Medici

Nasce Isde Salento: medici in campo per tutelare ambiente e salute

Pubblicato il 11 Ago 2017 alle 11:18am

Arrivano le “sentinelle” dello stato per fronteggiare e tutelare la salute del territorio e dell’ambiente del Salento: questo è l’ISDE (International Society of doctors for the environment, Medici per l’ambiente) che ha ora avrà anche una sezione salentina, la prima Inter provinciale a livello nazionale comprendente Lecce e Brindisi, nata in un momento cruciale che vede registrarsi campanelli d’allarme importanti dopo l’esplosione del caso Ilva e la prova del nesso di causa effetto tra attività della centrale a carbone di Cerano e i danni alla salute della popolazione (come attestato dallo studio condotto dal dr F. Forastiere per la regione Puglia presentato a Bari il 4 luglio). (altro…)

Stop ai selfie in ospedale di medici e infermieri: “Offendono i pazienti”

Pubblicato il 18 Apr 2017 alle 6:51am

Da tempo i selfie sono entrati nelle corsie e nelle sale operatorie degli ospedali, e in alcuni casi il cattivo gusto ha avuto anche risvolti drammatici, come quando nel gennaio scorso a Perugia quando alcuni camici bianchi si sono ritratti con un uomo appena operato che poi subito dopo è morto.

Il ministero della sanità ha scritto alla federazione nazionali degli ordini dei medici (Fnomceo), al collegio degli infermieri (Ipasvi) e ai rappresentanti di ostetriche e tecnici di radiologia per dire “basta”. Non si accettano più scatti in corsia o nelle sale operatorie , che quando va bene restano nelle memorie degli smartphone e quando va male, cioè molto spesso, finiscono sui social network.

“Sono ormai frequenti le notizie di stampa che segnalano il dilagare del fenomeno della pubblicazione di fotografie e selfie sui social network scattate da parte di professionisti sanitari durante l’esercizio dell’attività lavorativa presso le corsie di ospedali o sale operatorie in strutture pubbliche e/o private, fino a sfociare in alcuni casi nella violazione della privacy del paziente”.

La comunicazione è partita il 29 marzo scorso e alcuni giorni dopo dalla Fnomceo è stata girata agli Ordini provinciali. Sempre secondo il ministero, con quelle foto le attività cliniche diventano oggetto di spettacolarizzazione e, oltre a ledere la privacy dei malati, “compromettono l’immagine degli stessi sanitari, oltreché il rapporto di fiducia tra il paziente e il sistema sanitario nel suo complesso”.

Da Roma si spiega ai rappresentanti dei vari lavoratori che è necessario contrastare tali comportamenti, che talvolta derivano da una “sottovalutazione della situazione da parte del professionista sanitario “. In chiusura si chiede di inviare “specifiche raccomandazioni ” a tutte le sedi locali “per scongiurare o, quanto meno, arginare il verificarsi di tali fatti”. Nell’inciso finale si ammette la difficoltà di bloccare definitivamente comportamenti tanto diffusi.

Il richiamo all’etica professionale del ministero è stato girato dalla presidente della Fnomceo Roberta Chersevani a tutti gli ordini provinciali il 5 aprile scorso.

“Per un medico che ha prestato giuramento professionale appare inaudito realizzare simili comportamenti”, scrive all’inizio la presidente. Poi illustra quali norme del codice deontologico vengono violate da chi fa selfie e foto in corsia e quindi si riserva un passaggio per lanciare una frecciata al ministero. Proprio in chiusura dice: “Nella certezza che i comportamenti segnalati riguardino una minima parte dei tanti medici positivamente operanti negli ospedali e nelle strutture sanitarie, vi invito comunque a portare a conoscenza degli iscritti questa comunicazione a vigilare”.

