libri

Pacifico, “Ti ho dato un bacio mentre dormivi”, il suo primo romanzo in uscita il 29 settembre

Pubblicato il 15 Set 2016 alle 10:34am

Finalmente un libro. Iniziato anni fa, trasformatosi cento volte, ora finito. Le mosche era una raccolta di pensieri, un libretto che mi accompagnava, e forse mi accompagnerà ancora se farò concerti solitari. Questo è un romanzo. C’è una famiglia, fortunata, poi allo sbando. Un errore imperdonabile. Un magazzino pieno di memorie. Mille piccoli stratagemmi per nascondersi al tempo, inesorabile ma ottuso, che sa solo andare e andare. Ci sono occhi neri come ricci di mare. Vinili rimasti sul piatto, a far da vassoio alla polvere. Ricordi confusi, inventati ma necessari. C’è l’estate cittadina, e le sedie in plastica rossa dei cinema all’aperto. C’è un ragazzino che beve il suo primo caffè. C’è una casa con un giardino malcurato, che resiste in mezzo alle nuove costruzioni di cemento e vetro. Ci sono io ovviamente, un po’ in tutti quelli che parlano, o ascoltano.

Con queste parole, il cantautore PACIFICO, al secolo Gino De Crescenzo, racconta l’uscita del suo primo romanzo dal titolo “TI HO DATO UN BACIO MENTRE DORMIVI” (pubblicato da Baldini&Castoldi), in libreria dal prossimo 29 settembre.

PACIFICO presenterà il libro nella giornata di uscita a Milano (ore 18.00 Feltrinelli Piazza Piemonte), il 30 settembre a Roma (ore 18.00 Feltrinelli Via Appia) e il 3 ottobre a Brescia (ore 18.00, Librixia).

Agostino Sella, uomo schivo e mite, viene aggredito brutalmente e senza alcun motivo nel parcheggio davanti a casa sua. Tra le conseguenze del violento pestaggio subisce anche una perdita totale della memoria. Dopo una lunga convalescenza, decide di ritirarsi a vivere in un magazzino abbandonato, nel retro della Pregiata Tipografia Sella, un tempo appartenuta alla sua famiglia. E il sottoscala, pieno di oggetti e ricordi del passato, «un museo della cianfrusaglia», diventa il luogo dove vicini e conoscenti vanno a raccontargli sconfitte e piccole rivincite della vita, storie di solitudine, ansie e infelicità. Un campionario malinconico e divertente di perdenti di cui Agostino diventa involontario confessore. La nonna e il nonno Luigi – che ha cercato di trasmettergli la sua passione per il pugilato senza grande successo – per aiutarlo a ricostruire il suo passato, lo frammentano in tanti ricordi, parole scritte su foglietti di carta messi in una boccia di vetro. Ogni biglietto estratto servirà ad Agostino a ricostruire l’intero mosaico della sua vita: il grande amore per Angela, il suo migliore amico Darbe, conosciuto in una palestra di piazzale Insubria, il suo cane e chi ha amato di più: sua madre e suo padre.

‘Nega, ridi, ama’ – Diario tragicomico di una menopausa di Rossella Boriosi

Pubblicato il 15 Set 2016 alle 9:15am

E’ in tutte le librerie, da ieri 14 settembre 2016, il tragicomico racconto, da leggere e regalare alle amiche, che consigliamo a tutte le nostre lettrici, dal titolo Nega, ridi, ama” di Rossella Boriosi (Giunti Editore/Collana VariaMente 256 pagine/ 9,90 euro). (altro…)

Lettera a Dina, il nuovo romanzo di Grazia Verasani

Pubblicato il 31 Ago 2016 alle 8:43am

Lettera a Dina, di Graza Verasani, è disponibile in tutte le librerie dal 7 settembre 2016 (Giunti Editore – Collana Scrittori Giunti pp. 160, euro 14, ebook euro 8.99). (altro…)

L’emozione in ogni passo, il nuovo romanzo d’amore di Fioly Bocca

Pubblicato il 13 Apr 2016 alle 8:35am

Dopo aver pubblicato con successo Ovunque tu sarai, il suo romanzo d’esordio, Fioly Bocca ritorna ad emozionarci e commuoverci con un nuovo romanzo d’amore: L’emozione in ogni passo, edito Giunti Editore (collana A pp. 176 euro 12,00, in libreria dal 6 aprile). Una nuova storia d’amore, ma soprattutto una storia incentrata sulle corrispondenze misteriose che fanno incontrare, capire e amare le persone.

Il racconto di due donne che hanno smarrito il senso della vita. Un viaggio metaforico e reale lungo il Cammino di Santiago de Compostela.

