malattia di alzheimer

Alzheimer: con gli ultrasuoni può tornare la memoria

Pubblicato il 20 Mar 2015 alle 6:30am

Una delle conseguenze più drammatiche dell’Alzheimer è la perdita di memoria. (altro…)

Importante scoperta sul Morbo di Alzheimer dal San Raffaele di Milano

Pubblicato il 17 Ott 2014 alle 6:51am

E’ stato individuato da ricercatori italiani il un nuovo fattore diagnostico per il Morbo di Alzheimer. Frutto di una ricerca condotta all’Ospedale San Raffaele di Milano, che ha coinvolto 106 pazienti in stadio avanzato e 51 con sintomi iniziali. (altro…)

Studio italiano ha individuato “l’interruttore” dell’Alzheimer

Pubblicato il 28 Lug 2014 alle 11:08am

Dall’Istituto Europeo per la Ricerca sul Cervello (EBRI) fondato dal Nobel Rita Levi Montalcini i ricercatori hanno scoperto il meccanismo principale capace di innescare l’Alzheimer. (altro…)

L’abuso di bevande gassate può causare alterazione al cervello

Pubblicato il 16 Nov 2013 alle 10:32am

Il consumo eccessivo e frequente di bibite gassate provoca dei seri problemi nell’organismo umano; che vanno dalla “pancia gonfia”, un effetto naturale e più visibile sino all’aumento rapido di peso, dato che queste bevande contengono molte calorie. (altro…)

Alzheimer: malattia del futuro. Tra 10 anni il numero di malati, solo in Italia, salirà a 3 milioni

Pubblicato il 19 Set 2013 alle 5:53pm

L’International Alzheimer’s Disease Physicians Survey, in seguito ad un’indagine realizzata da Eli Lilly, si è soffermata a lungo sulla malattia del futuro. L’allungamento della vita media, prevista sino a 120 anni nel giro di trent’anni, solo in Italia, potrebbe far ammalare di Alzheimer, oltre 3 milioni di persone, con conseguente bisogno di cure e di assistenza ininterrotta, se si considera anche nel 10% dei casi le forme di demenza iniziano a presentarsi anche prima dei 65 anni. (altro…)

L’Alzheimer potrebbe essere collegata al diabete

Pubblicato il 16 Lug 2013 alle 11:26am

Le persone affette da Alzheimer potrebbero essere anche malate di diabete, ed essere ignare di avere tale malattia. A scoprirlo è il dottor Scott Turner, neurologo della Georgetown University, che ha condotto uno studio, durante il quale è emerso un numero consistente di soggetti con intolleranza verso il glucosio, condizione che preannuncerebbe il diabete, con livelli molto più alti rispetto agli altri pazienti già monitorati.

Ebbene, dagli esami che sono stati somministrati ai partecipanti durante tale ricerca, sarebbe emersa tolleranza al glucosio o diabete in circa il 43% di essi, ovvero quasi la metà delle persone reclutate.

Secondo l’esperto, se si cerca di migliorare la tolleranza al glucosio si potrebbe impedire o addirittura ritardare l’arrivo del diabete e dunque anche dell’Alzheimer.