online

Ministero della Salute dice sì all’acquisto di farmaci all’estero

Pubblicato il 03 Apr 2017 alle 9:10am

Se un certo medicinale in Italia non è ancora disponibile e il paziente non è così grave da poterlo ottenere a carico dello Stato si potrà ricorrere all’estero, magari attraverso l’acquisto on line.

Il ministero della salute autorizza con un circolare l’importazione ad uso squisitamente personale dei farmaci commercializzati all’estero.

Un’apertura che sembra valere anche per i malati di epatite C, anche se i medicinali anti-virus hcv non sono mai espressamente nominati nella circolare, che fissa però un limite di 30 giorni al trattamento terapeutico, mentre per debellare l’Epatite occorrono 12 settimane. Ma nulla sembra vietare un secondo acquisto all’estero.

La deroga al divieto di importazione scatta in due casi: per i medicinali che non sono ancora autorizzati nel nostro paese e vengano acquistati su richiesta del medico, e per quelli importati direttamente dal viaggiatore, “purché destinati ad uso personale per un trattamento terapeutico non superiore a 30 giorni.”

L’importazione, specifica la circolare, ancora deve essere giustificata da “oggettive ragioni di eccezionalità”, ossia dalla “mancanza di una valida alternativa terapeutica”.

Un’app può salvare la vita, parola di esperti

Pubblicato il 19 Lug 2016 alle 6:55am

Per migliorare la gestione dei pazienti con malattie croniche o patologie cardiache l’Inghilterra ha deciso di affidarsi alla tecnologia. A breve i pazienti che hanno problemi come il diabete o la fibrillazione atriale riceveranno gratuitamente dal Servizio sanitario dei dispositivi elettronici (collegabili a smartphone o smartwatch) e delle app, che li aiuterà a tenere la prorpia salute sotto controllo.

Secondo Simon Stevens, direttore generale di Nhs England, i pazienti che usano Uber e Airbnb non avranno problemi a sfruttare questi nuovi sistemi di monitoraggio, che permetteranno di ridurre il tasso di mortalità e di salvare tante vite umane.

Attraverso le app, infatti, i pazienti potranno essere collegati costantemente con degli esperti, essere informati su prossime visite di controllo, assunzione farmaci, monitoraggio dei valori, riuscire ad intercettare i sintomi in arrivo e chiedere aiuto.

Olanda, in 56mila firmano petizione online per uscita dall’Ue

Pubblicato il 30 Giu 2016 alle 8:51am

In Olanda, oltre 56mila persone hanno firmato una petizione online per l’uscita dall’Unione Europea dei Paesi Bassi. L’istanza è stata consegnata dai promotori alla Camera bassa del Parlamento. (altro…)

E’ online, in lingua originale e gratuita, il diario di Anna Frank

Pubblicato il 06 Gen 2016 alle 6:45am

Il professore Olivier Ertzscheid dell’Università di Nantes e la parlamentare francese Isabelle Attard hanno deciso di pubblicare in rete il celebre ‘Diario di Anna Frank’.

Il racconto della prigionia di un’adolescente ebrea, uccisa in un campo di concentramento.

Una versione integrale, in lingua originale e gratuita, disponibile da alcuni giorni su internet.

Il diario di Anna Frank, morta in un campo di concentramento di Bergen Belsen nel 1945, a soli 15 anni, dovrebbe essere libero da copyright, e da vincoli di diversa natura legati ai diritti d’autore.

Ma l’Anne Frank Foundation, costituita nel 1957 dal padre della ragazza, Otto Frank, unico sopravvissuto allo sterminio, per preservare nel tempo la distruzione del manoscritto, nel nascondiglio di Amsterdam dove Anna visse con la famiglia sino a quando la famiglia non fu tradita dai vicini di casa, deportata e in parte sterminata nei campi di concentramento, contesterebbe la scadenza dei termini in quanto Otto, considerato co-autore, è morto nel 1980 e pertanto, i 70 anni secondo le leggi europee in materia di proprietà intellettuale sui libri, non sono ancora passati.

La fondazione ha già pronta da tempo una versione digitale del ‘Diario’ con una ricostruzione filologica delle varie versioni e approfondimenti storici, di cui non ha mai annunciato ufficialmente la data di pubblicazione.

Intanto, però, come annunciato da Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” il ‘Diario’, è online in lingua originale e in una versione totalmente gratuita.

Natale, crescono gli acquisti online. In 9 milioni preferiscono la rete

Pubblicato il 07 Dic 2015 alle 6:15am

Saranno almeno 9 milioni gli italiani che sceglieranno di fare acquisti natalizi online. Una corsa che tende a crescere di anno in anno e che ha già portato a spendere oltre 3,5 miliardi di euro tra novembre e dicembre.

I consumi aumentano dopo sei mesi di segnali negativi, e secondo la Confcommercio, dovrebbero avere una ulteriore impennata nei giorni più prossimi alle feste, e soprattutto di fine anno.

Un segnale molto positivo per l’economia e per il settore dell’eCommerce.

“Per questo Natale (nei mesi di novembre e dicembre) saranno spesi online oltre 3,5 miliardi di euro (oltre il 20% della domanda online annuale), con una crescita del 16% rispetto al 2014.” afferma Alessandro Perego, Direttore degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano.

“Per il periodo natalizio saranno 27 milioni gli ordini conclusi via Internet, a testimonianza di un utilizzo sempre più consapevole del canale da parte dei consumatori italiani.”

Nel 2014 erano 7,4 milioni le persone che sceglievano di acquistare su Internet almeno un regalo, secondo le stime fatte da Netcomm e Human Highway, quest’anno la cifra sarà pari ad un incremento del +22%, attestandosi così a 9 milioni di acquirenti.

Grande Fratello 14: al via i casting in diverse città, selezioni anche online

Pubblicato il 11 Lug 2015 alle 7:23am

Nella prossima stagione televisiva targata Mediaset, torna una nuova edizione del “Grande Fratello 14”. (altro…)

Come difendersi, soprattutto a Natale, dalle truffe online. I consigli del Garante della privacy

Pubblicato il 24 Dic 2013 alle 11:10am

Soprattutto nel periodo natalizio, i nostri pc e telefonini sono invasi da messaggi, offerte e sconti. Molto spesso, però, dietro di essi si celano vere e proprie truffe. Ecco allora che il Garante della privacy ci mette in guardia, stilando una lista di consigli da seguire per essere al riparo da esse. (altro…)