Un desiderio, una speranza, un dolore da lasciare andare: come tutti quelli che decidono di intraprendere il Cammino di Santiago, anche Alma ha una ragione profonda che la induce a chiudere per qualche settimana la sua libreria nel cuore di Bologna e a partire in un’alba diafana di giugno. Sta cercando di dimenticare Bruno, ma in realtà sono proprio i suoi appunti su un foglio spiegazzato a guidarla passo passo lungo il Cammino. E un quadernetto azzurro a cui affida tutti i suoi pensieri: chissà se su quel masso si è seduto anche lui, chissà se ha alzato lo sguardo su quello stesso cielo. Frida invece è una psichiatra che dopo un fatto terribile non è più in grado di occuparsi degli altri. Per questo ha lasciato il suo lavoro, e l’unica cosa che le importa adesso è cercare le persone che hanno conosciuto Manuel, suo marito.

Alma e Frida si incontrano al termine di una lunga giornata di marcia a Puente de la Reina. Sono due donne totalmente diverse, ma in comune hanno un conto aperto con la vita. E insieme scopriranno che la condivisione della fatica e del dolore è spesso il preludio di un miracolo: perché il Cammino scandisce il proprio tempo e influenza il destino di chi lo compie in modi che nessuno può prevedere…

Fioly Bocca vive sulle colline del Monferrato ed è madre di due figli. Laureata in Lettere all’Università degli Studi di Torino, si è specializzata con un corso in redazione editoriale. Ovunque tu sarai, il suo romanzo d’esordio nel 2015

Milano: i videogiochi entrano in biblioteca per promuovere “una dimensione consapevole del gioco”

Pubblicato il 10 Mar 2016 alle 7:17am

L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha presentato una serie di iniziative inserite nel Sistema Bibliotecario Milanese dal 10 al 13 marzo per festeggiare i 60 anni di permanenza della biblioteca Sormani presso Palazzo Dugnani. (altro…)

Una presenza in quella casa, l’horror di Paige MacKenzie ispirato alla serie web “The Haunting of Sunshine girl”

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 6:33am

Una presenza in quella casa è il primo romanzo di Paige McKenzie, tratto dalla serie web The Haunting of Sunshine Girl che ha totalizzato oltre 130 milioni di visualizzazioni, disponibile in tutte le librerie da Gennaio 2016 (Giunti Editore pp 300, costo 16 euro). (altro…)

Gli ultimi ragazzi del secolo, il nuovo romanzo di Alessandro Bertante

Pubblicato il 15 Feb 2016 alle 7:11am

“Gli ultimi ragazzi del secolo” è il nuovo romanzo di Alessandro Bertante, edito Giunti Editore (224 pagine, euro 16,00, in libreria dal 20 gennaio). (altro…)

Salone del libro 2016, focus su cultura e letteratura araba

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 7:22am

“Visioni”: è questo il tema prescelto per la prossima edizione del Salone internazionale del Libro 2016, in programma al Lingotto Fiere di Torino dal 12 al 16 maggio prossimo.

“Non generiche velleità utopistiche, ma la capacità di darsi progetti realizzabili. Vogliamo parlare di gente che sta andando lontano perché capace di questa visione”, ha spiegato il direttore editoriale della Fondazione, Ernesto Ferrero.

Testimonial d’eccezione Roberto Cingolani, giovane fisico genovese, esperto di nanotecnologia, mentre l’immagine prescelta a rappresentare l’evento di quest’anno è stata realizzata dal pittore-scultore Mimmo Paladino.

Ma nell’edizione 2016 del Salone del Libro al posto del Paese ospite d’onore ci sarà una nuova formula: un focus allargato e traversale incentrato su realtà culturali che superano le rigide divisioni degli Stati nazionali.

Come la letteratura e la cultura araba, che dal Marocco all’Iraq offriranno un quadro quanto mai mosso e variegato.

Hanno già confermato la loro partecipazione il direttore del Museo del Bardo di Tunisi, Moncef Ben Moussa; il poeta siriano-libanese Adonis, considerato l’autore più significativo della lirica in lingua araba, e lucido osservatore delle derive dell’Islam radicale; il narratore algerino Yasmina Khadra (nome d’arte di Mohamed Moulessehoul), che nel suo ultimo libro ha ricostruito le ultime ore di Gheddafi.

Infine, i 70 anni della fondazione della Repubblica italiana offriranno uno spunto in più per tracciare un bilancio di questa nuova fase della vita unitaria, mentre in campo letterario ci saranno riferimenti anche ai 500 anni della prima pubblicazione dell’Orlando furioso, e a Miguel de Cervantes e William Shakespeare, morti a distanza di un giorno nell’aprile del 1616. A loro saranno dedicati cicli di letture, incontri e dibattiti.

