occhi

Salute occhi, cosa fare ogni giorni per preservarli da problemi di vista

Pubblicato il 26 Gen 2021 alle 6:00am

Per la salute degli occhi ci sono queste 4 regole d’oro da seguire ogni giorno, per preservali da malattie e problemi della vista.

Secondo gli esperti un ruolo chiave viene svolto dall’alimentazione, dal corretto riposo, e mantenimento del corpo sempre ben idratato, e buona aria fresca. (altro…)

Ritorna il kajal, ai tempi della mascherina e labbra coperte

Pubblicato il 30 Dic 2020 alle 6:00am

L’uso della mascherina sta cambiando i modi di truccarsi. i prodotti di makeup.

Come? oggi si punta di più su di un trucco nature. Essenziale. poco pesante e no transfer.

Le labbra e i sorrisi sono un lontanissimo ricordo. Ora si punta di più sullo sguardo, parte del viso scoperta.

Dunque, sì a mascara ultraresistenti, matite ed eyeliner (pennarello ad alta precisione) colorato o nero, con o senza ‘codina’, del kajal (matita con pigmenti intensi e sfumabili) per disegnare gli occhi, da abbinare a dosi abbondanti di mascara (aumentato in modo esponenziale anche l’uso delle ciglia finte). Le mascherine sono entrate nella nostra vita quotidiana diventando la norma e in questi ultimi mesi sono stati messi in commercio i primi fondotinta, rossetti (come Nars Labbra – rossetto dalla texture liquida e dal finish matte), correttori, fard e ciprie ‘no transfer’ che non macchiano più questo tipo di protezioni per il viso.

Tra i più noti il fondotinta L’Oréal Paris Infaillible Total Cover, Fenty Beauty Pro Hydrating Longwear Foundation di Rihanna, Max Factor Lasting Performance Fondotinta Liquido, Estée Lauder Stay-in-Place Makeup che dura fino a 24 ore, Urban Decay All Nighter Liquid Foundation, Pat McGrath Labs Skin Fetish Sublime Perfection Foundation) Da ArtDeco una linea Mask Proof con tre prodotti: Magic Fix ,un fissatore che sigilla rossetto con un invisibile scudo protettivo che ne prolunga la sua durata, No Color Setting Powder che è una cipria fissante trasparente e foto-riflettore, 3 in 1 Make-up Fixing Spray.. E’ inoltre notizia di questi giorni la nascita della prima mascherina protettiva ad effetto ‘silhouette’, progettata in 3 D e in grado di disegnare e valorizzare il viso.

Glaucoma e attività fisica

Pubblicato il 15 Ott 2020 alle 6:02am

E’ la seconda causa di cecità nel mondo occidentale. Stiamo parlando del glaucoma.

Un malato su due non sa di averlo rischiando di rimanere senza diagnosi, per un lungo periodo, verificandosi così, un danno oculare in grado di progredire con il passare degli anni, in un caso su cinque, arrivare anche alla perdita della vista. Una cura definitiva non esiste, ma con la giusta prevenzione e diagnosi precoce è possibile limitare le conseguenze visive, come hanno anche sottolineato gli esperti ad un congresso organizzato di recente dall’Associazione Italiana per lo Studio del Glaucoma (Aisg).

L’attività fisica, ad esempio, può ridurre il rischio di glaucoma. Bastano 30-40 minuti al giorno di camminata moderata o veloce, quattro volte a settimana, e aumentare la «dose» di dieci minuti al giorno per ridurre del 25 per cento la probabilità di sviluppare la malattia.

2Anche in chi già soffre di glaucoma il tasso di progressione si riduce del 10%, se cresce l’esercizio fisico quotidiano”, a spiegarlo è Luciano Quaranta, direttore della Clinica Oculistica universitaria dell’Ospedale San Matteo di Pavia. “Gli sport più adatti sono nuoto, corsa, bicicletta e tennis, attività aerobiche che migliorano la circolazione del sangue nell’occhio; chi ha già il glaucoma deve invece evitare allenamenti troppo faticosi, il sollevamento pesi e durante il training deve evitare di tenere alcune posizioni in cui la testa è troppo verso il basso. Muoversi aumenta l’ossigenazione della retina rafforzandone le cellule, inoltre è in grado di contrastare la formazione di radicali liberi nel sistema nervoso centrale, di cui l’occhio fa parte; l’esercizio poi è benefico in quanto abbassa la pressione arteriosa, sistemica e oculare”.

