manifestazione

Onu, allarme clima: cicloni sempre più potenti. Il 27 settembre manifestazioni di studenti in oltre 150 città italiane

Pubblicato il 26 Set 2019 alle 6:03am

Cicloni, uragani e tifoni sono sempre più potenti e preoccupanti. Come d’altronde, anche, l’aumento dei mari sempre più veloce. Megalopoli costiere che subiranno ogni anno catastrofi climatiche. E’ sconfortante il quadro che emerge da un recente rapporto stilato da esperti dell’Onu sul clima. Un grido d’allarme, di dolore che non può lasciare tutti indifferenti e soprattutto i capi di Stato mondiali.

“L’intensità media” dei cicloni tropicali e la percentuale dei cicloni di categoria 4 e 5, che è già aumentata negli ultimi decenni, “dovrebbe aumentare”, anche se i cicloni in generale non dovrebbero essere più frequenti. Aumento del livello dei mari 2,5 volte più veloce che in XX secolo Il livello dei mari è aumentato 2,5 volte più velocemente all’inizio del 21 secolo che nel 20, e continuerà ad aumentare principalmente a causa della riduzione delle calotte di ghiaccio, si legge ancora nel rapporto. Qualunque siano gli scenari, il mare continuerà a salire dopo il 2100. In un mondo a +2 C il tasso di crescita potrebbe stabilizzarsi, raggiungendo circa 1 metro nel 2300, rispetto a diversi metri se le emissioni di gas serra continueranno allo stesso ritmo di oggi, secondo tale documento. Entro il 2050 megalopoli costiere subiranno ogni anno catastrofi climatiche entro il 2050, e piccole nazioni insulari subiranno un’aggressiva riduzione delle emissioni di gas serra. Più di un miliardo di persone, entro la metà del secolo, vivranno in zone soggette a cicloni, inondazioni su larga scala ed altri eventi meteorologici estremi amplificati dall’innalzamento dei mari, come previsto dal Comitato Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici.

“Quanto costa proteggere le coste?” Costruire una protezione contro l’innalzamento del livello dell’acqua potrebbe ridurre il rischio di inondazioni da 100 a 1.000 volte, se investisse “da decine a centinaia di miliardi di dollari all’anno”, dice ancora il rapporto Onu.

Venerdì prossimo, 27 settembre, migliaia di studenti italiani scenderanno in piazza con Cortei e manifestazioni, flash-mob per dire basta “proteggiamo il clima”. Sarà uno sciopero generale di tutte le categorie che rischia di creare non pochi disagi a servizi pubblici, scuole, sanità e servizi vari tra i quali anche i trasporti. E’ il “Global Strike For Climate”, il terzo sciopero globale per il clima, indetto a livello mondiale per il 27 settembre dal movimento ambientalista Fridays For Future (FFF), guidato dalla giovane attivista svedese Greta Thunberg: dopo una settimana di mobilitazioni in concomitanza con il vertice Onu sul clima che si è tenuto pochi giorni fa a New York.

La manifestazione più grande si volgerà a Roma, con un corteo di studenti che partirà da Piazza della Repubblica alle ore 9.30 per raggiungere poi Piazza della Madonna di Loreto, dove si terrà un sit-in fino alle ore 14.30. Manifestazioni di questo tipo previste anche in oltre 150 città italiane. Il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti con una circolare ha auspicato che le scuole, nella loro autonomia, possano giustificare l’assenza dalle lezioni, motivata dalla partecipazione alle manifestazioni, “stante il valore civico che la partecipazione riveste”. –

Le 12 novità del Decreto sicurezza bis, approvato ieri dal Senato

Pubblicato il 06 Ago 2019 alle 12:27pm

Il Decreto sicurezza bis è legge da ieri 5 agosto 2019. Nello specifico non riforma quello votato il 27 novembre scorso, ma lo integra. Le parti più discusse, oggi come allora, restano quelle legate all’immigrazione. Il ddl 840 del 2018 ha abrogato la “protezione per motivi umanitari”, ha esteso il trattenimento nei Centri di permanenza per il rimpatrio e previsto il trattenimento dei richiedenti asilo fino a 30 giorni nelle strutture di accoglienza. (altro…)

Diagnosi precoce demenza, possibile con test oculistico chiamato tomografia

Pubblicato il 30 Lug 2018 alle 7:26am

Dagli occhi è possibile scovare una demenza senile o precoce prima ancora che si manifesti. Con un semplice esame non invasivo, già in uso clinico per molte indicazioni oculistiche, chiamato tomografia ottica (OCT).

