NAS

Ispezioni a tappeto dei Nas in ospedali: casi di sovraffollamento al Pronto Soccorso

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 8:40am

Un mese di ispezioni negli ospedali italiani, per “verificare le condizioni di efficienza dei servizi di assistenza all’utente”: dal 15 dicembre 2016 a oggi.

Gli uomini del Nas, di concerto con il ministro della Salute hanno messo in atto un’intensa attività di controllo sull’intero territorio nazionale presso le strutture sanitarie che hanno portato alla contestazione di 19 sanzioni amministrative e al deferimento di 11 persone all’autorità giudiziaria.

Le attività prodotte dalle forze dell’ordine hanno evidenziato molti casi di sovraffollamento, con prevalenza di persone anziane, nei pronto soccorso, soprattutto nei nosocomi dei maggiori centri abitati, anche a causa del concomitante picco epidemico influenzale accentuato dalle condizioni atmosferiche particolarmente avverse.

In alcune circostanze si è registrato anche un numero di accessi pari al doppio della media giornaliera. “Situazioni particolari, oggetto di ulteriori approfondimenti, registrate nel corso delle attività di monitoraggio. Si tratta di episodi limitati – spiegano in una nota – che, tuttavia, non condizionano la generalizzata situazione di funzionalità offerta dalla gran parte delle strutture visitate, operanti sul territorio”.

Case di cura per gli anziani: controlli a campione del Nas. Irregolari 13 strutture su 17 in provincia di Latina

Pubblicato il 05 Ago 2016 alle 7:07am

Dai controlli eseguiti dai Nas negli ultimi giorni nei centri anziani della provincia di Latina è emerso che dagli accertamenti a campione, da nord a sud del territorio pontino, su 17 case di cura, 13 non sono risultate a norma per documentazioni autorizzative parziali o, in alcuni casi, del tutto mancanti, numero di ospiti in esubero rispetto ai permessi e irregolarità nella gestione.

Ciò nonostante, secondo i carabinieri del nucleo antisofisticazioni si tratterebbe di un buon risultato, perché le irregolarità rilevate, 12, sono soltanto di tipo amministrativo.

In un solo caso gli uomini coordinati dal tenente Maurizio Santori sono stati costretti a procedere penalmente. I controlli si inseriscono nell’ambito dell’operazione “Estate sicura 2016”, predisposta a livello nazionale dal ministero della Salute che ha chiesto accertamenti capillari e certosini in tutti i centri anziani del territorio italiano.

Ministro Lorenzin manda Nas nelle mense scolastiche per controlli a campione

Pubblicato il 11 Mag 2016 alle 6:17am

Il ministro della salute, Beatrice Lorenzin ha annunciato ieri di aver dato disposizione di far partire un’indagine dei Nas nelle mense scolastiche. «L’alimentazione nelle scuole è importantissima, ho mandato i Nas per fare controlli a campione nelle scuole italiane per verificare se la qualità dei cibi richiamati nelle diete sia consono con la qualità garantita ai nostri bambini»: ha sottolineato il ministro intervenendo all’assemblea di Federalimentare a Cibus. (altro…)

Farmaci per dimagrire vietati dai Nas

Pubblicato il 15 Feb 2016 alle 11:54am

Il Comando dei Carabinieri per la Tutela della salute, su indicazione del Ministro per la Salute, Beatrice, Lorenzin, nelle ultime settimane ha intensificato i controlli accertando il rispetto dei divieti di prescrizione e preparazione di farmaci contenenti principi attivi utilizzati a scopo dimagrante.

Gli accertamenti dei carabinieri hanno interessato circa 840 farmacie e oltre 75 studi di medici prescrittori su tutto il territorio nazionale.

Rilevate condotte illecite in 11 farmacie e 12 studi, che hanno portato alla contestazione di 49 violazioni del codice penale, anche per commercio e somministrazione di medicinali guasti e imperfetti, e alla segnalazione di 29 trasgressori alle competenti autorità giudiziarie.

Sequestarti oltre 1.200 grammi di principi attivi.

I decreti del Ministro Lorenzin, adottati da maggio a dicembre 2015, vietano la prescrizione da parte di medici e l’allestimento ad opera dei farmacisti di preparazioni magistrali contenenti i seguenti principi attivi per scopo dimagrante: fenilpropanolamina-norefedrina, pseudoefedrina, triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione, topiramato ed efedrina.

Sostanze, autorizzate invece per altri trattamenti farmacologici come: ansia, depressione, diabete, raffreddore, ipertensione, venivano utilizzate e prescritte in preparazioni galeniche a scopo dimagrante, per finalità meramente estetiche.

I citati divieti sono stati emanati tenendo conto delle valutazioni tecnico-scientifiche dell’Agenzia Italiana del Farmaco, che ha fatto pervenire al Ministero segnalazioni di sospetta reazione avversa della Rete Nazionale di Farmacovigilanza.

Preparazioni che risultano sprovviste di foglietto illustrativo a cui il paziente possa fare riferimento per informarsi sulle caratteristiche del prodotto, somministrazione, effetti collaterali.

