polmoni

Tumore ai polmoni: ogni anno diagnosi per 34mila pazienti

Pubblicato il 07 Dic 2019 alle 6:52am

Il tumore ai polmoni crea più problemi a chi ne viene colpito. Ogni anno 34mila pazienti ricevono una diagnosi di tumore quando questi è già in fase avanzata.

Una ricerca europea, si propone di studiare 10mila fumatori accaniti over 55. Lo studio si pone l’obiettivo di implementare le metodologie preliminari di screening del polmone, attraverso tac a spirale a basso dosaggio e analisi del sangue dei biomarcatori.

Alla fase dello screening polmonare, seguirà poi l’indicazione di un percorso per ridurre l’assuefazione dal tabacco, dato che l’85-90% dei casi vede il fumo come causa principale di morte. Tale trattamento dipenderà dalla natura del cancro e dal suo stato di avanzamento, e potrebbe essere effettuato già tramite chirurgia, radioterapia, chemio, immuno-oncologia e terapie biologiche, anticorpi monoclonali, vaccini e genetica. Sarebbe questa una svolta epocale nel trattamento del cancro ai polmoni e consentirebbe di equiparare la sua prevenzione a quella, ad esempio, del tumore al seno.

Palermo, tumore ai polmoni: broncoscopio sottile scandaglia bronchi sino alle ramificazioni più sottili

Pubblicato il 28 Gen 2019 alle 6:51am

All’ospedale La Maddalena di Palermo è arrivato un broncoscopio ultrasottile di ultima generazione tra le apparecchiature sanitarie usate nel dipartimento oncologico, prima struttura in Italia a dotarsi di questo nuovo strumento diagnostico. Un dispositivo che, lavorando in sinergia con le sonde ecografiche miniaturizzate e con i sistemi di navigazione, è in grado di scandagliare i bronchi fino alle ramificazioni più sottili, difficili da raggiungere con altri dispositivi in uso da altre parti. (altro…)

Ospedale Molinette di Torino, scoperto il meccanismo legato alla formazione di metastasi nel cervello

Pubblicato il 09 Lug 2018 alle 7:59am

L’Ospedale Molinette di Torino è riuscito a scoprire il meccanismo molecolare che provoca la crescita e la propagazione delle metastasi nel cervello provenienti da tumori che si sviluppano ai polmoni o alla mammella. (altro…)

Fumatori, arriva una nuova cura per ripulire i polmoni

Pubblicato il 15 Gen 2018 alle 9:00am

Esiste un nuovo metodo per ripulire i polmoni dagli effetti dannosi del fumo di sigarette. Lo scorso 27 novembre Lorenzo Gasparini e i suoi collaboratori hanno testato un nuovo trattamento (brevettato in Germania) su di un paziente con Broncopneumopatia Cronica ostruttiva. Fino a quel giorno l’unica soluzione era ricorrere al bisturi, ora invece attraverso un catetere è possibile sparare aria calda a 80% che permette una riduzione del volume polmonare e un miglioramento del quadro clinico del paziente.

A darne notizia è Il Resto del Carlino. L’operazione, infatti, è stata realizzata dall’ospedale Torrette di Ancona e i risultati sono più che positivi. “I benefici sono immediati – spiega il professor Gasparini – come limitare la tosse cronica (…) e gli affanni che rendono difficili anche le manovre più semplici come vestirsi o andare a letto”. Quelli che potranno maggiormente godere della novità sono proprio i fumatori, anche se “non risolve tutti i problemi del malato”. L’intervento, dura appena 15 minuti ed è poco invasivo. Un rivoluzione. “In pratica – precisa Gasparini – si cerca di fare in modo che l’aria affaticata riesca ad uscire”.

Menopausa, polmoni a rischio

Pubblicato il 10 Dic 2016 alle 10:15am

Un gruppo di scienziati dell’Università di Bergen, Norvegia, sostiene che durante la menopausa i polmoni delle donne siano ad alto rischio di ammalarsi.

I danni che lo stravolgimento di quel periodo porterebbenell’organismo somiglierebbero tanto a quello causato da chi fuma 20 sigarette al giorno per circa 2 anni. La ricerca condotta su un vasto campione (1.438 soggetti di età compresa tra 25 e 48 anni) è stata riportata dall’American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine.

Le donne esaminate durante lo studio, sebbene non fossino tutte in menopausa, sono rimaste sotto osservazione per un periodo tale che anche le più giovani si sono avvicinate a quell’età o vi sono entrate pienamente.

Studiandole in base all’ età, peso, altezza, istruzione e abitudine al fumo si sono riscontrati problemi respiratori in quasi tutte, superata una certa età, in particolare quando comparivano i primi segni della menopausa.

In particolare gli scienziati hanno rilevato una accelerata attività polmonare, quella che causa il “respiro corto”. In menopausa la capacità espansiva dei polmoni e la quantità di aria inalata diminuivano agli stessi livelli dei polmoni di fumatori incalliti, pur senza aver mai fumato!

Secondo gli esperti il perche’ e’ da ricercare nelle variazioni ormonali che sono tipiche di questa fase della vita delle donne.

Altra causa, infine, sostengono gli esperti potrebbe derivare anche dall’ osteoporosi che farebbe cedere le vertebre che incassano la schiena e riducono lo spazio dei polmoni i quali non si espanderebbero più bene come un tempo.

Torino: polmoni da Atene salvano una donna di Aosta

Pubblicato il 07 Mar 2015 alle 11:06am

Doppio trapianto di polmone, è stato eseguito con successo al Molinette di Torino, su una donna di 53 anni di Aosta affetta da broncopenumopatia cronica ostruttiva (BPCO). (altro…)

Dialisi polmonare, eseguita per la prima volta al mondo in Italia

Pubblicato il 25 Set 2014 alle 7:02am

Per la prima volta al mondo è stata sperimentata con successo alle Molinette di Torino e al Sant’Orsola di Bologna la dialisi polmonare, sistema mini-invasivo capace di ridurre la mortalità dal 35% al 7%. (altro…)

Asma: gli adolescenti i più colpiti a causa dell’inquinamento

Pubblicato il 10 Apr 2011 alle 12:40pm

Da uno studio statistico svolto nelle maggiori città italiane, emergerebbe che sarebbero sempre più frequenti i casi di asma tra gli adolescenti. (altro…)

Nei polmoni i ricettori del gusto. Nuove cure per l’asma

Pubblicato il 26 Ott 2010 alle 9:53am

Grazie allo studio pubblicato su “Nature” si apprende che alcuni ricercatori dell’universita del Maryland, hanno individuato i ricettori del gusto situati nei polmoni, dai quali sarebbe possibile curare l’asma. (altro…)