Questa la promessa che arriva da uno studio condotto da Paul Foster, della University College London, Institute of Ophthalmology, pubblicato sulla rivista Jama Neurology, che mostra che la retina, in particolare lo strato retinico più profondo – ossia lo strato di fibre nervose retiniche – risulta assottigliata in individui che manifestano défaillance mnemoniche e cognitive (deficit di memoria, tempi di reazione più lunghi, difficoltà di ragionamento).

Nella sperimentazione sono state coinvolte 32 mila persone di età compresa tra i 40-69 anni che sono state sottoposte a un normale OCT e poi ad test di memoria e cognitivi all’inizio dello studio, per tre anni a seguire.

L’OCT è un esame semplice e non invasivo, che fotografa la retina. Molto in uso oggi nella diagnosi della maculopatia.

Gli oftalmologi londinesi hanno visto che persone con strato retinico più sottile sono più a rischio di piccoli deficit mentali e di memoria e che nel giro di tre anni dalla prima osservazione risultano il doppio più a rischio di presentare un calo cognitivo.

Studi futuri dimostrano che questi individui con retina più sottile sono effettivamente più a rischio di ammalarsi di demenza, l’OCT, potrebbe servire dunque ad effettuare una serie di test utili per la diagnosi precoce della malattia.

L’attrice premio Oscar Susan Sarandon arrestata a Washington per aver manifestato contro Trump

Pubblicato il 02 Lug 2018 alle 7:26am

L’attrice premio Oscar Susan Sarandon è stata arrestata e poi rilasciata per aver manifestato ad un corteo non autorizzato a Washington contro il presidente degli stati Uniti d’America, Donald Trump e la sua politica nei confronti degli immigrati.

La protagonista di «Thelma & Louise», da sempre attivista politica, ha manifestato l’altro ieri a Washington insieme ad altre 575 donne aderenti ai movimenti Women’s March e Center for Popular Democracy. A dare la notizia è stata lei stessa su Twitter : «Sono stata arrestata. Resto forte. Continuo a lottare», ha scritto.

Malattie intestinali croniche, monumenti in viola in segno di solidarietà

Pubblicato il 21 Mag 2017 alle 5:23am

I monumenti italiani si illuminano di viola per la lotta alle malattie infiammatorie croniche intestinali. (altro…)

Race for the cure, domenica 21 maggio la corsa contro il tumore al seno

Pubblicato il 19 Mag 2017 alle 9:59am

Apre oggi i battenti il Villaggio della salute, sport e benessere al Circo Massimo e domenica mattina si terrà la 18esima maratona per la prevenzione e cura del cancro femminile: la Race for the cure, corsa rosa organizzata da Susan G. Komen Italia, dal 2000 in prima linea nella lotta alla malattia. (altro…)

Napoli Pizza Village, dal 6 all’11 settembre, attese oltre 600mila persone

Pubblicato il 05 Set 2016 alle 9:31am

Manca poco la sesta edizione del Napoli Pizza Village, l’evento internazionale dedicato alla pizza napoletana che, verrà ospitato dal 6 all’11 settembre, sul lungomare Caracciolo (pizzavillage.it).

Una kermesse organizzata con il patrocinio della presidenza della Repubblica italiana, del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, della Regione Campania e con l’impegno del Comune e di alcuni partner commerciali, che si terrà lungo una superficie di 1.300 metri e conterà sulla presenza degli “ambasciatori” provenienti dalle 50 pizzerie più antiche di Napoli.

