malattie reumatiche

Reumatologi italiani chiedono un Fondo nazionale per i farmaci biologici

Pubblicato il 10 Mag 2017 alle 9:15am

La Società Italiana di Reumatologia (SIR) alla luce dei dati epidemiologici raccolti negli ultimi 20 anni, intende creare una rete reumatologica in tutte le regioni per garantire un’assistenza migliore ai malati reumatici e istituire, al più presto, un apposito fondo nazionale per i farmaci biologici. (altro…)

Malattie reumatiche, 5milioni di italiani ne sono affetti ma molti non lo sanno

Pubblicato il 13 Ott 2016 alle 6:40am

Sono oltre 5 milioni le persone in Italia che soffrono di malattie reumatiche. Secondo uno studio condotto dall’Osservatorio Apmar (Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare) su circa 4.500 italiani tra i 20 e i 65 anni attraverso un monitoraggio della rete con metodologia WOA (Web Opinion Analysis).

I risultati sono stati presentati a Roma ieri in occasione del convegno “Malattie reumatiche, APMAR e le sfide di domani”.

Dallo studio e’ emerso che c’è molta disinformazione. La stragrande maggioranza degli italiani associa le malattie reumatiche principalmente ai comuni mal di schiena come lombalgia (56 per cento) e sciatalgia (52 per cento), ritiene che insorgano solo nella terza eta’ (34 per cento) e che sia dovute soprattutto a fattori ambientali come freddo e umidita’ (32 per cento).

Il 23 per cento degli italiani ritiene poi che si possano sempre prevenire e che per curarle, oltre ai farmaci appositi (26 per cento), possa essere sufficiente una giusta alimentazione (13 per cento) e agli sforzi fisici (21 per cento).

“Per la persona affetta da malattie reumatiche – ha detto Antonella Celano, presidente Apmar – una buona informazione rappresenta uno degli aspetti piu’ importanti del successo terapeutico. Ma non dimentichiamo il grande impatto sociale che le malattie reumatiche hanno anche dal punto di vista economico”. L’Apmar lancia quindi un appello: “lo Stato deve investire risorse per dare dignita’ e diritti alle persone con malattie reumatologiche: sono 22 milioni le giornate lavoro perse all’anno in Italia con un calo di 3 miliardi della produttivita’”.

Dolore cronico, ne soffre un italiano su 2

Pubblicato il 29 Apr 2016 alle 7:40am

Secondo i risultati emersi da un’indagine chiamata “Pain in Italy”, fortemente voluta dal Movimento Consumatori, in collaborazione con il Centro Studi Mundipharma e presentata in conferenza stampa a Milano, la metà degli abitanti del nostro Paese sarebbe affetto da dolore cronico legato a patologie atrosiche.

Lo studio in esame si sarebbe soffermato a lungo sul fatto che nonostante il 90% dei pazienti sia colpito da una sofferenza di intensità moderata-severa, 1 su 3 non riuscirebbe a ricvere cure adeguate, o si sottoporrebbe a cure antalgiche non appropriate in quanto caratterizzate da un eccessivo uso di farmaci antinfiammatori con il rischio di creare eventi avversi a carico di stomaco e cuore.

La ricerca condotta nel 2015, prendendo spunto da un campione di oltre 2.200 italiani di età adulta (52,5% donne), realizzata anche attraverso la compilazione di un questionario online, pubblicato sul sito di Movimento Consumatori, e interviste dirette realizzate dai volontari in 8 città italiani quali Torino, Milano, Livorno, Roma, Foggia, Andria, Palermo e Caltanissetta, avrebbe fatto emergere appunto questa triste situazione, tracciando un quadro aggiornato della “malattia dolore” in Italia, seguendo le direttive della Legge 38/2010 che aveva evidenziato nel nostro Paese una prevalenza della patologia è pari al 26% della popolazione.

Malattie reumatiche, colpiscono per il 68% le donne

Pubblicato il 30 Gen 2015 alle 10:47am

Le malattie reumatiche sono in netto aumento. A rivelarlo è un censimento condotto da A.M.R.E.R sulle esenzioni ticket in ben 150 Asl italiane. (altro…)

Artrite reumatoide: come riconoscerla e curarla efficacemente

Pubblicato il 10 Giu 2014 alle 12:28pm

L’ artrite reumatoide, ovvero l’infiammazione cronica ed invalidante che colpisce le articolazioni può essere rallentata e tenuta sotto controllo, ma per i danni non c’è nulla da fare.

In Italia ne soffrono oltre 300mila persone, e ogni anno si registrano circa 12-24mila nuovi casi. (altro…)