moda

Artista inventa la T-SOAP, la T-shirt per disinfettare le man

Pubblicato il 07 Mag 2020 alle 6:02am

In questo periodo di emergenza, molte le cose che sono cambiate e che stanno ancora cambiando. Tra queste anche tante le innovazioni che fioccano, per affrontare l’emergenza sanitaria. Ultima la proposta è la T-SOAP, dell’artista torinese “Colline di tristezza”.

L’artista ha deciso di proporre un’idea alle industrie italiane e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella… la produzione di una T-shirt dotata di due piccole sacche contenenti igienizzante o sapone. Ognuna di queste due sacche è collegata ad un bottone e ad un buco da cui fuoriesce l’igienizzante. Vi sono un bottone e un buco a destra e, molto banalmente, un bottone e un buco a sinistra.

La persona con le mani da disinfettare, pigia con il gomito uno dei due bottoni e l’igienizzante fuoriesce appunto da uno dei due buchini. In questo modo, si può spruzzare l’igienizzante su entrambe le mani, una per volta, usando i due gomiti e i due bottoni diversi (nella foto della T-SOAP si può vedere la bozza del progetto).

Colline di tristezza si dichiara “disposto ad andare a comprare subito nei negozi od online questo gadget, nel caso venisse prodotto” e “spera che questa semplice e strampalata idea, possa essere gradita ai comparti industriali di pertinenza” che risolve il problema reale dell’igiene delle mani al tempo del Coronavirus.

Colline di tristezza è un artista “non-cantante”, famoso su Youtube per i suoi jingle Karaoke, non cantati, per dare spazio alle voci degli spettatori.

Ed è online su Youtube anche il jingle-karaoke (www.youtube.com/watch?v=ZNTYb8s3Jhw) della T-SOAP, ascoltabile previa attivazione dei sottotitoli.

Questo rispetta quella che è ormai una prassi consolidata dell’artista, per presentare alle aziende e all’opinione pubblica le sue istanze e petizioni.

Una prassi che si può riassumere con i termini, da lui coniati di “jingle-petizione”, “jingle-proposta” o “jingle-appello” e che si avvale della formula, a lui tanto cara, del jingle-karaoke.

La scelta di non cantare i jingle, rappresenta una scelta stilistica precisa, in cui il non-cantante piemontese si trova perfettamente a suo agio ed è vissuta anche come volontà di obbligare l’ascoltatore finale a fare uno sforzo e provare a cantare lui stesso il brano, anche con tentativi maldestri e imbarazzanti.

Ciò che trapela maggiormente, dalla sua azione e dal modo in cui sono presentate le sue proposte, è il suo grande desiderio di privacy e di non essere associato ad un volto o persona reale.

La scelta di usare il termine soap invece di sanitizer (igienizzante) è per motivi eufonici e di metrica, e la stessa cosa, tiene a precisare l’artista, vale per il termine sapone invece di igienizzante, usato nel testo del jingle.

Rosa, il colore del 2020

Pubblicato il 06 Mag 2020 alle 7:41am

Nel 2020 la moda riporta l’attenzione sul colore rosa, rendendolo il protagonista dalle passerelle internazionali di pret a porter e di haute couture, come invito alla positività e all’ottimismo. Rosa in mille sfumature diverse, dal sensuale color carne di Prada, al delicato peonia di Valentino, dal rosa floreale di Giambattista Valli, fino agli stampati esotici di Jhoanna Ortiz per H&M.

Negli anni Venti detti anche Anni Ruggenti i colori principali erano quelli metallici; negli anni Cinquanta, ad esempio, predominavano o i toni pastello; negli anni Settanta le tinte calde e spirituali, come l’arancio e il ruggine. Arrivando ai giorni nostri i Millennials che hanno scelto come colore rappresentativo il fucsia, mentre il verde fluo quelli della Generazione G.

