orvieto

Addio all’attrice Anna Marchesini, 62 anni, i funerali lunedì a Orvieto

Pubblicato il 30 Lug 2016 alle 6:36pm

Addio all’attrice comica tv Anna Marchesini. A dare l’annuncio su Facebook il fratello Gianni. «Prima che lo sappiate da quel tritacarne dell’informazione, tengo a dirlo io. Ora in questo momento è morta mia sorella Anna Marchesini. Grazie a tutti».

Anna Marchesini, 62 anni, storia componente del trio Solenghi – Lopez, era malata da tempo di artrite reumatoide. I funerali si terranno in forma privata lunedì, alle 16 a Orvieto dove l’attrice era nata.

Il fratello «Proviamo un dolore immenso, anche se sapevamo che quella malattia, e le medicine che si prendono, ti prosciugano: ma Anna ha dimostrato fino all’ultimo una incredibile capacità di lottare. Mi domando come abbia fatto a resistere per così tanto tempo, con un corpo minuto come il suo»: così il fratello Gianni racconta la malattia della sorella. “Se n’è andata nella sua Orvieto, e lunedì i funerali li faremo nella nostra chiesa parrocchiale, quella di Sant’Andrea». «E’ sempre stata incredibilmente forte, l’ha dimostrato durante tutto l’iter della malattia: non so davvero come abbia potuto soltanto nel marzo scorso tenere il suo ultimo spettacolo teatrale. E dieci giorni fa ha fatto in tempo a vedere sua figlia Virginia laurearsi». Negli ultimi tempi, anche il rapporto di Anna con Orvieto si era ricomposto: «C’erano stati alti e bassi, ma da qualche tempo a questa parte – ricorda Gianni Marchesini – mia sorella si era come riconciliata con la sua città, e spesso la sentivo dire che Orvieto è veramente bella».

Umbria Jazz Winter, al via il 30 dicembre, in ricordo di Frank Sinatra

Pubblicato il 29 Dic 2015 alle 7:25am

Parte mercoledì 30 dicembre l’Umbria Jazz Winter che terminerà il prossimo 3 gennaio, in scena la grande musica nel centro storico di della città di Orvieto.

La 23esima edizione di quest’anno comincerà partendo dal mito di Frank Sinatra. Per celebrare l’anniversario di The voice, è stato chiamato a raccolta Kurt Elling. Che ricorderà un Sinatra più swing.

Con Elling alla serata inaugurale del festival, ci sarà sul palco, del teatro Mancinelli, oltre al quartetto del vocalista di Chicago anche una sezione di fiati composta da bravissimi musicisti italiani.

Ed ancora, jazz delle origini di New Orleans, canzoni dei Beatles e dei Rolling Stones, innovazioni di Ornette Coleman, tradizioni gypsy, generi sacri (il gospel) e profani (il soul) delle comunità Nere, suoni del Brasile e del Mediterraneo, street parade stilisticamente aggiornata con innovazioni funky.

Ma la formula del festival prevede anche altri eventi collaterali diffusi nel centro storico, c’è ne è davvero per tutti i gusti.