linea

Prova costume e stress psicofisico, perché?

Pubblicato il 25 Giu 2019 alle 7:04am

Secondo un recente studio condotto dal National Center for Biotechnology Information, basare la propria identità sociale sulla forma fisica contribuisce all’aumento di peso e cattiva salute.

Complice uno stile di vita sedentario (16%) e poca attenzione nei confronti dell’alimentazione (33%), il 54% degli adulti si sente impreparato alla prova costume, ogni anno. Con conseguenti crisi d’ansia e abbassamento dell’autostima.

A dirlo anche un recente pubblicato su In a Bottle (www.inabottle.it) condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 1.300 italiani fra i 20 e i 55 anni, cui è stato chiesto quanto si sentano fisicamente pronti all’estate.

Ebbene, è emerso che per il 21% delle persone non è il momento ideale per spogliarsi in pubblico, e il 33% si dichiara poco contento della propria silhouette. L’idea di dover esibire più leggeri o costumi da bagno genera ansia nel 38% delle persone intervistate a causa del probabile giudizio altrui, minore autostima (22%) e, in alcuni casi, perfino depressione (17%).

Secondo gli esperti è più probabile che il cambiamento avvenga quando si apportano modifiche basate su chi si è piuttosto che su come si pensa di essere percepiti. Per questo motivo, per rimettersi in forma, occorre fare scelte allineate con i propri valori e abitudini, senza legarli a fattori esterni.

Ma perché si sente il bisogno di una “remise en forme” in vista dell’estate? La maggior parte degli intervistati (35%) dice poiché vuole fare bella figura con gli altri, mentre c’è chi lo fa per fare conquiste è il 22%, contro il 28% che punta invece semplicemente allo star bene con se stessi.

Per 6 italiani su 10 (62%) la zona che più suscita preoccupazione è il girovita, a seguire glutei (55%), cosce (43%) e braccia (32%).

Carlo Galimberti, psicologo sociale della comunicazione presso l’Università Cattolica di Milano, è convinto che l’approccio giusto per tornare in forma sia legato al concetto di “Psicologia Positiva”, che “consiste nel considerare i fenomeni della vita psichica in riferimento a 3 dimensioni: edonica (ciò che ci dà piacere), eudemonica (legata agli aspetti valoriali che portano all’autorealizzazione) e sociale (la qualità dell’interazione con gli altri).

Per quanto riguarda la prova costume, le attività avviate devono rispondere a questi tre aspetti fondamentali affinché vengano vissute in modo sano: dobbiamo essere indirizzati verso cose che ci piacciono, che non vengano percepite come obbligo e che si sposino con i nostri valori, in questo caso lo stare bene con se stessi viene prima di ogni cosa, anche del sentirsi in forma”.

E per tornare in forma, il 48% degli italiani pensa a condurre una dieta ferrea, mentre il 33% a iscriversi in palestra a corsi “last minute”, e ancora il 23% ad abolire dolci e gelati, infine il 28% aumenterà il consumo di acqua, frutta e verdura (28%).

“Per ritrovare o mantenere la giusta forma fisica – consiglia Maurizio Fiocca, Nutrizionista e docente di Scienze dell’Alimentazione a Milano – l’idratazione risulta fondamentale. Tutti i processi enzimatici, biochimici nel nostro organismo avvengono in presenza di acqua. Una mancanza di acqua porta a una riduzione dell’efficienza delle operazioni metaboliche. Soprattutto per le donne, più esposte a problemi legati alla ritenzione idrica e alla circolazione al livello delle gambe, avere un aumento del consumo di acqua permette un migliore drenaggio e una riduzione dell’effetto buccia d’arancia”.

Esercizi di meditazione che fanno bene alla linea

Pubblicato il 25 Dic 2018 alle 7:44am

Unire qualche esercizio di meditazione alla dieta potrebbe potenziarne gli effetti benefici sulla linea: uno studio clinico pilota pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism ha dimostrato che tecniche di meditazione mindfullless aiutano a dimagrire. (altro…)

Mara Venier perde 8 kg grazie al marito Nicola Carrato. Pronta per Domenica In dal 16 settembre Rai1

Pubblicato il 10 Set 2018 alle 7:58am

Mara Venier ha iniziato una dieta ferrea prima di ritornare al timone di Domenica In. Un grande aiuto in questo suo obiettivo è arrivato dal marito Nicola Carraro.

