de Cervantes attraverso un punto di vista inedito, illustrando le sue passioni e il suo vissuto in un potente binomio di realtà e finzione.

Realizzata in occasione del IV centenario della morte dello scrittore, poeta, romanziere e drammaturgo originario della località madrilena di Alcalá de Henares, la mostra è visitabile ad ingresso gratuito dal prossimo 23 ottobre – 22 dicembre 2015, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 19, e il sabato dalle 10 alle 13.

L’esposizione descrive sia il Cervantes più conosciuto – quello che ha combattuto a Lepanto e detenuto ad Algeri – che quello più nascosto: la spia, lo spadaccino, l’esattore delle tasse, attraverso 36 illustrazioni di diversa dimensione di Miguelanxo Prado (La Coruña, 1958) e il comic in 16 pagine doppie di David Rubín (Ourense, 1977), raccontando l’essere umano misterioso e affascinante grazie a uno dei suoi otto entremeses: “El retablo de las maravillas”, opera satirica in gran parte autobiografica mai rappresentata in vita.

L’adattamento fumettistico del retablo de las maravillas di Rubín fa da filo conduttore all’esposizione con una struttura in tre atti teatrali. Insieme ad essi si utilizzano le scene che offre lo stesso racconto e si inseriscono episodi rivelatori della vita di Cervantes illustrati da Prado, arista vincitore del Premio Nacional del Cómic nel 2013. Con un linguaggio visivo – fumetto e illustrazione – si va a creare un collegamento diretto con la mente dello spettatore, trasportandolo al Barocco vissuto da Cervantes, raccontando la sua biografia e i temi universali trattati nei suoi scritti: la classe sociale, l’amore, la famiglia, il denaro, l’istruzione, la religione, al fine di esaltarne la modernità della produzione teatrale del grande scrittore spagnolo, meno conosciuta rispetto ai romanzi.

Al vernissage in programma giovedì 22 ottobre alle ore 19 interverranno oltre a David Rubín (uno dei due autori della mostra, che terrà anche una master class alle 16 per gli studenti di comics partenopei) anche Luisa Castro, direttore dell’Istituto Cervantes di Napoli e il console generale di Spagna, José Luis Solano.

Roma, Istituto Cervantes “Il Romanzo Giallo di Mendoza e De Cataldo”, Giovedì 15 ottobre 2015

Pubblicato il 14 Ott 2015 alle 6:26am

Giovedì 15 ottobre alle 18:30 l’Istituto Cervantes di Roma (piazza Navona, 91) ospita un incontro letterario che vede protagonisti due figure di rilievo della narrativa noir europea: Eduardo Mendoza e Giancarlo De Cataldo. Moderato dal professor Nicola Bottiglieri dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e introdotto da Sergi Rodríguez López-Ros, direttore del Cervantes.

Il Romanzo Giallo di Mendoza e De Cataldo” è un appuntamento organizzato dall’istituto di cultura e lingua spagnolo, in collaborazione con la FUIS – Federazione Unitaria Italiana Scrittori. Un interessante incontro ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, con uno sguardo sul genere letterario del giallo, che dà voce a due delle figure di spicco.

Mendoza e De Cataldo si racconteranno al pubblico svelando aneddoti e retroscena della fase creativa. Parlando delle loro letture, delle loro inquietudini espressive e del modo in cui il noir, la novela negra e il romanzo d’avventura hanno accompagnato le rispettive carriere.

Eduardo Mendoza (Barcellona, 1943) è uno dei più rinomati e apprezzati scrittori spagnoli contemporanei, ritenuto una sorta di memoria critica della Spagna. Il suo romanzo d’esordio “La verità sul caso Savolta” (La verdad sobre el caso Savolta) è stato pubblicato nel 1975, un mese prima della morte del dittatore Francisco Franco ed è considerato il primo romanzo della transizione democratica spagnola. È autore di opere in cui i canoni del genere poliziesco o del feuilleton sono utilizzati per narrare, con fantasia e umorismo, intricate e inverosimili avventure sullo sfondo di città mitizzate. “La ciudad de los prodigios”, “Sin noticias de Gurb”, “El asombroso viaje de Pomponio Flato” sono alcuni dei suoi titoli divenuti ormai dei classici, che lo hanno reso autore amatissimo sia dalla critica che dal pubblico, non solo in patria.

