maschera al fico

Fico: frutto di fine estate, alleato numero uno di bellezza

Pubblicato il 26 Set 2020 alle 6:11am

Il fico con la sua infinita dolcezza ci aiuta a dire addio all’estate ma grazie anche alle sue golose caratteristiche risveglia la nostra pelle e la protegge dai primi freddi.

Questo prezioso frutto oltre a contenere sali minerali importanti per il nostro organismo come potassio, calcio, e ferro è un valido alleato per la “beauty routine” della pelle per via del suo ricco contenuto di proprietà antiossidanti e rigeneranti. Grazie alla elevata presenza di vitamine A e del gruppo B favorisce idratazione cutanea e contrasta l’invecchiamento e lo stress ossidativo della cute che uscendo stanca dai raggi solari estivi, cerca forza ed energia per ripartire in autunno.

La consistenza della sua polpa permette di essere facilmente utilizzabile nella cosmesi per creare maschere e scrub e usufruire così dei suoi prodigiosi benefici.

 Maschera viso 

Dopo aver tolto la buccia esterna del fico, per una maschera vanno bene due fichi, schiacciate la polpa con una forchetta e aggiungete qualche cucchiaino di olio di mandorle dolci o olio di argan che daranno elasticità alla pelle.

Stendete la maschera sul viso e rilassatevi per dieci minuti aspettando il suo effetto benefico. Unendo la polpa con questi tipi di oli otterrete così un “ booster” di risveglio della pelle che dona luminosità, è antiage, rigenerativa ed emolliente.

Questa stessa maschera può essere utilizzata anche sulle mani.

 Scrub viso e corpo

 Il fico è uno scrub naturale grazie la presenza dei semini contenuti all’interno di esso.

In una ciotola mescolate la polpa con un cucchiaio di zucchero di canna e olio di mandorle dolci, si creerà una specie di “gommage”. Massaggiate il tutto nelle zone di interesse facendo attenzione alla pelle del viso più delicata ( per il viso potete sostituire lo zucchero di canna con quello normale essendo più fine). Questo scrub aiuta ad eliminare le cellule morte e prepara la pelle per i trattamenti successivi.

Adesso siamo pronte a ripartire!

di Francesca Curri

 

Photo Credit deanatura.it