Motta e Nada

Motta e Nada si aggiudicano il premio al Miglior Duetto del Festival di Sanremo, con il brano “Dov’è l’Italia”. Ascolti auditel della quarta serata

Pubblicato il 09 Feb 2019 alle 10:32am

Claudio Baglioni, in completo lurex con i revers della giacca bordati di raso nero, ha aperto la serata con la sua canzone Acqua dalla luna accompagnato da ballerini circensi e dalle atmosfere lunari di Giuliano Peparini, dando il via alla quarta serata del Festival di Sanremo.

“Il nostro mestiere è regalare incanto, stupore, meraviglia al pubblico”, dice Claudio Baglioni spiegando il senso della performance circense. “Ci saranno 56 artisti sul palco, un numero mai visto qui, che ci daranno contezza del loro talento, della loro arte, della loro passione”, spiega il dittatore artistico prima di introdurre Virginia Raffaele, in abito nero monospalla luccicante, e Claudio Bisio con una delle sue giacche estrose.

Ligabue, star della serata, torna all’Ariston dove emozionò nel 2014, al suo debutto assoluto al festival – si è prima prestato al gioco insieme a Bisio. Il superospite arriva all’Ariston con la superchitarra. “La seconda volta a Sanremo in 30 anni”, dice lui, che viene annunciato da Claudio Bisio in un crescendo. Prima l’ingresso dalle quinte, poi dalla scala, poi dalla scala con una chitarra gigante, infine su un trono con un mantello rosso bordato di ermellino. Come un vero e proprio re. Gag a parte, prima canta il suo ultimo singolo “Luci d’America” che anticipa l’album Start, in uscita l’8 marzo, poi la sua hit “Urlando contro il cielo”, mentre per l’esibizione con Claudio Baglioni, l’omaggio va al cantautore amico comune, Francesco Guccini, con il brano “Dio è morto”.

Questi i duetti della quarta serata:

NEK – “Mi farò trovare pronto” – Ospite Neri Marcorè NINO D’ANGELO E LIVIO CORI – “Un’altra luce” – Ospiti i Sottotono ULTIMO – “I tuoi particolari” – Ospite Fabrizio Moro THE ZEN CIRCUS – “L’amore è una dittatura” – Ospite Brunori Sas FEDERICA CARTA E SHADE – “Senza farlo apposta” – Ospite Cristina D’Avena ARISA – “Mi sento bene” – Ospiti Tony Hadley e Kataklò SIMONE CRISTICCHI – “Abbi cura di me” – Ospite Ermal Meta ACHILLE LAURO – “Rolls Royce” – Ospite Morgan FRANCESCO RENGA – “Aspetto che torni” – Ospiti Bungaro ed Eleonora Abbagnato NEGRITA – “I ragazzi stanno bene” – Ospiti Enrico Ruggeri e Roy Paci EINAR – “Parole nuove” – Ospite Biondo PATTY PRAVO con BRIGA – “Un po’ come la vita” – Ospite Giovanni Caccamo BOOMDABASH – “Per un milione” – Ospiti Rocco Hunt e i Musici Cantori di Milano ANNA TATANGELO – “Le nostre anime di notte” – Ospite Syria MAHMOOD – “Soldi” – Ospite Guè Pequeno PAOLA TURCI – “L’ultimo ostacolo” – Ospite Beppe Fiorello DANIELE SILVESTRI con RANCORE – “Argento vivo” – Ospite Manuel Agnelli EX-OTAGO – “Solo una canzone” – Ospite Jack Savoretti MOTTA – “Dov’è l’Italia” – Ospite Nada LOREDANA BERTE’ – “Cosa ti aspetti da me” – Ospite Irene Grandi ENRICO NIGIOTTI – “Nonno Hollywood” – Ospiti Paolo Jannacci e e Massimo Ottoni IRAMA – “La ragazza col cuore di latta” – Ospite Noemi GHEMON – “Rose Viola” – Ospiti Diodato e i Calibro 35 IL VOLO – “Musica che resta” – Ospite il violinista Alessandro Quarta

Motta e Nada ad aggiudicarsi il premio al Miglior Duetto del festival di Sanremo, con il brano “Dov’è l’Italia”. Un riconoscimento che è stato assegnato loro dalla Giuria d’Onore e consegnato dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. Claudio Baglioni, nel corso della serata ha voluto ricordare le vittime della tragedia del Ponte Morandi. La cui demolizione per la poi ricostruzione è partita proprio nella notte.

La quarta serata del Festival di Sanremo è stata vista da una media di 9.552.000 telespettatori, share 46,1%. Nel dettaglio, nella prima parte 11.170.000 spettatori, share 45,49%, e nella seconda 6.206.000 telespettatori, share 48,49%.