Giancarlo De Cataldo (Taranto, 1956) è un magistrato, scrittore, drammaturgo e sceneggiatore italiano. Il suo libro più significativo è senza dubbio il bestseller “Romanzo criminale”, dal quale è stato tratto anche un film (diretto da Michele Placido) e una serie televisiva (diretta da Stefano Sollima). Autore di numerosi libri di successo pubblicati per le maggiori case editrici italiane – “Nelle mani giuste”, “I Traditori”, “Giudici” con Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli, “Cocaina” con Massimo Carlotto e Gianrico Carofiglio – ha esordito nel 1989 con “Nero come il cuore”. Collaboratore di prestigiose testate nazionali, ha scritto racconti anche per varie antologie (“The Dark Side” e “Crimini italiani” su tutte) oltre che per serie tv, cinema e teatro. È stato anche giudice di Masterpiece, il primo talent show letterario in onda su Rai3.

Per ulteriori informazioni: www.roma.cervantes.es – tel. 06.686 1871 – cenrom@cervantes.es

‘Scoprir’, Mostra del cinema iberoamericano di Roma IV edizione, dall’8 all’11 ottobre Casa del Cinema

Pubblicato il 29 Set 2015 alle 6:56am

Da giovedì 8 sino a domenica 11 ottobre presso la Casa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1 (Villa Borghese), andrà in scena la quarta edizione di SCOPRIR, mostra del cinema iberoamericano di Roma, organizzata dall’Istituto Cervantes di Roma, in collaborazione con FUIS – Federazione Unitaria Italiana Scrittori – e ambasciate in Italia di Cile, Colombia, Guatemala, Messico, Nicaragua, Perù, Portogallo e Venezuela. (altro…)

A Roma la mostra “Women & Women” a cura di Blanca Berlin: dall’8 settembre al 16 ottobre al Cervantes

Pubblicato il 26 Ago 2015 alle 11:10am

Dopo New York e Chicago, inaugura a Roma martedì 8 settembre all’Instituto Cervantes (piazza Navona, 91) la mostra “Women & Women” a cura della gallerista madrilena Blanca Berlín. (altro…)

Presentazione antologia ‘Trentaquattro poeti catalani per il XXI secolo’ al Cervantes di Napoli, lunedì 25 maggio, ore 17

Pubblicato il 21 Mag 2015 alle 6:00am

Lunedì 25 maggio, alle ore 17 presso l’Istituto Cervantes di Napoli, si terrà la presentazione dell’antologia ‘Trentaquattro poeti catalani per il XXI secolo‘, di Emilio Coco, Raffaelli editore. (altro…)

Napoli Istituto Cervantes: mostra ‘Women & Women’, dal 5 marzo la fotografia di cinque tra le più apprezzate fotografe spagnole

Pubblicato il 03 Mar 2015 alle 10:38am

Giovedì 5 marzo alle ore 18.00 nella Sala Esposizioni dell’Istituto Cervantes di Napoli si terrà l’inaugurazione della mostra WOMEN & WOMEN, che vede come protagoniste le donne: fotografe, artiste, impegnate, donne dietro la macchina fotografica che guardano altre donne davanti all’obiettivo. (altro…)

Istituto Cervantes di Napoli: appuntamento con la letteratura spagnola, Julio Llamazares e Ricardo Menéndez Salmón

Pubblicato il 07 Ott 2014 alle 3:00pm

Un doppio appuntamento con la letteratura spagnola ci aspetta questo mese di ottobre all’Istituto Cervantes di Napoli (via Nazario Sauro, 23). (altro…)