Al Senato il Ddl Gelli che riforma la responsabilità penale e civile dei medici

Pubblicato il 18 Nov 2016 alle 7:35am

Il ddl Gelli, approvato dalla Camera dei deputati il 28 gennaio 2016, è pronto per essere approvato definitivamente anche in Senato. Si tratta di un disegno di legge molto importante perché riforma completamente la responsabilità professionale, sia penale che civile, dei medici nei confronti dei pazienti. (altro…)

I manifesti choc dei medici di Napoli e Bari: “Ho un tumore e sono del Sud Italia. In Norvegia sopravviverei di più”

Pubblicato il 07 Mar 2016 alle 7:21am

E’ molto dura la campagna sanitaria lanciata dell’Ordine dei Medici di Napoli e di Bari. (altro…)

Sanità, sciopero generale 17 e 18 marzo

Pubblicato il 22 Feb 2016 alle 7:10am

Il 17 e il 18 marzo i camici bianchi torneranno a scioperare breve distanza dall’altra agitazione del mese di dicembre. I sindacati dei medici hanno incontrato in questi giorni il ministro della Salute Lorenzin e, insieme, hanno fatto il punto della situazione e tracciato il percorso da seguire per un confronto che porterà ad un incontro con cadenza mensile.

I professionisti del settore hanno consegnato il loro elenco con tutte le cose che non vanno, riguardanti in primis quello che chiamano il “depauperamento del Servizio sanitario nazionale” che sta indirizzando ogni giorno che passa, gli utenti verso il comparto privato. Con conseguenti gravi non soltanto per i cittadini molti dei quali in ristrettezze economiche, a costretti a pagare più prestazioni, ma anche per il Servizio che rischia di divenire un vero e proprio settore marginale.

Ma se la Lorenzin ha fatto marcia indietro sulle sanzioni ai professionisti che sbagliano sulle eventuali misure punitive contro i medici che prescrivono esami o analisi non ritenuti appropriati, si tornerà ancora a parlare – ha garantito il ministro – solo alla fine della revisione del lungo elenco di prestazioni, circa 200, passate al microscopio dei tecnici.

A seguire anche la richiesta del rinnovo di contratto.

I medici incrociano le braccia il 17 e il 18 marzo 2016

Pubblicato il 23 Gen 2016 alle 6:45am

I medici italiani del comparto pubblico incrociano le braccia il 17 e il 18 marzo per un totale di 48 ore. (altro…)

Sciopero generale dei medici pubblici il 16 dicembre 2015

Pubblicato il 03 Nov 2015 alle 12:39pm

Gli ospedalieri e i medici di famiglia hanno annunciato uno sciopero generale di 24 ore il prossimo 16 dicembre, a causa del “grave e perdurante disagio ai cittadini da parte di politiche orientate esclusivamente ad una gestione contabile del Sistema sanitario nazionale”.

Nel mirino prima di tutto i tagli alla Sanità, la quale contribuirà nel 2016 alla manovra con tagli cumulati pari a 14.706 milioni di euro, di cui 4,3 miliardi solo nel biennio 2015-2016 pari al 30% circa dei tagli dell’ultimo quinquennio.

L’allarme è arrivato anche dalle Regioni nel documento consegnato alle Commissioni riunite Bilancio di Senato e Camera.

Mentre i medici chiedono di porre fine agli attacchi che subiscono a causa di problemi legati all’erogazione delle prestazioni sanitarie, sanzioni e multe, perché “capri espiatori delle colpe di decisori politici ed amministratori miopi e inadeguati”.

Test medicina annullato: dietrofront del Miur “Le prove del 29 e del 31 sono valide”

Pubblicato il 04 Nov 2014 alle 10:09am

Il Miur alla fine fa marcia indietro. Dopo l’annuncio del ministro dell’istruzione Stefania Giannini che dichiara che «Le prove per l’accesso alle Scuole di specializzazione in Medicina del 29 e 31 ottobre non dovranno essere ripetute. Abbiamo trovato una soluzione che ci consente di salvare i test». (altro…)

Agrigento: falsi invalidi, indagate 101 persone, arrestati 10 medici

Pubblicato il 22 Set 2014 alle 1:03pm

In seguito ad un’operazione condotta dalla polizia ad Agrigento, sono stata scovata una maxi truffa per le pensioni di invalidità. Resa esecutiva l’ordinanza cautelare da parte del Gip Ottavio Mosti su richiesta del procuratore Renato Di Natale, dell’aggiunto Ignazio Fonzo e del sostituto Andrea Maggioni. (altro…)

Ebola: cosa c’è da sapere per l’Italia, il comunicato del Ministero della salute

Pubblicato il 03 Ago 2014 alle 11:10am

Secondo l’epidemiologo Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto Scientifico Nazionale per le malattie infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ di Roma “l’Italia è già in allerta, ma non è un Paese a rischio“. (altro…)