Fattori di rischio Il principale fattore di rischio per il glaucoma è la pressione alta all’interno dell’occhio, che spinge sul nervo ottico deteriorandolo in maniera progressiva e permanente. Stefano Miglior, presidente AISG, «Per una diagnosi tempestiva sono fondamentali i controlli regolari dall’oculista: gli over 60 sono più colpiti, ma il glaucoma può comparire anche prima e quindi si consigliano visite ogni due anni a partire dai quarant’anni, specialmente in caso di miopia o familiarità per la malattia (il 40% dei pazienti ha almeno un parente stretto con glaucoma, ndr). Spesso non ci si accorge di avere qualche problema visivo e si arriva dal medico quando la situazione è già compromessa e il campo visivo ridotto: un tipico segnale di patologia avanzata è la visione tubulare, che dà l’impressione di guardare attraverso un cono». Se l’oculista sospetta un glaucoma, la diagnosi non è complessa: bastano due semplici test non invasivi, la misurazione del campo visivo e l’imaging delle fibre nervose retiniche e della papilla ottica, ovvero del punto in cui il nervo ottico emerge sul fondo oculare.

Occhi, malattie degenerative e nuovi approcci terapeutici

Pubblicato il 22 Lug 2020 alle 6:01am

Tra le malattie degli occhi, la degenerazione maculare senile e il glaucoma rappresentano i principali responsabili della perdita della vistanegli over 60, mentre la retinopatia diabetica colpisce principalmente in età lavorativa. (altro…)

Covid -19, con la mascherina, esaltare la bellezza degli occhi e dello sguardo

Pubblicato il 15 Mag 2020 alle 6:39am

Donatella Ferrari, National Make Up Artist Giorgio Armani Beauty sostiene che “In questa situazione incerta è necessario truccarci prima per noi stesse, per sentirci bene, e poi anche per gli altri. Non importa poi se viviamo con altre persone o da sole, ma l’importante è sempre conservare intatta la routine di skincare e di make-up mattutina. Il trucco sarà più naturale, ma in generale bisogna farsi belle per noi stesse. Il make-up è un mezzo per sentirci naturalmente belle e noi stesse. Tante di noi opteranno per un trucco più naturale, facendo risaltare al massimo la nostra bellezza senza maschere, puntando alla luminosità. Un filo di trucco ci farà sentire meglio, che la nostra giornata sia occupata da call di lavoro, da momenti social o da brevi boccate d’aria. È importante che il nostro rituale di bellezza rimanga invariato: consiglio vivamente di continuare ad utilizzare latte detergente, tonico e siero, di prediligere texture leggere per crema e fondotinta come la Neo Nude. Un tocco di mascara donerà luce allo sguardo, e un po’ di blush per l’incarnato. Per finire, non può mancare del rossetto o del gloss sulle labbra. Se si preferiscono dei toni più naturali, un balsamo labbra donerà la giusta idratazione”, risponde la Ferrari entrando nel tema make up si o no in questo periodo in cui in tante optano per una pelle senza trucco.

Se usciamo e indossiamo la mascherina, e non vogliamo sporcarla col colore rosso o tinte vivaci del rossetto, possiamo mettere un po’ di burro cacao colorante, più soft o un lucidalabbra, e puntare sul make-up degli occhi e dello sguardo.

“Le sopracciglia sono la cornice dei nostri occhi, con o senza mascherina. È fondamentale continuare a correggere eventuali imperfezioni e disegnarle con precisione, specialmente se non le abbiamo esattamente uguali. Possiamo continuare a truccare gli occhi come siamo abituate durante la vita di tutti i giorni, a seconda dei nostri colori e a seconda della nostra inclinazione. Per metterli ancora di più in risalto, consiglio di evidenziarli mettendo un po’ più di mascara e una linea di matita nera all’interno dell’occhio per renderlo più sensuale. Avvicinandoci alla stagione estiva, mi sento di dire che anche gli occhi tendono a soffrire gli effetti del caldo. Gli ombretti liquidi ad alta tenuta sono perfetti per la stagione perché non si sciolgono e sono applicabili con estrema facilità”.

