pediatria

Cagliari, dal 2 aprile il servizio di transizione dell’adolescente con Diabete Mellito tipo 1 dal Centro pediatrico a quello dell’adulto

Pubblicato il 02 Apr 2019 alle 7:00am

Dal primo Aprile presso l’azienda Ospedaliera Brotzu, in via sperimentale parte il servizio dedicato alla transizione dell’adolescente con Diabete Mellito tipo 1 dal Centro Pediatrico a quello dell’adulto. (altro…)

Ospedale di Desio, “Presidio di Nati per leggere”, un interessante progetto per i più piccoli

Pubblicato il 04 Ago 2018 alle 8:14am

Non solo curare ma anche prendersi cura dei piccoli pazienti. L’ASST di Monza ha avviato un nuovo progetto di promozione della salute e del benessere, in questo caso rivolto ai più piccoli. (altro…)

Pediatria: nuova adolescenza? Oggi dura dai 10 ai 24 anni

Pubblicato il 24 Gen 2018 alle 8:01am

L’adolescenza arriva oggi in anticipo, e dura più a lungo rispetto a qualche tempo fa. Ne sono convinti alcuni esperti che hanno pubblicato su ‘Lancet Child & Adolescent Health’ uno studio: l’adolescenza va dai 10 ai 24, i ragazzi continuano a studiare a lungo, si sposano tardi e rinviano la scelta di diventare genitori. Ma occorre modificare, dicono, la definizione per assicurare ai propri figli una maggior appropriatezza dal punto di vista legale. (altro…)

Genova, eseguito con successo il primo trapianto di rene pediatrico presso il Gaslini

Pubblicato il 15 Gen 2018 alle 10:15am

E’ stato effettuato con successo, sabato 13 gennaio, su una bambina di 5 anni residente a Pisa il primo trapianto di rene pediatrico presso l’Istituto Gaslini di Genova. Ad effettuare il delicato intervento, l’equipe del Centro Trapianti dell’Ospedale Policlinico San Martino, con a capo la dottoressa Iris Fontana, insieme all’equipe anestesiologica dell’ospedale Gaslini, guidata dal dottor Giovanni Montobbio. (altro…)

Il nuovo capolavoro Disney•Pixar COCO al Gemelli per celebrare un Natale e portare gioia del cinema ai piccoli pazienti

Pubblicato il 23 Dic 2017 alle 5:54am

Il nuovo film Disney•Pixar Coco è arrivato in anticipo, prima dell’uscita, nella sala MediCinema nel Policlinico Universitario Agostino Gemelli con una proiezione speciale dedicata ai piccoli pazienti e alle loro famiglie, per un pomeriggio all’insegna del divertimento e della spensieratezza. A rendere indimenticabile questa occasione, la partecipazione di Emiliano Coltorti, voce italiana del simpatico Hector che nel film accompagna il giovane protagonista Miguel in uno straordinario viaggio alla scoperta della storia, mai raccontata, della sua famiglia. Emiliano ha portato con entusiasmo un saluto a tutti i presenti in sala e introdotto il film, che torna al Gemelli dopo l’evento speciale dello scorso 19 novembre alla presenza, per la prima volta in sala, dei film-makers (il regista Lee Unkrich e la produttrice Darla K. Anderson).

La proiezione natalizia del film, che arriverà nelle sale italiane dal prossimo 28 dicembre, ribadisce l’impegno e la volontà di The Walt Disney Company Italia di sostenere la terapia del sollievo attraverso la magia del cinema voluta e promossa da MediCinema Italia Onlus. Terapia che rappresenta il punto di partenza dello studio scientifico coordinato dal Prof. Celestino Pio Lombardi, del Policlinico Universitario Agostino Gemelli, che misura gli effetti della ‘cine-terapia’ sui degenti, grandi e piccoli, in collaborazione con altri centri ospedalieri, quali il Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, che insieme a MediCinema stanno contribuendo a questa stimolante esperienza.

Fulvia Salvi, Presidente di MediCinema Italia Onlus ha affermato: “A pochi giorni dal Natale il mio pensiero va a chi dovrà trascorrere questo periodo in Ospedale. Contiamo con questo bellissimo film di aver portato un momento di sollievo ai pazienti e ai loro famigliari. Con Coco oggi offriamo un’occasione speciale nella sala MediCinema che ci stimola a far crescere questo ambizioso progetto con il sogno di portare la terapia con il cinema in ogni Ospedale. Ringrazio Disney Italia per essere al nostro fianco nello sviluppo dei progetti Medicinema‘’.