Forte del grande successo dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di oltre 600 mila persone, la manifestazione ospiterà il Campionato mondiale del pizzaiolo e avrà nuovi contenuti promossi dalla “Npv experience”, che prevede laboratori, shop, aree dedicate ai più piccoli, attività di team building e première esclusive.

Ogni sera, due famosi “maestri pizzaioli” saranno protagonisti di “Pizza class” alle quali potranno prender parte fino a un massimo di 32 “allievi” che potranno imparare i segreti di questo antico mestiere, preparare la pizza anche nei forni di casa.

L’iscrizione è obbligatoria con un versamento di 20 euro che sarà interamente devoluto all’associazione Un cuore per amico onlus – guidata dal professor Carlo Vosa – che dal 1993 si occupa di garantire assistenza psicologica, economica, logistica e consulenza sanitaria specialistica a famiglie con figli affetti da gravi cardiopatie.

Family Day 2016, Alfano “Con la mente e con il cuore lì”

Pubblicato il 31 Gen 2016 alle 6:57am

Non era presente, il ministro dell’Interno, Angelino Alfano per i suoi impegni istituzionali, al Family Day 2016, la mobilitazione che si è tenuta ieri contro il ddl Cirinnà sulle unioni civili.

Ma come lui stesso ha sottolineato, affidando il suo pensiero a Twitter e parlando di «adesione piena agli obiettivi della manifestazione» era lì con «mente e cuore».

A pochi minuti dall’inizio del concentramento dei manifestanti al Circo Massimo, ha ribadito il concetto incontrando al Viminale l’organizzatore dell’evento, Massimo Gandolfini, affiancato dal ministro alla Famiglia, Enrico Costa, esponente del suo stesso partito, fresco di nomina nell’esecutivo.

Il Ncd, ricordiamo è da sempre schierato contro l’equiparazione tra coppie di fatto e famiglia tradizionale tanto da annunciare battaglia in aula contro il decreto, soprattutto nella parte relativa alla cosiddetta stepchild adoption, la possibilità, per le coppie omosessuali, che un convivente adotti legalmente il figlio naturale del partner.

Sabotata stazione di Bologna. Scritte contro la Lega, città blindata per la manifestazione di oggi

Pubblicato il 08 Nov 2015 alle 10:34am

Forti rallentamenti si sono creati sul nodo di Bologna a causa di un incendio doloso. Fuoco appiccato ai cavi della trasmissione dati per la gestione del traffico ferroviario. Interessate le linee per Milano e Verona.

“8/11: sabotare un mondo di razzisti e frontiere”. Questa la scritta di vernice spray rossa trovata sulla banchina di cemento tra i binari con la quale è stato rivendicato l’attentato incendiario della notte scorsa alla stazione Santa Viola.

Un messaggio di “benvenuto” di matrice probabilmente anarchica alla grande manifestazione di questa mattina della Lega Nord a cui parteciperà oltre al leader Matteo Salvini, anche Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.

Intanto il centro della città di Bologna è blindato: le forze dell’ordine hanno schierato, circa 700 uomini tra agenti e militari in campo, per garantire l’ordine pubblico in vista dei cortei dei centri sociali che protestano contro la presenza di Salvini nel capoluogo emiliano.

La tensione è altissima. Trovato anche uno straccio imbevuto di liquido infiammabile utilizzato con ogni probabilità per innescare il rogo.

Un episodio simile si verificò il 23 dicembre sempre nella stessa zona e contro l’Alta velocità.

In stazione è in atto un presidio di una cinquantina di attivisti di Rifondazione Comunista in attesa dell’arrivo dei leghisti.

Sulla vicenda indagano Polfer e Digos.

Roma: manifestazione “Mai più clandestine”, donne in piazza in difesa della legge 194

Pubblicato il 05 Mar 2014 alle 8:24am

Ma più clandestine“, questo è lo slogan della manifestazione di ieri tenutasi in piazza a Roma. Lo hanno gridato a gran voce le donne in difesa della legge 194 che regola l’interruzione volontaria della gravidanza. (altro…)