Olimpiadi 2016

Rio 2016: beach volley, azzurri in finale contro il Brasile grazie a Paolo Nicolai e Daniele Lupo

Pubblicato il 17 Ago 2016 alle 12:10pm

E’ in arrivo un’altra medaglia per la nostra nazione ai Giochi Olimpici di Rio, ventiquattresima per gli azzurri: la coppia del beach volley formata Paolo Nicolai-Daniele Lupo è in finale per l’oro, dopo aver battuto i russi Semenov-Krasilnikov 2-1 (15-21, 21-16, 15-13) in semifinale. Il match che assegnera’ oro e l’argento e’ contro la coppia brasiliana Allison-Bruno Schmidt.

“Prima avrei firmato per una medaglia, ma adesso giochiamo la finale contro il Brasile in casa loro. Sono i più forti al mondo, ma gli dico che per batterci dovranno giocare alla grande. In questi anni abbiamo imparato a vincere e ce la giocheremo”.

Gli azzurri del beach volley, Daniele Lupo e Paolo Nicolai se la dovranno vedere con il Brasile, avversario dell’Italia nella finale olimpica ai Giochi di Rio. Dopo il successo sui russi, la coppia azzurra tornerà nell’impianto sulla spiaggia di Copacabana contro i padroni di casa alla conquista dell’oro.

“Abbiamo quasi realizzato il nostro sogno – dice Nicolai – manca ancora un passo per arrivare in vetta e giocarcela contro i brasiliani è il massimo”. “Una partita sempre speciale” aggiunge Lupo.

Olimpiadi 2016, Nuoto: medaglia di bronzo per l’Italia grazie a Gabriele Detti

Pubblicato il 07 Ago 2016 alle 9:31am

Dal nuoto arriva la seconda medaglia. E’ un bronzo, conquistato da Gabriele Detti. Straordinaria la prova del livornese che con una rimonta eccezionale negli ultimi 50 metri ha battuto l’australiano Horton salendo sul gradino più basso del podio.

Oro all’australiano Horton e argento al cinese Sung. Una gara tattica quella del livornese che ha girato con tempi alti: 26.27 alla prima virata e settimo posto, poi ottavo posto fino alla quarta vasca quando ha progressivamente ingranato la marcia per la sesta posizione, 3.16.83. All’ultima virata ha poi dichiarato l’atleta ha messo il turbo bruciando metri e tagliando l’acqua in modo perfetto.

Musei gratis domenica 7 agosto dedicati alle Olimpiadi 2016

Pubblicato il 07 Ago 2016 alle 8:39am

Domenica 7 agosto, è la prima domenica del mese, l’appuntamento è per chi resta in città o si reca in quelle d’arte con tutti i musei italiani. Il MiBACT (il Ministero per i beni culturali e il turismo) rende gratuito l’ingresso nei musei civici di proprietà dello Stato nelle principali città italiane e in occasione delle Olimpiadi 2016 vuole celebrare la partecipazione degli atleti italiani.

Per questo, la #domenicalmuseo di agosto è dedicata alle rappresentazioni figurative dello sport, sia nelle opere più note che in quelle meno celebri, su tutto il territorio nazionale.

L’invito è a scoprire le discipline sportive e il modo in cui sono interpretate nel patrimonio artistico e archeologico italiano.

Per l’occasione, infatti, è stata lanciata una campagna di comunicazione che raffigura un’opera per ogni sede museale del Paese: L’Atleta di Umberto Boccioni per la Galleria nazionale di Caserta, il Nuotatore e il Nuotatore Seduto per il Palazzo Reale di Genova Il Gioco della Palla a Bracciale per la Certosa e Museo San Martino di Napoli, la Vittoria Alata, per Milano in particolare con il Napoleone come Marte pacificatore di Antonio Canova, recentemente restaurato nel cortile della Pinacoteca di Brera.

Allarme virus Zika: per gli scienziati “bisognerebbe rimandare le Olimpiadi”

Pubblicato il 10 Giu 2016 alle 10:13am

Il Brasile è il Paese più colpito dal virus Zika. Si conta circa un milione e mezzo di persone contagiate a partire dal 2015.

Creato un comitato che dà informazioni in tempo reale sul virus.

Si teme per le prossime olimpiadi. Gli atleti sono stati informati sulla prevenzione, e per questo vivranno in appartamenti con aria condizionata, avranno pantaloni e magliette a maniche lunghe e riceveranno preservativi.

“La gente – ha aggiunto l’Oms – continua a viaggiare in questi paesi per tutta una serie di ragioni. Il miglior modo di ridurre il rischio della malattia è seguire scrupolosamnete i consigli di viaggio per la salute pubblica”.

Queste Olimpiadi non s’hanno da fare. E’ questa la posizione di Rospotrebnadzor, condivisa dalla stessa OMS.