“Eco Moda”, la moda sostenibile online. Piccole decisioni, grandi effetti

Pubblicato il 20 Mar 2020 alle 6:49am

Sostenibilità è il grido disperato della nostra società contemporanea, è la parola che troviamo rimbalzare su ogni notiziario, discorso, articolo, se fossimo nati nell’epoca di Andy Warhol la troveremo trasformata ad arte su tutti i manifesti, esposta nei musei magari accanto al viso pop art di Marilyn Monroe. È la parola per cui tante associazioni si battono in difesa dell ‘ambiente, è una delle preferite di Greta Thunberg la ragazzina svedese, che, discussa o meno, con al sua lotta per il clima ha provato a cambiare le cose. Sostenibilità però, da qualche anno a questa parte, è diventata un vestito da indossare! La troviamo scritta sui cartellini dei vestiti dei grandi brand e su quelli dei grandi magazzini, ma sono soprattutto i siti internet che ci permettono di contribuire acquistando capi “eco” direttamente da casa. Uno fra tutti Zalando, “top player” della moda online si fa promotore della sostenibilità facendo attenzione alla produzione, al consumo e alla vendita dei suoi prodotti. Questa grande azienda che fa impazzire le donne di tutto il mondo e non solo ha creato una selezioni di capi etichettati come sostenibili, difatti digitando questa parola sul loro motore di ricerca abbiamo accesso a tutti i prodotti che rientrano in questa categoria, ognuno di questi ha un certificato che spiega in che modo è stato realizzato e con quali materiali. Sono tutti brand che collaborano con Zalando e che hanno proposto sul mercato abbigliamento a prezzo contenuto, alla moda e soprattutto rispettoso dell’ambiente!

Su un cartellino di un vestito troviamo scritto: “It’s our mission to keep fashion moving forward in the most sustainable way, ensuring that customers never have to compromise in choice” la missione che si pongono è quella di far progredire la moda nel modo più sostenibile possibile, assicurandosi che i clienti non debbano mai scendere a compromessi nella scelta!

Le etichette mostrano svariate certificazioni come ad esempio “Organic cotton” la produzione di abiti che viene proposta è fatta con un cotone organico che contiene il 50% di un cotone prodotto senza pesticidi sintetici e coltivato con sistemi alimentati a pioggia che contribuiscono così al risparmio idrico, “Materiali eco” con utilizzo di materiali come la canapa, juta, viscosa sostenibile, e fibre derivanti dal legno, materiali ecologici che rispettano l’ambiente e le persone. Troviamo poi abiti prodotti con “Materiali riciclati”, ovvero creati con altri abiti usati, bottiglie di plastica e addirittura reti da pesca! e poi gli “Eco Processing” ovvero prodotti con processi ecologici che riducono i costi di energia e “Fairtrade CertifiedCotton” realizzati con almeno il 50 % di cotone del commercio equo e solidale, promuovono un uso efficiente dell’acqua degli agricoltori e vietano l’uso di sostanze chimiche nocive. Queste sono una delle tante certificazioni che possiamo trovare scritte e che ci danno l’opportunità di acquistare abiti a prezzo contenuto, di tendenza e in modo eco solidale senza, come sostiene Zalando, scendere a compromessi!

Piccole decisioni, grandi effetti.

di Francesca Curri

Giorgio Armani: “Donne continuano a subire violenza dagli stilisti”

Pubblicato il 23 Feb 2020 alle 6:47am

“Si può abusare di una donna in vari modi: o buttandola in un sottoscala o suggerendole di vestirsi in un certo modo”. Così Giorgio Armani, si esprime dopo la sfilata della linea Emporio, scagliandosi, con quella che definisce “una battuta”, contro il diktat delle tendenze, che manca di rispetto e toglie libertà alle donne.

Con la sua collezione, “ho dato una libertà alle donne – sottolinea – che è una vera libertà”. Non è libertà, invece, il fatto che “la signora che cammina per strada vede un manifesto di una donna con il seno e il fondoschiena in vista, e vuole farlo anche lei: questo è un modo per abusare di una donna”.

Ognuno può scegliere di proporre ciò che vuole, ma “evitiamo il ridicolo – è l’invito – poi diciamo che le donne subiscono violenza in un angolo, e anche dagli stilisti, da noi. Trovo che questo sia un po’ indegno”.

