lorenzin

Lorenzin al G7 della Salute: “Necessaria vaccinazione di massa contro le malattie di ritorno”

Pubblicato il 07 Nov 2017 alle 9:46am

Si parla anche di vaccinazioni e resistenza agli antibiotici al G7 della Salute a Milano. Il ministro Lorenzin ha cominciato il suo discorso parlando della nuova sfida che attende i sistemi sanitari europei e mondiali, ovvero quella di “essere più rispondenti e inclusivi reggendo a fenomeni nuovi come ad esempio, l’aumento demografico e, soprattutto, le “malattie di ritorno”.

“Dagli scienziati c’è un richiamo alla vaccinazione di massa rispetto alle malattie di ritorno. Malattie dovute ai grandi cambiamenti che hanno colpito la società e che richiedono dunque un approccio globale. Prima abbiamo avuto l’influenza aviaria, ne abbiamo casi continuamente, e ora anche dai nuovi casi di Dengue, Zika, Chikungunya, emerge quanto sia importante considerare sempre anche la salute animale nel concetto di salute globale, in un approccio One Health, per costruire un ambiente il più salutare possibile. E noi abbiamo raccolto la sfida, adottando un metodo nuovo che prevede un’ampia collaborazione con le organizzazioni internazionali, dall’Oms all’Efsa”. Ha spiegato il ministro. Facendo l’esempio dei casi di Chikungunya, “è cambiare i modelli organizzativi in modo veloce per dare le risposte necessarie”.

E’ allarme Hiv, 10 nuovi casi al giorno

Pubblicato il 22 Giu 2017 alle 6:10am

Un nuovo rapporto stilato dall’Iss avverte che «sono sempre meno i giovani che utilizzano il Telefono Verde AIDS e IST», e che «sui temi della prevenzione aumenta la disinformazione degli utenti. Anche il test HIV non viene sistematicamente eseguito da circa la metà di coloro che chiamano dichiarando di aver avuto un comportamento a rischio».

Un problema, quello delle malattie sessualmente trasmissibili (IST), che si sta sempre più diffondendo soprattutto tra le nuove generazioni.

Un problema troppo spesso sottovalutato come evidenziato anche dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, nel corso di un convegno per i 30 anni del Telefono Verde di informazioni dell’Iss: «C’è una sottovalutazione del rischio rispetto alle malattie sessualmente trasmesse nonostante i dati parlino di 3.500 nuovi casi di HIV ogni anno, praticamente 10 nuove diagnosi al giorno».

Durante la conferenza stampa il ministro ha annunciato che è in arrivo una Campagna social fatta da blogger per i più giovani sui pericoli e sulla prevenzione di queste infezioni.

Vaccini, denuncia del Codacons contro ministro Lorenzin e Aifa

Pubblicato il 01 Giu 2017 alle 11:09am

Il Codacons ha denunciato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e l’Agenzia per il farmaco per abuso d’ufficio, omesso controllo e favoreggiamento delle case farmaceutiche interessate alla somministrazione dei vaccini, in relazione alla morte di ben cinque neonati.

L’associazione dei consumatori contesta alla Lorenzin di non aver informato in Cdm gli altri ministri al momento dell’approvazione del dl sui vaccini “di un documento dell’Aifa contenente reazioni avverse”.

Immediata la replica dell’Aifa: “Le affermazioni del presidente del Codacons Carlo Rienzi diffondono dubbi e incertezze che non trovano fondamento nella scienza, e l’attività di farmacovigilanza, e nello specifico di vaccinovigilanza, svolta dall’Agenzia conferma la verità scientifica attraverso un’attività quotidiana di monitoraggio”.

L’Aifa ha dato subito mandato ai propri legali “di difendere contro il Codancons, in ogni forma e in ogni sede, la verità scientifica, la realtà dei dati, la qualità dell’operato del lavoro svolto dall’Agenzia che ha nella tutela della salute dei cittadini il suo unico scopo e obiettivo”.

Il documento a cui ha fatto riferimento il Codacons nel corso di una conferenza stampa, è stato chiesto all’Agenzia del farmaco dal Pm di Torino nell’ambito di un’inchiesta avviata in seguito ad una denuncia della stessa associazione dei consumatori.

Roma, bimbo di 3 anni morso da un topo mentre era al parco. Lorenzin scrive a Raggi

Pubblicato il 14 Apr 2017 alle 10:09am

Con una lettera denuncia pubblicata oggi sul quotidiano il Messaggero, il ministro della salute Beatrice Lorenzin, dice la sua entrando nel dibattito sul decoro e la pulizia di Roma.

Con una lettera che solo formalmente è indirizzata al direttore del giornale , ma che è a conti fatti indirizzata al sindaco della capitale, Virginia Raggi (“Le scrivo perché spero che questa lettera sia letta dal sindaco Raggi e le racconto una storia accaduta solo poche ore fa”).