La coppia, infatti, nelle scorse settimane è andata in vacanza nella Repubblica Dominicana dove la 67enne veneziana è stata quasi “obbligata” dal consorte (noto imprenditore cinematografico) a giocare a golf e camminare per almeno 50 minuti al giorno. Grazie a questa “cura” ha perso ben 8 kg.

Questo almeno quanto ha rivelato la stessa presentatrice e opinionista tv al settimanale “Gente” durante un’intervista.

“Ho eliminato vino, dolci ma mangio i carboidrati. – Ha spiegato la stessa Venier – Sebben misurati, e mi concedo anche qualche sorbetto“.

Il trucco però, come sempre, sarebbe nel coniugare alla dieta un po’ di attività fisica, anche minima, che per lei significa una cinquantina di minuti al giorno di camminata. Ma questo è solo l’inizio, perché Mara ha già annunciato: “Ora a Roma ritornerò in palestra. Seguita da un personal trainer“.

Dieta confermata, appunto, anche sui social con un post in cui la storica conduttrice ha dichiarato di aver comprato solo “fettuccine per la sua cacio e pepe”.

Mara Venier sarà impegnata con Domenica In sulla prima rete di Stato a partire dal prossimo 16 settembre, e sarà una sfida con la sua amica del cuore Barbara D’Urso.

Kate Moss per la campagna moda, autunno inverno 2017/18, Reserved

Pubblicato il 13 Set 2017 alle 8:02am

Kate Moss è ancora una volta protagonista della moda. Questa volta, è la testimonial della collezione autunno inverno 2017 2018 del marchio Reserved. (altro…)

Esempio di dieta per chi vuole mangiar sano

Pubblicato il 16 Mag 2017 alle 9:16am

Mangiare sano significa abituarsi cibi sani con una certa costanza, concedendosi solo qualche sgarro saltuario – perché cedere alle tentazioni e ai piaceri qualche volta non fa male.

Ecco allora quali potrebbe essere il programma alimentare settimanale. Quali i cibi da non tralasciare. Per una corretta e sana alimentazione giornaliera. Naturalmente, per le quantità bisognerà regolarsi in base al sesso e costituzione.

Lunedì

Colazione: cereali integrali, latte, un frutto Spuntino: frutta secca Pranzo: riso e verdure, bresaola, un frutto Spuntino: due biscotti integrali Cena: petto di pollo alla piastra e insalata.

Martedì

Colazione: yogurt magro, cereali integrali e un frutto Spuntino: crackers integrali Pranzo: minestrone, pane integrale e un frutto Merenda: succo di frutta senza zuccheri e due biscotti secchi Cena: merluzzo, insalata e un frutto.

Mercoledì

Colazione: tè, fette biscottate integrali, marmellata senza zuccheri aggiunti; Spuntino: frutta secca Pranzo: pasta al sugo, verdure, un frutto Merenda: yogurt magro con cereali integrali Cena: zuppa di legumi e un frutto.

Giovedì

Colazione: caffellatte e biscotti secchi Spuntino: un frutto Pranzo: carne bianca alla griglia, piselli e un frutto Merenda: due fette biscottate e marmellata senza zuccheri aggiunti Cena: formaggio fresco magro, crackers integrali e un frutto.

Venerdì

Colazione: cereali integrali, latte, una spremuta Spuntino: un frutto Pranzo: riso, verdure, un frutto Merenda: yogurt magro e un frutto Cena: bresaola, insalata, pane integrale e un frutto.

Sabato

Colazione: tè e biscotti secchi Spuntino: yogurt magro Pranzo: insalata di riso e un frutto Merenda: frutta secca Cena: pesce azzurro, insalata, un frutto.

Domenica: cappuccino con fette biscottate integrali e marmellata Spuntino: un frutto Pranzo: pasta al sugo, petto di pollo e un frutto Merenda: un frutto Cena: insalata di pomodori, pane integrale e un frutto.

Obesity Day, risultati positivi secondo Coldiretti. La metà degli italiani è a dieta

Pubblicato il 10 Ott 2016 alle 11:36am

L’Obesity Day si celebra oggi 10 ottobre, e secondo una recente indagine condotta da Coldiretti/Ixè, quasi la metà degli italiani (49%) quest’anno è a dieta.

Cosa molto positiva, ma c’è ancora tanto da fare. Ancora 6 milioni di persone solo in Italia sono obese, mentre oltre 21 milioni risultano essere in sovrappeso, ovvero il 60% del totale della popolazione.

