melatonina

Melatonina, come aumentarla con alimentazione

Pubblicato il 15 Feb 2020 alle 7:35am

La melatonina è un ormone che viene prodotto naturalmente dall’organismo umano a livello dell’ipofisi.

Usata come medicinale, si può trovare in vendita per lo più sotto forma di gocce o compresse e trova impiego soprattutto per regolare il ciclo sonno-veglia. Più in concreto: per combattere il jet lag, per chi è costretto per lavoro a fare i turni notturni, per stabilire il normale ciclo sonno-veglia nelle persone cieche.

La melatonina, viene usata per la terapia dell’insonnia, per curare la la sindrome da deficit di attenzione e iperattività, per insonnia provocata dall’uso di betabloccanti (nei soggetti ipertesi), per i disturbi del sonno dei bambini con problemi dello sviluppo.

Esistono però degli alimenti che possono stimolare il rilascio di questo prezioso ormone e che quindi possono contribuire a risolvere i nostri i problemi del sonno.

Ananas. Contiene triptofano, precursore della serotonina, che è uno dei neurotrasmettitori implicati nella trasmissione dei segnali nervosi tra i neuroni. Insufficienti quantità rendono difficile la produzione di melatonina.

Banane. Aiutano a rilassare i muscoli. Come l’ananas, anche le banane contengono triptofano (e anche il latte) e quindi pure esse stimolano in via indiretta il rilascio di melatonina.

Asparagi. Ricchi di acido folico e vitamina C, sono necessarie all’assorbimento del triptofano.

Avena. Scioglie l’ansia e rilassa i muscoli se presa prima di andare a dormire.

Noci. Mangiate prima di andare a dormire, migliorano la qualità del sonno. Gli omega 3 rendono anche più forte il cuore.

Zenzero. Conosciuto per le sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche, aiuta a conciliare il sonno.

Insonnia da stress, come combatterla

Pubblicato il 05 Nov 2019 alle 6:09am

Una vita frenetica porta ad accumulare nel corso dei mesi e dei giorni, stress su stress.

Ma, poiché, durante le ore notturne il nostro organismo deve riposare bene per rigenerarsi, non contano tanto le ore dormite, ma quanto la qualità del sonno.

Ecco allora alcuni rimedi essenziali attraverso i quali è possibile combattere l’insonnia da stress.

Alimentazione – L’alimentazione può influire sulla qualità del nostro sonno. Ci sono alimenti infatti che lo favoriscono (pesce e frutta secca, banane) ed altri che lo ostacolano (cibi fritti e grassi, caffeina ed alcolici nelle ore serali). Mangiare bene soprattutto la sera è molto importante.

Infusi e tisane – Infusi di erbe e tisane sono un validissimo aiuto per conciliare il sonno e combattere lo stress (valeriana, escolzia, luppolo, biancospino e altri ).

Melatonina – E’ un ormone prodotto dal nostro organismo che regola l’alternarsi di sonno-veglia. Lo stress può alterare il sonno e quindi, la melatonina può aiutare a ritrovare questo equilibrio perduto.

Musica – L’equilibrio tra l’emisfero destro e sinistro del nostro cervello può essere intaccato dallo stress. Per tornare in equilibrio non c’è niente di meglio che ascoltare un po’ di musica rilassante. Esperti molte volte consigliano quella classica o musica del cuore.

Tecniche di rilassamento – Praticare yoga o tecniche di respirazione è un valido alleato per cercare di allontanare lo stress. Il benessere interiore potrà migliorare la qualità del sonno e allentare tensioni psicofisiche. Inoltre, anche il trening autogeno o altra attività fisica, come nuoto o pilates è molto salutare per la muscolatura, lo stress, il benessere mentale.

Dispositivi high-tech – La luce a breve lunghezza d’onda di smartphone e tablet inibisce la produzione di melatonina e mina il ritmo circadiano. Meglio quindi non utilizzarli e lasciarli direttamente in un’altra sanza.

Sole – Esporre il proprio volto al sole per 15 minuti può aiutare a ripristinare il ciclo naturale del sonno. Ideale farlo in primavera ed in estate, nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio.

Scoperta cura con ormone del sonno efficace contro l’ovaio policistico

Pubblicato il 11 Feb 2018 alle 6:09am

Un ormone italiano ha scoperto, grazie a uno studio pubblicato sulla rivista scientifica, Reproductive Sciences, una nuova terapia a base di melatonina per curare la sindrome dell’ovaio policistico. (altro…)

La luce del mattino aiuta a mantenere il peso forma

Pubblicato il 07 Apr 2014 alle 9:37am

Secondo una recente ricerca, stare all’aperto, alla luce del sole, tra le 8 e le 12 di mattina aiuta a mantenere un fisico scattante e magro. (altro…)

La Luna piena ha effetti negativi sul sonno

Pubblicato il 26 Lug 2013 alle 9:58am

Secondo uno studio condotto dall’Università Svizzera di Basilea, che associa i disturbi del sonno e le fasi lunari, la Luna piena influenzerebbe negativamente il sonno, incidendo, pertanto, sul nostro orologio biologico finendo per ridurre di circa 20 minuti il nostro riposo. (altro…)

Sindrome premestruale: un sollievo potrebbe arrivare dalla Melatonina

Pubblicato il 24 Dic 2012 alle 8:25am

Sono tante le donne che nella settimana precedente al ciclo mestruale soffrono della sindrome premestruale o Disturbo Disforico Premestruale (PMDD), la quale porta con sé: sbalzi di umore, insonnia, depressione ed ansia. (altro…)

Ruolo chiave della melatonina nello sviluppo del diabete di tipo 2

Pubblicato il 02 Feb 2012 alle 9:13am

La melatonina, ossia l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia, avrebbe un ruolo determinante nella possibilità di ammalarsi di diabete di tipo 2: questo è quanto è stato rivelato da uno studio condotto da un gruppo di scienziati dell’Imperial College di Londra e pubblicato sulla rivista scientifica Nature Genetics, secondo cui, le probabilità di ammalarsi di questa patologia, aumenterebbero per tutti quei soggetti con una mutazione genetica in un recettore della melatonina. (altro…)

Il succo di ciliegia è ottimo contro l’insonnia

Pubblicato il 05 Nov 2011 alle 8:44am

Per curare l’insonnia esistono già diversi rimedi naturali, ora però, se ne aggiunge un altro, il succo di ciliegia. Basterebbero solo due bicchieri al giorno per non soffrire più di questo fastidioso disturbo del sonno. A rivelarlo e dimostrarlo, i ricercatori della School of Life Sciences della Northumbria University di Newcastle, nel Regno Unito. (altro…)

Insonnia: solo 3 casi su 10 dipendono da stati ansiosi e depressivi

Pubblicato il 24 Ott 2010 alle 10:09am

L’insonnia, secondo Liborio Parrino, del Centro di medicina del sonno di Parma “Diversamente da quel che si potrebbe pensare solo tre casi su dieci dipendono da stati ansiosi e depressivi”. (altro…)