Mohamed Morsi

Egitto, condanna a morte per l’ex presidente Morsi per evasione di massa dei Fratelli Musulmani

Pubblicato il 16 Mag 2015 alle 12:39pm

L’ex presidente egiziano Mohammed Morsi, deposto con un colpo di Stato militare il 3 luglio 2013, è stato condannato a morte per l’evasione da una prigione durante la rivoluzione del 2011 che portò alla caduta di Hosni Mubarak. (altro…)

Scontri al Cairo, Fratelli musulmani parlano di 100 morti tra i manifestanti pro-Morsi

Pubblicato il 14 Ago 2013 alle 10:47am

E’ iniziata questa mattina, l’operazione della polizia egiziana per liberare le piazze del Cairo occupate dai sostenitori del presidente deposto Mohamed Morsi. Al momento, non si conosce ancora il numero dei morti. Ma secondo un giornalista della France Presse si parla di 17 morti, tutti manifestanti. econdo, invece, i Fratelli Musulmani, le persone uccise sarebbero oltre 100, e i feriti più di 2.000. (altro…)

Egitto, trenta morti nel Paese, è guerra civile

Pubblicato il 06 Lug 2013 alle 9:18am

Sono quasi trenta i morti, tra Il Cairo e Alessandria, e centinaia i feriti. Ma tale bilancio è destinato a salire e non si fermeranno gli scontri in piazza, causati dalla destituzione del primo presidente dei fratelli musulmani Mohamed Morsi. (altro…)

Golpe militare in Egitto. Il presidente Mohamed Morsi detenuto

Pubblicato il 04 Lug 2013 alle 8:17am

Dopo un anno e tre giorni dal suo insediamento, un golpe militare in Egitto ha messo fine alla presidenza di Mohamed Morsi. Scaduto l’ultimatum dell’esercito, Morsi è stato destituito: al suo posto ci sarà ora il presidente della Corte Costituzionale che dovrà guidare il Paese in una fase transitoria, prima del ritorno anticipato alle urne.

Morsi è stato trasferito, al ministero della Difesa. A dare l’annuncio su questa delicata fase del paese, attraverso la tv, il ministro della Difesa egiziano, Abdel Fattah el Sissi.

La road map, intanto, ha affidato i poteri di emanare decreti presidenziali al presidente della Corte Costituzionale, sospendendo temporaneamente la Costituzione e affidandone la riscrittura ad un comitato con la partecipazione di tutte le forze politiche.

Prevista inoltre, anche la nascita di un governo di tecnici e di un comitato di riconciliazione nazionale con l’apporto di giovani.