Nas, chiuso panificio a Carbonara per precarie condizioni igieniche, riforniva anche ospedali

Pubblicato il 02 Ott 2014 alle 12:46pm

In seguito ad un controllo eseguito dai carabinieri del Nas di Bari in un panificio a Carbonara, è emerso “un quadro igienico-sanitario davvero precario” che ha spinto i militari a chiudere lo stabilimento. (altro…)

Carne bovina infetta e marchi falsificati, maxi blitz dei Nas e sequestri in tutta Italia

Pubblicato il 10 Giu 2014 alle 9:04am

I carabinieri del Nas impegnati nell’ambito di un’indagine, chiamata “Lio” incentrata sulla illecita commercializzazione di bovini infetti, con marchi auricolari contraffatti e dichiarati invece di razza pregiata hanno eseguito questa mattina all’alba, 70 mandati di perquisizione e sequestro in diverse province italiane, da nord a sud.

La maxi operazione vede coinvolte le seguenti province: Arezzo, Avellino, Bari, Foggia, L’Aquila, Latina, Lodi, Matera, Padova, Perugia, Pesaro Urbino, Pistoia, Potenza, Ravenna, Rieti, Roma, Siena, Terni, Torino, Verona e Viterbo.

Nas chiudono strutture disabili in tutta Italia per cattive condizioni, denunciate 286 persone

Pubblicato il 20 Nov 2013 alle 10:27am

Una maxioperazione condotta in tutta Italia su 1000 strutture per disabili e anziani, da parte dei carabinieri del Nas ha portato alla chiusura di 18 di esse. I militari hanno verificato le autorizzazioni ed il rispetto dei requisiti igienico-sanitari, rilevando in alcuni casi farmaci e cibi scaduti e cattive condizioni igienico-sanitarie. (altro…)

Roma: Nas sequestrate in ristoranti, bar e panifici, 30 t di prodotti, tra blatte e sporcizia

Pubblicato il 08 Giu 2013 alle 10:57am

Sono circa trenta le tonnellate di cibo scaduto o conservato senza alcun rispetto delle norme igienico-sanitarie. Questo, il bilancio dei sequestri effettuati dai Carabinieri del Nas di Roma, nell’ambito di alcuni servizi mirati, che hanno ispezionato nel mese di maggio oltre 100 tra ristoranti, bar, supermercati e panifici di Roma e provincia.

Ebbene, quasi la metà di questi esercizi commerciali non erano in regola: i militari hanno rilevato in 45 casi irregolarità, applicando così, sanzioni amministrative per oltre 60mila euro.

Inoltre, in seguito ad 8 ispezioni sono state sequestrate circa 30 tonnellate di alimenti in cattivo stato di conservazione, invasi da parassiti e stoccati in strutture prive dei requisiti igienico – sanitari. In particolare, in un ristorante “etnico”, gestito da un cinese, sono state rilevate pessime condizioni della cucina e di 2 depositi. I NAS hanno sequestrato dunque l’intera struttura di 200 mq e circa 1 tonnellata e mezza di alimenti di vario genere.

Ma non è tutto. Sì, perché, i militari, hanno scoperto due panifici in difetto dei requisiti igienico e in un totale stato di degrado con sporcizia, grasso e muffa diffusi ovunque.

All’interno di un deposito, invece erano stoccati circa 200 sacchi di farina, di cui alcuni aperti, a diretto contatto con tutto ciò che di sporco era sul pavimento e nell’ambiente. I militari del Nucleo della Capitale hanno sequestrato 9 tonnellate di farine utilizzate come materie prime e 800 Kg circa di marmellate, spezie e creme utilizzate per farcire i prodotti da forno.

Altre verifiche, sono state fatte su un deposito di alimenti etnici rumeni e un ristorante pakistano, che hanno portato alla sottrazione di 40mila prodotti, fra lattine e bottiglie di bevande, circa 4mila confezioni tra vegetali ed alimenti vari nonché 275 litri di olio di palma; 300 kg di alimenti invasi da insetti presso il laboratorio di un bar gastronomico della capitale; 200 kg di prodotti da forno congelati (pizzette, cornetti, rustici) invece venduti come freschi.

Il sequestro di strutture, alimenti e bevande ha un valore complessivo di circa 4 milioni. Sono state denunciate 8 persone per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione, detenzione di alimenti insudiciati ed invasi da parassiti e frode in commercio.

Troppi cesari: il ministro Balduzzi invia i Nas per controlli nelle strutture Ssn

Pubblicato il 14 Feb 2012 alle 8:58am

Il ministro della salute Renato Balduzzi, ha deciso di inviare i Carabinieri dei Nas nelle strutture ospedaliere di tutto il territorio nazionale, con lo scopo di controllare l’utilizzo non appropriato del ricorso al parto cesareo. (altro…)

Palermo Clinica Latteri: da intercettazioni si scopre che risparmiava sulle chemio

Pubblicato il 03 Ott 2011 alle 8:00am

Pare che alla clinica Latteri di Palermo ci fossero malati oncologici di serie A e di serie B. A fare la differenza era il tipo di ricovero, perché, per far fronte ai tagli imposti dalla Regione la struttura che si trova in via Cordova avrebbe ridotto la somministrazione di alcuni importanti farmaci ai malati di cancro che vi accedevano in regime di day service. (altro…)