‘Parliamo’ e ‘Sorridiamo’ con lo sguardo, bisogna enfatizzarlo per comunicare al meglio, che sia una riunione su zoom o un incontro dal vivo. Qual è la prima cosa da suggerire? Ci sono colori che comunicano meglio di altri e ci rendono più empatici? “È importante creare un incarnato luminoso ed omogeneo, consiglio di applicare sempre almeno il correttore per uniformare la zona del contorno occhi – sia sulla palpebra mobile che sulla palpebra fissa. Prediligete un ombretto che stia bene con l’iride del vostro occhio. Per esempio per gli occhi verdi o azzurri consiglio delle tonalità dalle sfumature violacee (Eye Tint #38 ‘Night Viper’) oppure tonalità più calde e bronzate (Eye Tint #41‘Fusion’). Se avete degli occhi intensi e scuri, consiglio colori della terra come l’Eye Tint #10 ‘Senso’, che renderà i vostri occhi ancora più caldi ed intriganti. Concludete il vostro make-up occhi applicando tanto mascara sulle ciglia superiori”. Il rossetto che storicamente è stato alleato del look delle donne persino in tempo di guerra sembra ora in secondo piano. “In questo periodo, siamo più social – usiamo la mascherina per uscire, però passiamo tanto tempo a casa o in call per lavoro, o per piacere o postando sui social. È il momento giusto per osare con il rosso, Rouge d’Armani 400 vi darà la giusta intensità in qualunque occasione. L’uso della mascherina potrebbe essere anche un nuovo modo per giocare ed osare con i colori. Il rossetto sarà solo ed esclusivamente per noi stesse e per chi vive con noi!”.

Un test dell’udito guardando negli occhi

Pubblicato il 16 Gen 2020 alle 6:52am

D’ora in poi, basterà guardare la risposta della nostra pupilla per fare il test dell’udito. (altro…)

Vista a rischio a causa di una cattiva alimentazione

Pubblicato il 12 Gen 2020 alle 6:59am

Recenti studi spiegano che il cibo spazzatura può portare a seri problemi della vista. I cibi non indicati, molto spesso, fanno parte della tavola degli europei e in generale dei cittadini occidentali. (altro…)

Occhi, come proteggerli con luteina e zeaxantina. In quali alimenti trovarle

Pubblicato il 27 Nov 2019 alle 6:00am

La luteina e la zeaxantina, sono due molecole naturali di cui è fatto il pigmento della macula del nostro occhio. Una piccola zona centrale della retina a livello della quale si forma l’immagine di ciò che guardiamo. In particolare, però, la luteina e la zeaxantina si concentrano soprattutto nella regione della fovea (la parte centrale della macula); la zeaxantina è più concentrata nelle zone più centrali, mentre i livelli di luteina tendono a predominare nelle zone più periferiche della retina. (altro…)

Vista, pillole di zafferano in grado di frenare una rara malattia

Pubblicato il 18 Nov 2019 alle 7:23am

Lo zafferano sarebbe in grado di frenare una grave e rara malattia degenerativa della vista, la sindrome di Stargardt. Questo il risultato scientifico ha cui è giunto uno studio clinico senza precedenti condotto presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Irccs e pubblicato sulla rivista scientifica “Nutrients”. (altro…)

Gli occhi rivelano il rischio di malattie per il cuore

Pubblicato il 13 Nov 2019 alle 7:43am

I piccoli vasi sanguigni, posti nella parte posteriore dell’occhio, sono influenzati dalla rigidità delle arterie e dall’aumento della pressione del sangue. Queste le conclusioni a cui è giunto uno studio condotto dai ricercatori inglesi e pubblicato sulla rivista scientifica Hypertension dell’American Heart Association, che fanno capire come dagli occhi sia possibile prevenire in anticipo ictus e infarti. (altro…)