Leggings modellanti, i capi preferiti da moltissime donne anche nel 2020

Pubblicato il 06 Feb 2020 alle 6:39am

E’ la rinascita dello shapewear che trascina il settore della moda, grazie ai leggins modellanti, diventati tra i capi preferiti di ogni donna, soprattutto se alla moda e con un fisico longilineo. (altro…)

Alba Ferretti sfila a Rimini con un tributo a Federico Fellini

Pubblicato il 26 Gen 2020 alle 7:32am

Alberta Ferretti ha scelto di presentare le sue nuove creazioni il 22 maggio a Rimini, città natale del regista Federico Fellini, e terra in cui la stilista ha le sue radici.

“Sono felice di presentare la mia prossima collezione nei luoghi in cui sono nata e dove è cominciata la mia carriera, ancora oggi – dice Ferretti – la Romagna è la terra in cui vivo e ritrovo me stessa. Mi piace l’idea di rendere omaggio alla mia regione e a un artista come Federico Fellini, che è riuscito a rappresentare attraverso le sue opere la storia del nostro Paese e a far conoscere la cultura italiana nel mondo”.

Sarà un tributo al cinema di Federico Fellini, in occasione del centenario della sua nascita. La sfilata della collezione della Ferretti è la Resort 2012.

Modà: da ieri è in radio il singolo “Testa o croce”, estratto dall’album omonimo, e online il video! A marzo 2020 al via il tour nei principali palasport italiani

Pubblicato il 07 Gen 2020 alle 9:10am

Da ieri, lunedì 6 gennaio, è in radio “Testa o croce”, il nuovo singolo dei Modà estratto dall’omonimo album di inediti.

Il brano, che Kekko ha dedicato all’amico Cash, racconta quel momento della vita in cui puoi “lanciare una monetina” o seguire il cuore per scegliere la strada da percorrere.

È online il video del brano, ideato dallo stesso Kekko, diretto da Stefano Lari e prodotto da Double Vision – Film & More: https://youtu.be/9C816dLKxXI

Dal 6 marzo i Modà saranno in tour nei principali palasport italiani con “TESTA O CROCE TOUR 2020”, i concerti caratterizzati da una scenografia pensata ad hoc e una scaletta che unisce i grandi successi, ai brani dell’ultimo album “Testa o croce” (prodotto da Friends & Partners – licenza Believe) che sono già entrati nel cuore della gente. Queste le date confermate ad oggi:

6 marzo al PalaCatania di Catania 7 marzo al PalaCatania di Catania 10 marzo al PalaSele di Eboli (SA) 13 marzo al PalaFlorio di Bari 14 marzo al PalaFlorio di Bari 17 marzo al Palasport di Reggio Calabria 20 marzo al Palazzo dello Sport di Roma 24 marzo all’RDS Stadium di Genova 28 marzo al Mediolanum Forum di Assago (MI) 29 marzo al Mediolanum Forum di Assago (MI) 2 maggio all’Arena di Verona

Le prevendite per le date del tour sono disponibili sul circuito Ticketone e nei punti vendita abituali.

Il tour è prodotto e organizzato da Friends & Partners.

Radio 105 è la radio ufficiale.

MODÀ: da lunedì 6 gennaio in radio il singolo “Testa o croce”, estratto dall’album omonimo, e a marzo 2020 al via il tour nei palasport!

Pubblicato il 31 Dic 2019 alle 6:57am

Da lunedì 6 gennaio arriva in rotazione radiofonica “Testa o croce”, il nuovo singolo dei Modà estratto dall’omonimo album di inediti. Il brano, che Kekko ha voluto dedicare all’amico Cash, raccontando quel momento della vita in cui puoi “lanciare una monetina” o seguire il cuore per scegliere la strada da percorrere. (altro…)

Paillettes per le prossime feste di Natale e Capodanno

Pubblicato il 22 Dic 2019 alle 7:52am

Le paillettes non sono più né “antiche” né scontate anzi, fanno talmente anni Ottanta da essere diventate irresistibili. (altro…)

Modà, al via dal 2 dicembre il tour da Bologna. A grande richiesta si aggiungono nuovi concerti a Reggio Calabria, Genova e il 2 maggio all’Arena di Verona

Pubblicato il 22 Nov 2019 alle 6:00am

Dopo l’uscita del nuovo album “Testa o croce” (prodotto da Friends & Partners – licenza Believe), i MODÀ partiranno con il nuovo tour ufficialmente il prossimo 2 dicembre da Bologna! (altro…)