Roma, Bambino Gesù: separate gemelle siamesi algerine dopo 10 ore di intervento

Pubblicato il 11 Nov 2017 alle 6:28am

Un eccezionale intervento è stato eseguito all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma: due gemelline siamesi algerine di 17 mesi, unite per l’addome e per il torace. (altro…)

Vicenza: al S. Bartolo c’è la termoculla del futuro, in grado di riprodurre il battito e il respiro della mamma

Pubblicato il 29 Set 2017 alle 5:39am

L’ospedale S. Bortolo di Vicenza è il primo ospedale in Italia e il terzo al mondo – dopo quelli di Santiago del Cile e di Eindhoven in Olanda – ad avere una termoculla, molto speciale. In grado di far percepire ai bambini ricoverati in Patologia Neonatale, in quanto nati prematuri o con altre patologie, il battito cardiaco e il respiro della mamma, ricreando così la sensazione di essere sempre a contatto diretto con lei. (altro…)

Violenze su minori, nasce la rete di pediatri insieme a Telefono Azzurro per combatterle

Pubblicato il 13 Mag 2016 alle 7:34am

E’ in arrivo un interessante progetto contro l’abuso su minori.

E per metterlo in atto occorrerà che i pediatri italiani si prefiggano di “avere le giuste competenze per decifrare i segnali di allarme quando un bambino sta attraversando momenti problematici o si trova in situazioni di grave rischio”.

A sostenerlo Ernesto Caffo, presidente del Telefono azzurro, intervenendo alla presentazione del progetto formativo, promosso da Menarini, per la creazione di un network sanitario di 15mila pediatri e medici di base specializzati nel cogliere i segnali di abusi e di violenza.

A tal fine per il buon esito del progetto collaboreranno anche esperti di Telefono azzurro, alla formazione di un primo gruppo di circa mille medici, che attraverso 23 corsi intensivi saranno ‘allenati’ a riconoscere i segnali di difficoltà inespressi dell’infanzia.

Una prima task-force fornirà supporto ai colleghi e li preparerà a loro volta, fino ad arrivare a una rete di 15 mila professionisti attivi su tutto il territorio nazionale. “Telefono azzurro – ha continuato Caffo -, in sintonia naturale con la Società italiana di pediatria e la Federazione italiana medici pediatri, ha aderito con entusiasmo al progetto educazionale promosso da Menarini”.

Con la sua esperienza nell’ascolto dei bambini e degli adolescenti vittime di abusi maturata in quasi 30 anni di attività – ha proseguito Caffo-, Telefono azzurro contribuisce a fornire le migliori competenze e modalità di intervento per dare risposte sempre più efficaci e qualificate al problema dell’abuso nel nostro Paese”.

Genova, ospedale Gaslini seguirà per pediatria pazienti fino ai 18 anni

Pubblicato il 11 Mag 2016 alle 7:34am

L’ospedale Gaslini di Genova alzerà l’età del ricovero dei pazienti. Si passerà così dagli attuali 14 anni ai 18 anni di assistenza.

«Ci stiamo lavorando conferma l’assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale – è una richiesta che ci arriva dallo stesso istituto e stiamo facendo di tutto per soddisfarla».

Nella riforma della Sanità ligure è anche contenuta una rivoluzione nell’ospedale pediatrico, vera e propria eccellenza nazionale.

L’assessore Viale per questo progetto ha convocato l’altro ieri gli Stati generali della Sanità, nella Sala Quadrivium, per fare il punto della situazione, alla vigilia della stesura del testo unico cui l’assessore sta lavorando da alcuni mesi.

A questo si andrà ad aggiungere anche la riattivazione, dopo ben dieci anni, di un tavolo con l’Università di Genova, sui due Irccs, ospedali universitari della città: il Gaslini e il San Martino.

«La richiesta di alzare l’età del ricovero, dagli attuali 14 anni a sedici-diciotto anni – Viale spiega che – arriva direttamente dall’ospedale per garantire quella continuità delle cure per le malattie rare o particolarmente gravi per cui interrompere il rapporto con il paziente al compimento del quattordicesimo anno risulta deleterio».

Ma non è tutto. tale obiettivo potrebbe in futuro essere esteso anche anche a tipologie meno gravi, allargando il campo di assistenza.

Sul tavolo dell’assessore alla Sanità c’è infatti l’operazione limitata a tipologie di patologie che hanno necessità di cure lunghe nel tempo e che spesso accompagnano gran parte della vita dei pazienti (da quelle muscolari a quelle oncologiche).

Tant’è che proprio il Gaslini diventerà protagonista, con il San Martino, della riattivazione di un tavolo tecnico, con la Regione e l’Università.

Accordo con Guardia Costiera per pediatri a bordo delle motovedette Egeo

Pubblicato il 23 Mar 2016 alle 6:40am

“Saremo 3 pediatri e uno psichiatra in questa prima fase di organizzazione logistica e medica”, spiega il presidente nazionale della Fondazione, Giuseppe Gullotta, che due giorni fa ha firmato il protocollo d’intesa insieme al Comandante generale Ammiraglio Vincenzo Melone, del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera. (altro…)