L’obesità riguarda soprattutto i maschi nelle regioni del Mezzogiorno, con il Molise dove gli “oversize” raggiungono il record del 64,8%, la Campania (61,6%), la Sicilia (60,6%) e la Puglia (59,1%) mentre per le donne, la Basilicata (46,5%), la Puglia (44,1%), la Campania (43,7%), il Molise (43,4 per cento) e la Sicilia (40,8%).

I più in forma – secondo Coldiretti – sono in Trentino-Alto Adige, in Valle d’Aosta, in Piemonte e in Lombardia.

Un dato positivo che registra una tendenza verso il miglioramento degli stili di vita alimentari: nel 2015, registrato un aumento degli acquisti che va dal +5% per il pesce, al +19% per l’olio di oliva ma che cresce anche con la spesa per la frutta (+5%), gli ortaggi freschi (+3%) e la pasta secca (+1%).

Una importante inversione di tendenza che ha fatto registrare un boom nel 2016 con i consumi di frutta e verdura che hanno raggiunto il massimo dell’ultimo quadriennio.

Bar Refaeli incinta di 5 mesi ma in un selfie mostra pancia ultra piatta

Pubblicato il 29 Mar 2016 alle 6:44am

Bar Refaeli è incinta di 5 mesi, ma le sue forme rivelano una forma fisica superperfetta che non farebbe affatto pensare ad una maternità.

La modella ha postato infatti su Instagram un selfie di questo periodo in cui è in dolce attesa e tanti fan hanno salutato con ammirazione e frasi di giubilo la sua perfetta linea con oltre 56 mila likes.

Altri, invece, hanno reagito in modo molto negativo sottolineando come la modella, tretenne istraeliana continui ancora oggi, al quinto mese di gravidanza ad una forma fisica «troppo perfetta» promuovendo un’idea sbagliata di quella che dovrebbe essere la gravidanza.

Come scegliere uno spuntino light

Pubblicato il 14 Dic 2014 alle 6:49am

Se durante il giorno ci raggiunge un pizzico di fame, l’importante è scegliere uno spuntino sano e gustoso. Come? Puntando sulla qualità degli ingredienti e sui nutrienti presenti nello snack.

Gillian Culbertson, esperta di diabete della Cleveland Clinic (Stati Uniti), consiglia, infatti, snack ricchi di fibre o proteine e poveri di carboidrati raffinati, in modo da favorire il senso di sazietà e ridurre i picchi glicemici.

Ecco allora 5 esempi di spuntini su cui puntare:

Verdure fresche con crema di legumi. Sono la giusta combinazione di fibre e proteine che aiuta a tenere sotto controllo gli zuccheri ematici. Nel pomeriggio, se si è a casa, basta frullare mezza tazza di fagioli o di piselli con un po’ di brodo vegetale e usarlo per intingere al suo interno carote, sedano, finocchi e peperoni rossi crudi tagliati a listarelle.

Fiocchi d’avena. Sono ricchi di fibra solubile, buoni non solo a colazione, ma anche per uno spuntino dolce che favorisca un assorbimento salutare del colesterolo e degli zuccheri. Se si preferisce arricchirli, evitare zuccheri, meglio un po’ di frutta secca.

Yogurt greco senza grassi. Ricco di proteine che favoriscono il senso di sazietà.

Formaggio e frutta. E’ meglio scegliere, del formaggio light, se ne trovano di diversi tipi e gusti. Molto saporiti e semplici da splamare su qualche pezzetto di pane, grissino o salatino integrale. La frutta va sempre bene, soprattutto quella di stagione, evitando di aggiungere zucchero o panna.

Pistacchi, noci, nocciole e mandorle. Sono altri alimenti molto salutari. Ricchi di omega 3 e poveri di carboidrati. Aiutano a tenere a bada il colesterolo nel sangue. Attenzione, però, a non esagerare con le quantità.

E per chi vuole combattere la ritenzione idrica, vanno bene anche delle fettine di cetriolo o una bella tisana drenante.

Come rassodare l’interno coscia? Gli esercizi casalinghi

Pubblicato il 15 Giu 2014 alle 3:09pm

L’interno delle vostre cosce è flaccido? Niente paura, ecco come rassodarlo. Bastano 10 minuti di esercizi al giorno, fatti con costanza, tutti i giorni, per ritrovare la forma sperata. (altro…)

L’aperitivo può aiutare la linea, ma senza esagerare e al posto della merenda

Pubblicato il 15 Apr 2014 alle 1:47pm

L’aperitivo, se fatto in modo ‘intelligente’, dicono gli esperti dell’Osservatorio Nestlé-Fondazione Adi, fa bene alla linea. (altro…)