ministro Franceschini

Mibact: Claudio Baglioni presenta #Sanremo2018 al ministro Dario Franceschini

Pubblicato il 22 Gen 2018 alle 7:40pm

Il Direttore artistico e presentatore del Festival di Sanremo 2018, Claudio Baglioni ha presentato questa mattina al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini i contenuti della 68esima edizione del Festival della Canzone italiana in programma dal 6 al 10 febbraio.

Hanno partecipato all’incontro il direttore di Rai1, Angelo Teodoli, Filippo Sugar per Siae, Enzo Mazza per la Federazione dell’industria musicale italiana (Fimi), Mario Limongelli per i Produttori musicali indipendenti (Pmi), Roberto Razzini per la Federazione editori musicali (Fem), Vincenzo Spera Assomusica. Nel corso dell’incontro, Baglioni ha esposto le novità e sottolineato la forte impronta italiana che ha voluto dare a questa edizione che vede la musica popolare tornare al centro dello spettacolo canoro.

Il ministro Franceschini ha apprezzato le innovazioni introdotte da Baglioni e ha sottolineato lo straordinario valore culturale della musica d’autore, che è portatrice di messaggi universali e che ha una fondamentale valenza educativa per le nuove generazioni.

Il ministro ha infine ricordato come “grazie alla legge sullo spettacolo dal vivo, recentemente approvata dal Parlamento, siano stati compiuti importanti passi in avanti per il settore musicale a partire dal riconoscimento, non solo formale, della musica popolare come forma d’arte e parte integrante del patrimonio culturale, artistico, sociale ed economico del Paese”.

Condividi con i tuoi amici:

Expo: summit mondiale degli 83 ministri della cultura, confronto per due giorni

Pubblicato il 01 Ago 2015 alle 2:57pm

E’ in corso all’Expo di Milano, da ieri, un summit che raduna i ministri della cultura di 83 Paesi del mondo. Una scenografia è quella di Pompei.

Alla Conferenza Internazionale dei ministri della Cultura ad accogliere le delegazioni di tutte le nazioni, insieme al ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, ci sono anche il presidente del Gruppo Prada Carlo Mazzi, l’architetto Rem Khoolhaas e il curatore Germano Celant.

Nel corso della visita le delegazioni possono ammirare anche la mostra temporanea ‘Serial Classic’, curata da Salvatore Settis, ‘An Introduction’ e l’esposizione a cura di Miuccia Prada e Germano Celant.

Oltre a partecipare ad incontri bilaterali con alcune delegazioni.

Il ministro Franceschini in tale circostanza, ha voluto sottolineare che lo scopo della conferenza dei ministri, su cui interviene anche il direttore generale dell’Unesco Irina Bokova è quello della “tutela del patrimonio, non solo dalle calamità naturali, ma anche dagli attacchi terroristici. Su cui l’Unesco ha di recente approvato all’unanimità un documento, di iniziativa italiana, per interventi sul patrimonio minacciato da attacchi terroristici, in forma anche di difesa preventiva”.

L’idea è anche quella di una task force mondiale per tutelare il patrimonio artistico di tutti i Paesi e di una Scuola internazionale italiana di Cultura per offrire agli studenti di tutto il mondo un percorso formativo in campo archeologico e nelle materie della storia dell’arte e della musica.