naso a proboscide neonato

Dimitri, il bebè senza naso, ma con proboscide laterale destra

Pubblicato il 18 Mag 2016 alle 7:38am

Sono molto importanti i risultati ottenuti dallo staff del prof. Luigi Clauser, Direttore Unità Operativa Chirurgia Cranio Maxillo – Facciale dell’Ospedale Sant’Anna – nell’ambito di un complesso intervento chirurgico su un neonato, Dimitri (nome di fantasia) nato con una malformazione rarissima: una proboscide laterale al posto di metà naso.

Un caso molto complesso, preso in carico a febbraio 2016 dall’ospedale Ferrarese con successivo intervento chirurgico durato 4 ore che ha previsto la collabroazione di 4 anestesisti, 2 assistenti all’anestesia, 2 strumentiste, 2 infermieri di sala e 5 chirurghi. Gli anestesisti sono stati il dott. Milo Vason, la dott.ssa Tania Fiore e con la collaborazione della dott.ssa Teresa Matarazzo, coordinati dal Direttore dott. Roberto Zoppellari. Il Direttore prof. Luigi Clauser ha coordinato i 5 chirurghi: dott. Manlio Galiè, dott. Stefano Mandrioli, dott. Riccardo Tieghi, dott. Stefano Andrea Denes, dott. Giovanni Elia, alla presenza anche dei medici in formazione specialistica dott.ssa Giulia Carnevali, dott.ssa Valentina Candotto e dott.ssa Luisa Valente. La procedura è stata videoregistrata.

L’operazione ha permesso di trasformare la proboscide destra del neonato in un simil-eminaso destro, anche se privo della narice in quanto la proboscide era priva della fossa nasale mediante l’utilizzo di radiobisturi, bisturi ad ultras.