Rebel. Il deserto in fiamme di Alwyn Hamilton, il fantasy più atteso dell’anno, in anteprima mondiale

Pubblicato il 09 Dic 2015 alle 6:27am

Rebel – Il Deserto in fiamme di Alwyn Hamilton (costo 17 euro), edito Giunti Editore, il fantasy più atteso dell’anno, disponibile da ottobre in tutte le librerie.

Un racconto rapido, coinvolgente, un’ambientazione esotica, cinematografica.

La storia di una tiratrice infallibile in fuga attraverso un deserto meraviglioso.

Un romanzo che ha fatto innamorare numerosi editori internazionali che si sono contesi i diritti in aste molto accese.

A Giunti Editore l’onore di pubblicarlo in anteprima mondiale.

Amani non ha mai avuto dubbi: è sempre stata sicura che prima o poi avrebbe trovato una via di fuga dal deserto spietato e selvaggio in cui è nata. Andarsene è sempre stato nei suoi piani. Quello che invece non si aspettava era di dover fuggire per salvarsi la vita, in compagnia di un ricercato per alto tradimento. Tiratrice infallibile, per guadagnare i soldi necessari a realizzare il suo sogno Amani partecipa infatti a una gara di tiro travestendosi da uomo. Tra gli avversari, il più temibile è Jin, uno straniero sfrontato, misterioso e affascinante. Troppo tardi Amani scoprirà che Jin è un personaggio chiave nella lotta senza quartiere tra il Sultano di Miraji e il figlio in esilio, il Principe Ribelle. Presto i due si troveranno a scappare attraverso un deserto durissimo e meraviglioso, popolato di personaggi e creature stupefacenti: come i bellissimi e pericolosi Buraqi, fatti di sabbia e vento ma destinati a trasformarsi in magnifici destrieri per chi abbia l’ardire di domarli; i giganteschi rapaci Roc; indomite donne guerriere dalla pelle color oro e sacerdoti capaci di leggere i ricordi altrui nell’acqua… Quando Amani e Jin si troveranno di fronte alle rovine di una città annientata da un fuoco di calore innaturale capiranno che la posta in gioco è più alta di quanto pensassero. Amani dovrà decidere se unirsi alla rivoluzione e capire se davvero quello che vuole è lasciarsi alle spalle il suo deserto.

Alwyn Hamilton è nata in Canada, ha studiato storia dell’arte in Francia e attualmente vive a Londra. Laureatasi a Cambridge, si è subito fatta notare nell’ambiente editoriale internazionale con l’esordio di questo libro, straordinariamente originale e affascinante.

“La scacchiera di Auschwitz”, straordinaria storia di amicizia e redenzione. Uno spiraglio di luce in uno dei periodi più bui dell’umanità

Pubblicato il 26 Nov 2015 alle 6:03am

La scacchiera di Aushwitz” è un romanzo incredibile, emozionante, commovente, scritto da John Donoghue.

Un ebreo, un ufficiale SS si trovano davanti alla partita a scacchi più terribile di sempre, dove ad ogni pedina corrisponde ad una vita umana.

L’SS Paul Meissner è stato trasferito dal fronte russo ad Auschwitz. Una ferita a una gamba lo costringe a occuparsi dell’amministrazione dei reparti SS e dell’efficienza dei campi di concentramento. In particolare, dalle altissime gerarchie del Reich. E’ appena arrivato l’ordine di innalzare il morale delle guardie attraverso attività ludiche ma anche edificanti. Meissner decide così di fondare un club degli scacchi dove le guardie possano sfidarsi tra loro; presto però viene a sapere che anche i prigionieri giocano di nascosto a scacchi e nella fattispecie circolano voci su un ebreo francese, un certo Emil Clément chiamato ”l’orologiaio”, che pare sia davvero imbattibile. Meissner decide di incontrarlo e tra i due nasce subito un rapporto strano che sfocia in una sfida, la più pericolosa e angosciante di sempre: giocare contro le SS mentre in palio c’è la vita o la morte di altri prigionieri. Vent’anni dopo, Emil Clément, ormai scrittore di successo, incontra per caso Meissner ad Amsterdam. Emil preferirebbe non aver nulla a che fare con lui ma Meissner insiste. Che cosa vuole da lui?

In un crescendo di emozione che scava nelle profondità dell’animo umano, La scacchiera di Auschwitz è un romanzo capace di sorprendere, un’avvincente storia di amicizia e redenzione, che apre uno spiraglio di luce in uno dei periodi tra i più bui dell’umanità.

Il libro edito Giunti Editore (pp 432) è disponibile da ottobre in tutte le librerie al prezzo di 14 euro.

John Donoghue vive a Liverpool e prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura si è occupato per anni di salute mentale, pubblicando numerosi articoli su prestigiose riviste del settore. La scacchiera di Auschwitz è il suo primo romanzo, in corso di traduzione in 7 paesi.