mele

Mele, mangiarne due al giorno salva da infarto e ictus

Pubblicato il 14 Giu 2019 alle 8:24am

Mangiare due mele al giorno può aiutare a diminuire il rischio di imbattersi in un infarto o ictus, e quindi in morte prematura, ma anche tre ciotole di carote al giorno avrebbero lo stesso effetto benefico.

È il risultato preliminare a cui è giunto un recente studio, presentato al meeting annuale Nutrition 2019 di Baltimora, che spiega come il consumo insufficiente di frutta e verdura sia responsabile ogni anno nel mondo di milioni di decessi causati da malattie cardiovascolari.

La ricerca, che fa parte del progetto Global Dietary Database finanziato dalla Bill & Melinda Gates Foundation, prende spunto da alcuni dati raccolti nel 2010, anno in cui, secondo le stime degli autori, il basso consumo di frutta ha provocato oltre 1,8 milioni di morti per ictus o malattie coronariche mentre quello della verdura ne ha causati un milione, soprattutto tra uomini e giovani adulti.

Incrociando dunque le stime sui consumi con i dati sulle cause di morte di 113 Paesi del mondo i ricercatori hanno scoperto che circa 1 morte su 7 poteva essere attribuita a un consumo insufficiente di frutta, mentre 1 su 12 a un consumo non corretto di verdura. Persone che si sarebbero secondo gli esperti, potute salvare ingerendo più frutta e verdura.

Il consumo di frutta e verdura, concludono i ricercatori, dovrebbe essere incentivato, come spiega Victoria Miller, autrice principale dello studio e ricercatrice della Friedman School of Nutrition Science and Policy della Tufts University.

Pesticidi sulle mele, pericolosi per la salute, serve una legge

Pubblicato il 06 Apr 2019 alle 11:41am

Il Codacons in una nota ha affermato che “Recenti studi hanno verificato come sulle bucce delle mele comunemente in vendita presso i negozi ed i supermercati italiani si trovino tantissimi pesticidi (più di 10) utilizzati di frequente. I risultati dimostrano infatti che in nessun caso vengono superati i limiti massimi previsti per legge per la presenza del singolo pesticida, ma la presenza di molteplici sostanze chimiche può portare al fenomeno del cosiddetto multiresiduo”.

“Se infatti le singole presenze di pesticidi possono non essere in violazione con la legge – spiega il Codacons – la sommatoria tra i vari pesticidi presenti può provocare seri problemi all’organismo umano. Il fenomeno necessita di un deciso intervento del Ministero per le politiche agricole, che vada a normare tale aspetto, altrimenti sottovalutato”.

“Presenteremo – conclude – un esposto in Procura della Repubblica al fine che vengano accertate eventuali violazioni.”

Mela, scoperti i suoi benefici

Pubblicato il 22 Giu 2018 alle 6:32am

Sono in arrivo nuove prospettive nella ricerca riguardo al rapporto fra mela e salute. Scoperte, infatti dagli scienziati, le complesse trasformazioni dei polifenoli in 110 forme chimiche biodisponibili all’organismo umano che evidenziano il ruolo decisivo del microbiota intestinale nell’azione benefica di questi composti bioattivi.

Il tutto grazie ad una ricerca condotta dalla Fondazione Edmund Mach (Fem) in collaborazione con il Consiglio per la ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea), finanziata dal progetto Ager Melo, pubblicata sulla rivista scientifica Food Research International. (altro…)

Dopo le abbuffate natalizie, spazio a frutta di stagione e legumi

Pubblicato il 07 Gen 2013 alle 10:00am

 

Chi più chi meno, dopo le festività natalizie siamo tutti alle prese con qualche chiletto di troppo.

Secondo la Coldiretti in questo periodo dell’anno ci ritroviamo ad aver accumulato un bel paio di chili, frutto di 15mila-20mila calorie assimilate in occasione delle cene con amici e parenti.

E se abbiamo abusato di alcolici, pasta, pane, salumi, formaggi e dolci, alimenti più leggeri e salutari, come la frutta fresca e la verdura, sono slittati in secondo piano.

Per fortuna, ricorda la Coldiretti, per tornare in forma non serve ricorrere a drastici digiuni o a chissà quali diete. L’importante è privilegiare cibi leggeri e fare incetta di frutta e verdura. E poi, ancora, bere molta acqua. Il segreto è privilegiare arance, mele, pere e kiwi. E poi spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote. Altro consiglio: come condimento per le insalate e le verdure usare l’olio d’oliva, ricco di un antiossidante (il tocoferolo) che favorisce l’eliminazione delle scorie metaboliche, e succo di limone, utile per purificare l’organismo dalle tossine e pulire il sangue.

Largo, infine, anche ai piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli e lenticchie) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre, utili per aiutare l’organismo a smaltire i sovraccarichi e migliorare le funzionalità intestinali.

Le donne possono ridurre peso e colesterolo cattivo con una mela al giorno

Pubblicato il 14 Apr 2011 alle 10:02am

Le mele possono ridurre il peso corporeo e il colesterolo HDL nelle donne. (altro…)