olio

I migliori oli per la pelle

Pubblicato il 21 Ago 2020 alle 6:20am

Gli oli se scelti con cura, e a seconda delle proprie necessità, sono dei veri e propri alleati per la salute.

“Molte persone non inseriscono gli oli nella propria beauty routine perché temono che questi prodotti vadano a ungere e ad appesantire la pelle, ma basta sceglierli con cura per evitare il problema”, dichiara Valentina Abramo, Brand Partnership Manager di Abiby. “Gli oli di origine naturale sono ricchi di benefici e aiutano a prendersi cura del proprio corpo da testa a piedi”.

Oli per il corpo, dopo il sole Prima e dopo l’esposizione solare, è raccomandato utilizzare oli con fattori di protezione (SPF), che aiutano a nutrire e ristabilire l’equilibrio della pelle. L’importante è sceglierli con cura per evitare di ungere e appesantire l’epidermide. Per le pelli sensibili consigliati i prodotti a base di olio di riso, dalle proprietà lenitive; per quelle mature, meglio puntare su quelli a base di olio di semi di melograno o olio di rosa, dal forte effetto antiossidante e in grado di stimolare il rinnovamento cellulare. Per le pelli secche, infine, gli oli migliori sono quelli più ricchi, come l’olio di noce del Brasile.

Oli per illuminare la chioma e idratare fino alle punte Durante l’estate i capelli sono sottoposti a uno stress maggiore a causa del sole, che danneggia la cheratina andando a seccare e a indebolire il fusto, e della salsedine, che, invece, ne intacca l’integrità. Per proteggere la propria chioma dopo un tuffo e nutrirla sotto la doccia, gli oli sono ottimi alleati, perché restituiscono al capello la giusta dose di idratazione, lucentezza ed elasticità.

I prodotti più efficaci sono a base di vitamina E e di Argan, due ingredienti in grado di ammorbidire, nutrire e donare nuova lucentezza fino alle punte, meglio se con SPF per proteggere dai raggi UVB. Se scelti con fattori termoprotettivi, permettono di mettere al riparo i capelli anche dai danni causati dal calore come quello di piastra e phon.

Oli per le mani e unghie Oltre che per una giusta idratazione dell’epidermide, gli oli si rivelano degli ottimi alleati anche per la cura delle unghie, perché contribuiscono a rinforzarle, nutrirle e ad ammorbidire le cuticole. I più adatti sono quelli a base di mandorla o, per unghie e mani particolarmente secche, jojoba. Per applicarli basta utilizzare un dischetto di cotone o un pad di stoffa e lasciarli agire fino al loro completo assorbimento. Per una cura urto farne un impacco imbibendo dei guanti di cotone e dormendoci per tutta la notte.

Oli per i piedi, per combattere la secchezza e per uno scrub fai da te I piedi, soprattutto in estate, sono i più esposti ai fattori esterni: dal caldo cittadino al sole, passando per la sabbia. Per contrastare la secchezza, in particolare quella dei talloni, si può fare prima uno scrub fai da te a base di zucchero e olio, o sale e olio, e dopo applicare, o applicare l’olio subito dopo la doccia con pelle ancora bagnata. Gli oli consigliati sono quello d’oliva, argan o di cocco.

Oli per il viso Scegliere sempre oli in base all’età. I più adatti sono, certamente, l’olio di borragine, argan, mandorle dolci o olio d’oliva naturale.

Un olio anti-age molto quotato, è l’olio di rosa mosqueta.

Al posto del latte detergente Al posto del solito latte detergente, è possibile utilizzare anche l’olio di oliva. Meno light ma sempre a disposizione. Potete massaggiarlo su cute bagnata.

Bacche di ginepro, perché fanno tanto bene alla salute

Pubblicato il 29 Dic 2019 alle 8:34am

Le bacche di ginepro, sono i frutti delle piante, che sono note con il nome latino di Iuniperus, caratterizzate da diverse proprietà benefiche. Con un apporto energetico pari a sole 10 calorie ogni 100 grammi (si parla di bacche di ginepro fresche), in grado di migliorare l’efficienza dei processi digestivi e ridurre conseguentemente la fermentazione intestinale.

Quando si parla di bacche di ginepro è fondamentale chiamare in causa anche la loro capacità di abbassare la glicemia e, di conseguenza, di prevenire il diabete. Tra gli altri motivi per cui vale la pena introdurle nella dieta è possibile citare le proprietà diuretiche, così come l’azione preventiva nei confronti delle infezioni urinarie.

Come dimostrato da diversi studi scientifici – uno dei più interessanti è un lavoro di ricerca congiunto viennese e tedesco, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista scientifica Antioxidants – dal loro olio si può ricavare un rimedio tutto naturale contraddistinto da una forte efficacia antiossidante (questo aspetto è dovuto alla presenza di flavonoidi).

L’efficacia dell’olio essenziale di bacche di ginepro, utilizzato spesso a scopo aromatico, per quanto riguarda il controllo dell’attività dei radicali liberi e della perossidazione lipidica, rende questo frutto, un preziosissimo alleato dall’azione antibatterica. Per effetti positivi nella prevenzione delle infezioni da Escherichia Coli.

Dal fico d’india arriva l’olio che fa bene al cuore

Pubblicato il 14 Set 2017 alle 8:07am

Ricercatori italiani hanno scoperto che l’olio di fico d’india possa essere un ausilio efficace per la salute del cuore. (altro…)