Lorenzin racconta infatti di un increscioso episodio accaduto nel parco giochi di Villa Gordiani, quartiere Prenestino:  “Il piccolo Marco, tre anni e mezzo, accanto ad una panchina è stato morso tra caviglia e polpaccio da un ratto. Ha urlato, pianto, e al pronto soccorso pediatrico dell’Umberto I è stato curato per questa ferita infetta e pericolosa, una seria profilassi per evitare l’insorgere delle malattie che i topi trasmettono. Per fortuna aveva fatto già l’esavalente e quindi anche l’antitetanica“.

La Lorenzin chiede pertanto alla Raggi e all’amministrazione pentastellata di garantire al più presto pulizia e decoro in città.

Tant’è che sottolinea “Si è aggravata l’emergenza igienico-sanitaria che io stesso segnalai al prefetto Tronca due anni fa, a cominciare dalla derattizzazione, dai gabbiani, dalla zanzara tigre fino alla presenza oramai perenne di pidocchi e blatte”.

Salute, nei nuovi Lea anche fecondazione assistita e malattie rare

Pubblicato il 09 Set 2016 alle 7:35am

A distanza di 15 anni, arrivano i nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea), le cure e le prestazioni garantite dal Servizio sanitario nazionale ai cittadini gratuitamente o pagando un ticket.

Il via libera definitivo è stato dato l’altro ieri dalla Conferenza Stato-Regioni. I cittadini, ha assicurato la ministra Lorenzin “potranno usufruire delle nuove prestazioni – che vanno dai trattamenti per la fecondazione assistita ai nuovi vaccini, alle cure per oltre 110 malattie rare – entro l’anno su tutto il territorio nazionale”.

“Questo stanziamento ci sarà anche l’anno prossimo e quelli successivi dato che si tratta di una misura strutturale e non una tantum”, ha aggiunto ancora il ministro Lorenzin, spiegando che “ci sarà anche un meccanismo di aggiornamento e le Regioni potranno aumentare le risorse all’interno del Servizio sanitario nazionale grazie ai risparmi che si faranno da altre parti, come sulle centrali uniche di acquisto”.

I vaccini sono sicuri, misure disciplinari per i medici che li sconsigliano

Pubblicato il 22 Lug 2016 alle 6:10am

Ci saranno provvedimenti disciplinari per i medici trovati a sconsigliare i vaccini, i provvedimenti potranno arrivare fino alla radiazione dall’albo dei medici.

Si tende, secondo i medici italiani, ad anteporre l’interesse personale a quello collettivo favorendo, pertanto, la crescita delle malattie primarie soprattutto nelle scuole, qualora non fosse fatto il vaccino.

“Ritengo estremamente importante il documento sulle vaccinazioni della Fnomceo”, ha affermato il ministro della salute Beatrice Lorenzin: “è una voce molto forte che riafferma la volontà di essere dalla parte dei bambini per sconfiggere una vera e propria piaga, per una paura medievale sulle vaccinazioni”.

“Tale imperativo costituzionale si attaglia ai vaccini che, proteggendo il singolo dalla possibile comparsa di gravi malattie, tutelano la comunità attraverso il cosiddetto effetto gregge, che si realizza quando una percentuale variabile tra l’85% e il 96%, a seconda della contagiosità della malattia, induce una riduzione fino alla cessazione della circolazione degli agenti patogeni”. “I vaccini sono la più grande conquista dell’umanità in materia sanitaria e non possono essere messi in discussione da comportamenti estemporanei di persone che non hanno nulla a che fare con la scienza, a maggior ragione se si tratta di un medico”.

Volete dimagrire? Ma attenti a queste 7 sostanze, sono bandite

Pubblicato il 10 Ago 2015 alle 3:01pm

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin firma un decreto che vieta 7 preparazioni magistrali utili per il dimagrimento, contenenti i principi attivi triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione e topiramato. (altro…)

Lorenzin: ‘No, a tagli alla Sanità, perché sarebbe la fine di quella pubblica’

Pubblicato il 29 Ago 2014 alle 11:51am

Il ministro della salute Beatrice Lorenzin, lancia un grido d’allarme: “Se sulla Sanità dovessero piovere nuovi tagli, gli italiani dovrebbero rinunciare nel medio periodo al sistema sanitario come lo conosciamo oggi. I cittadini dovrebbero ricorrere necessariamente, per potersi curare, ad assicurazioni“. (altro…)

Sanità, stop aumento ticket, Lorenzin-Saccomanni cercano alternativa

Pubblicato il 31 Mag 2013 alle 10:12am

Si fa sempre più strada l’idea di non aumentare i nuovi ticket sanitari previsti per il 2014, con i quali si contava di incassare due miliardi di euro. (altro…)